Yokoh: cos’è, era un veicolo spaziale

Yohkoh (ようこうSunbeam in giapponese ), noto prima del lancio come Solar-A , era un veicolo spaziale dell’osservatorio solaredell’Institute of Space and Astronautical Science (Giappone), in collaborazione con agenzie spaziali negli Stati Uniti e nel Regno Unito . È stato lanciato nell’orbita terrestre il 30 agosto 1991 dal razzo M-3SII dal Kagoshima Space Center . Ha preso la sua prima immagine a raggi X molli il 13 settembre 1991, 21:53:40, e le rappresentazioni cinematografiche della corona a raggi X nel periodo 1991-2001 sono disponibili presso ilSito dell’eredità di Yohkoh .

Descrizione

Il satellite era stabilizzato su tre assi e in un’orbita quasi circolare. Trasportava quattro strumenti: un Soft X-ray Telescope (SXT), un Hard X-ray Telescope (HXT), uno spettrometro a cristalli di Bragg (BCS) e uno spettrometro a banda larga (WBS). Ogni giorno sono stati generati circa 50 MB e memorizzati a bordo da un registratore di memoria a bolle da 10,5 MB .

Poiché SXT utilizzava un dispositivo ad accoppiamento di carica (CCD) come dispositivo di lettura, forse essendo il primo telescopio astronomico a raggi X a farlo, il suo “cubo di dati” di immagini era sia ampio che conveniente e rivelava molti dettagli interessanti sul comportamento della corona solare. Le precedenti osservazioni di raggi X molli solari, come quelle di Skylab , erano state limitate alla pellicola come dispositivo di lettura. Yohkoh ha quindi restituito molti nuovi risultati scientifici, in particolare per quanto riguarda i brillamenti solari e altre forme di attività magnetica.

La missione si è conclusa dopo più di dieci anni di osservazione di successo quando è entrata nella sua modalità “rifugio” durante un’eclissi anulare il 14 dicembre 2001, 20:58:33 e la navicella ha perso l’aggancio al sole. Errori operativi e altri difetti combinati in modo tale che i suoi pannelli solari non potevano più caricare le batterie, che si scaricavano irreversibilmente; diverse altre eclissi solari erano state osservate con successo.

Il 12 settembre 2005, il veicolo spaziale è bruciato durante il rientro nell’Asia meridionale. L’orario di rientro, viene fornito dalla US Space Surveillance Network , era alle 18:16 Japan Standard Time (JST).

Strumenti

Yohkoh portava quattro strumenti:

  • Il Soft X-ray Telescope (SXT) era un telescopio a raggi X con uno specchio per raggi X ad incidenza radente e un sensore CCD. C’era anche un telescopio ottico co-allineato che utilizzava lo stesso CCD, ma dopo il guasto del filtro d’ingresso nel novembre 1992 divenne inutilizzabile.

Il CCD era 1024×1024 pixel con dimensione angolare dei pixel di 2,45″×2,45″, una funzione point-spread (larghezza del core FWHM ) di circa 1,5 pixel (cioè 3,7″), un campo visivo di 42′×42′, che era un po’ più grande dell’intero disco solare. La risoluzione temporale tipica era di 2 s in modalità bagliore e 8 s in modalità silenziosa (senza bagliore), la risoluzione temporale massima in 0,5 s.

Per la discriminazione spettrale, SXT ha utilizzato filtri a banda larga installati su una ruota portafiltri. C’erano cinque posizioni del filtro utilizzabili: filtro Al spesso 1265 Å (banda passante 2,5 Å–36 Å), filtro Al/Mg/Mn (2,4 Å–32 Å), filtro Mg 2,52 μm (2,4 Å–23 Å), filtro 11,6 Filtro Al μm (2,4 Å–13 Å), filtro Be 119 μm (2,3 Å–10 Å). Prima del guasto del filtro di ingresso nel novembre 1992 erano disponibili altre tre posizioni del filtro: nessun filtro di analisi (2,5 Å–46 Å), filtro ottico a banda larga (4600 Å–4800 Å), filtro ottico a banda stretta (4290 Å–4320 Å).

  • L’ Hard X-ray Telescope (HXT) era un imager a raggi X a sintesi di Fourier con 64 collimatori bigrid che campionavano scarsamente il piano (u,v) e alimentavano singoli rivelatori a scintillazione. HXT era sensibile ai fotoni con energie da 14 keV a 93 keV, questo intervallo era diviso in quattro bande di energia (chiamate L, M1, M2, H). La risoluzione angolare era di circa 5″, il campo visivo della sintesi dell’immagine è 2′×2′, la risoluzione temporale massima era di 0,5 s.
  • Lo spettrometro a cristalli di Bragg (BCS) era costituito da due spettrometri a cristalli curvi sensibili in quattro linee spettrali: la linea dello ione Fe XXVI (1,76 Å–1,81 Å), lo ione Fe XXV (1,83 Å–1,90 Å), lo ione Ca XIX (3,16 Å–3,19 Å) e lo ione S XV (5,02 Å–5,11 Å). La risoluzione spettrale variava nell’intervallo λ/Δλ=3000–8000, la risoluzione temporale tipica in modalità flare era di 8 s, il massimo è 0,125 s. BCS integra la radiazione su tutto il disco solare.
  • Lo spettrometro a banda larga (WBS) aveva capacità spettroscopiche in un’ampia banda di energia da 3 keV a 100 MeV. WBS era un insieme di quattro sottostrumenti, ciascuno dei quali emette Pulse Count (PC) corrispondente all’intensità integrata su una banda e il profilo Pulse Height (PH) che corrispondeva allo spettro. La risoluzione temporale per PC (0,125 s–4 s per diversi sottostrumenti e modalità) era 8–16 volte migliore rispetto a PH (1 s–32 s). WBS ha integrato la radiazione su tutto il Sole e non ha risolto la posizione della sorgente.
    • Lo spettrometro a raggi X morbidi (SXS) consisteva in due contatori di gas proporzionali con banda di energia nominale 5 keV-40 keV, che era divisa in due canali PC e 128 canali PH. Dopo il lancio si scoprì che la relazione tra PH ed energia era distorta. Nessuna calibrazione energetica per i dati WBS PH era disponibile nel 1999.
    • Lo spettrometro a raggi X duri (HXS) era uno scintillatore NaI(Tl ) . La banda di energia dopo il giugno 1992 era di 24 keV-830 keV. Era diviso in 2 canali PC e 32 canali PH.
    • Lo spettrometro a raggi gamma (GRS) consisteva in due scintillatori di ossido di bismuto germanato identici. Copreva un intervallo di energia compreso tra 0,3 MeV e 100 MeV, suddiviso in 6 canali PC e 128+16 canali PH.
    • Il Radiation Belt Monitor (RBM) a differenza degli altri tre non era finalizzato alle osservazioni del brillamento solare e serviva a suonare l’allarme per il passaggio della fascia di radiazione .

https://en.wikipedia.org/wiki/Yohkoh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *