Tu quoque: cos’è, “anche tu”

Tu quoque (; latino Tū quoque , per “anche tu”) è una tecnica di discussione che intende screditare l’argomentazione dell’avversario attaccando il comportamento e le azioni personali dell’avversario vengono incoerenti con la loro argomentazione, accusando quindi diipocrisia. Questoragionamento speciosoè un tipo speciale diattaccoad hominem. Ildizionario inglese di Oxfordcita l’opera teatrale di John Cooke del 1614The Cittie Gallantcome il primo uso del termine in lingua inglese. Whataboutism” è un esempio moderno particolarmente noto di questa tecnica.

Forma e spiegazione

L’argomento ( fallace tu quoque segue il modello (cioè modello):

  1. La persona A afferma che l’affermazione X è vera.
  2. La persona B afferma che le azioni o le affermazioni passate di A non sono con la verità dell’affermazione X .
  3. Pertanto, X è falso.

Come esempio specifico, considera il seguente scenario in cui la Persona A e la Persona B hanno appena lasciato un negozio.

  1. Persona A: “Hai preso quell’oggetto senza pagarlo. Quello che hai fatto è moralmente sbagliato!”
    • Qui, X è l’affermazione: “Rubare in un negozio è moralmente sbagliato”. La persona A afferma che l’affermazione X è vera.
  2. Persona B: “E allora. Ricordo quando una volta hai fatto la stessa cosa. Non pensavi che fosse sbagliato e nemmeno questo.”
    • La persona B afferma che la persona A è un ipocrita perché una volta la persona A ha commesso la stessa azione.
  3. La persona B ha sostenuto che, poiché la persona A è un ipocrita, non ha il diritto di emettere sentenze sugli altri prima di giudicare se stesso.

Altri esempi artificiali

L’esempio sopra è stato formulato in modo da renderlo riconducibile al modello sopra indicato. Tuttavia, nel linguaggio colloquiale , la tecnica del tu quoque appare più spesso in modi più sottili e meno espliciti, come nel seguente esempio in cui la persona B guida un’auto con la persona A come passeggero:

  1. Persona A: “Smettila di correre così tanti segnali di stop “.
  2. Persona B: “Li gestisci sempre!”

Sebbene né la Persona A né la Persona B affermino esplicitamente cosa sia X , a causa della natura colloquiale della conversazione, resta comunque inteso che l’affermazione X è qualcosa del tipo: “L’esecuzione dei segnali di stop è sbagliata” o qualche altra affermazione simile nello spirito.

La Persona A e/o la Persona B possono anche essere gruppi di individui (ad es. organizzazioni, come corporazioni, governi o partiti politici) piuttosto che singole persone. Ad esempio, le persone A e B potrebbero essere governi come quelli degli Stati Uniti e dell’ex Unione Sovietica , che è la situazione che ha portato al termine ” whataboutism ” con l’argomento ” E tu stai linciando i negri “.

La tecnica del tu quoque può apparire anche al di fuori delle conversazioni. Ad esempio, è possibile per qualcuno che sostiene un certo politico B, che recentemente ha fatto qualcosa di sbagliato, giustificare il fatto di non cambiare il proprio sostegno a un altro politico ragionando con se stesso:

“Sì, il politico B ha fatto questa o quella cosa immorale, ma poi lo fanno anche altri politici. Allora qual è il grosso problema?”

In questo esempio, la Persona B era “Politico B” mentre la Persona A era “altri politici”.


https://en.wikipedia.org/wiki/Tu_quoque

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *