Volo Tara Air 193 – Wikipedia


Incidente aereo passeggeri del 2016 a Dana, Nepal

Volo Tara Air 193 era un programma volo passeggeri nazionale da Pokhara A Jomsom, Nepal. Il 24 febbraio 2016, otto minuti dopo il decollo, l’aereo in servizio sul volo, a Viking Air DHC-6-400 Doppia lontra è scomparso con 23 persone a bordo.(1)(2)(3)

Ore dopo, il relitto fu ritrovato vicino al villaggio di Dana, Distretto di Myagdi. Non ci sono stati sopravvissuti.(4) È stato l’incidente più mortale di Tara Air.(5)

Aereo(modificare)

IL Lontra gemella DHC-6 era una versione della Serie 400 costruita nel 2012 da Aria vichinga con il numero di serie del produttore 926.(6) Nel settembre 2015 è stato consegnato a Tara Aria e registrato 9N-AHH.(7)(6)(8)

Passeggeri(modificare)

Dei 20 passeggeri a bordo, 18 – tra cui 2 bambini(9) – provenivano dal Nepal, uno da Hong Kong e un altro dal Kuwait.(10)

Mappa del Nepal che mostra il luogo dell’incidente tra l’aeroporto di partenza (Pokhara) e la destinazione prevista (Jomson)

L’aereo è decollato da Pokhara alle 7:50sono l’ora locale. La durata normale del volo sulla rotta è 18minuti. Gli ufficiali della torre di controllo a Pokhara hanno perso il contatto con l’aereo 10minuti dopo il decollo;(10) il relitto è stato trovato a Tirkhe Dhunga, Dana VDC del distretto di Myagdi alle 1:25da una squadra di polizia schierata da Dana Posta di polizia.(9) Tara Air ha riferito che il tempo sia negli aeroporti di origine che in quelli di destinazione è stato favorevole.(10)

Durante il volo, il copilota ha agito come pilota volante e il capitano come pilota di monitoraggio. Durante il viaggio, il volo ha deviato a sinistra ed è salito a 12.000 piedi (3.658 m) per evitare le nuvole. Nell’area di Ghorepani, il sistema di allarme di prossimità al suolo (GPWS) ha iniziato a suonare. L’aereo stava volando tra le nuvole con poca visibilità tra le nuvole. È stata avviata una discesa a 10.000 piedi (3.048 m) e a 10.200 piedi (3.109 m) il GPWS ha suonato di nuovo, ma il capitano ha risposto di non preoccuparsi. Il capitano era abituato a sentire gli avvisi GPWS durante il volo normale, quindi è diventata un’abitudine ignorarli. Circa un minuto prima dell’incidente il capitano ha preso il controllo e ha iniziato la salita. L’aereo ha colpito il fianco di una montagna a 3.261 m (10.700 piedi) e si è fermato a 3.347 m (10.982 piedi) vicino al villaggio di Dana, distretto di Myagdi. L’Aviation Safety Network indica la causa probabile come una perdita di consapevolezza della situazione quando si entra nelle nuvole mentre si vola secondo le regole del volo visivo (VFR).(11)

Recupero(modificare)

Gli elicotteri sono stati utilizzati per cercare lungo il percorso per ore, ma i soccorsi sono stati rallentati dalle cattive condizioni meteorologiche, tra cui fitta nebbia e forte pioggia.(12) Il relitto è stato trovato in fiamme dopo aver colpito il fianco di una montagna, con corpi carbonizzati visibili all’interno.(13) Bishwa Raj Khadka, capo della polizia distrettuale,(14) ha dichiarato che il personale coinvolto nelle operazioni di salvataggio aveva recuperato 17 corpi dal luogo dell’incidente.(15)

Indagine(modificare)

È stata formata una commissione per indagare sull’incidente.(2) Il relitto è stato trovato sparso per circa 200 metri (660 piedi)(16) a Solighopte, Distretto di Myagdi, Zona del Dhaulagiri.(17)(18)

Il rapporto finale dell’incidente, 17 mesi dopo, recitava: “La Commissione conclude che la probabile causa di questo incidente è stata il fatto che, nonostante le condizioni meteorologiche sfavorevoli, la ripetuta decisione dell’equipaggio di entrare nelle nuvole durante VFR volo e la loro deviazione dal percorso normale a causa della perdita di consapevolezza della situazione aggravata dal disorientamento spaziale che porta a CFIT incidente.”(19)

Guarda anche(modificare)

Riferimenti(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto