Tratto gastrointestinale

Tratto gastrointestinale: cos’è, intestino.

Il tratto gastrointestinale ( tratto gastrointestinale , tubo digerente , canale alimentare ) è il tratto o passaggio dell’apparato digerente che conduce dalla bocca all’ano . Il tratto gastrointestinale contiene tutti i principali organi dell’apparato digerente, nell’uomo e in altri animali, compreso l’ esofago , lo stomaco e l ‘ . Il cibo ingerito attraverso la bocca viene digerito per estrarre i nutrienti e assorbire energia, e le scorie vengono espulse nell’ano sotto forma di feci .Gastrointestinale è un aggettivo che significa o relativo allo stomaco e all’intestino.

Diagramma di stomaco , intestino e retto nell'uomo medio
Diagramma di stomaco , intestino e retto nell’uomo medio

La maggior parte degli animali ha un tratto digestivo “attraverso l’intestino” o completo. Le eccezioni sono più primitive: le spugne hanno piccoli pori ( ostia ) in tutto il corpo per la digestione e un poro dorsale più grande ( osculum ) per l’escrezione, le gelatine a pettine hanno sia una bocca ventrale che pori anali dorsali, mentre cnidari e acoel hanno un singolo poro per sia la digestione che l’escrezione.

Il tratto gastrointestinale umano è costituito dall’esofago , dallo stomaco e dall’intestino ed è diviso nel tratto gastrointestinale superiore e inferiore. Il tratto gastrointestinale comprende tutte le strutture tra la bocca e l’ ano , formando un passaggio continuo che include i principali organi della digestione, vale a dire lo stomaco , l’ intestino tenue e l’ intestino crasso . L’intero apparato digerente umano è costituito dal tratto gastrointestinale più gli organi accessori della digestione ( lingua , ghiandole salivari , pancreas, fegato ). e cistifellea ). Il tratto può anche essere diviso in intestino anteriore , intestino medio e intestino posteriore , riflettendo l’ origine embriologica di ciascun segmento. L’intero tratto gastrointestinale umano è lungo circa nove metri (30 piedi) all’autopsia . È considerevolmente nel corpo vivente perché gli in corto testitini, che sono tubi di tessuto muscolare liscio, più rilassati untono muscolare costante in uno stato di mezza tensione, ma possono rilassarsi in alcuni punti per consentire la distensione locale e la peristalsi .

Il tratto gastrointestinale contiene il microbiota intestinale , con circa 4.000 diversi ceppi di batteri che hanno ruoli diversi nel mantenimento della salute immunitaria e del metabolismo , e molti altri microrganismi . Le cellule del tratto gastrointestinale rilasciano ormoni per aiutare a regolare il processo digestivo. Questi ormoni digestivi , tra cui gastrina , secretina , colecistochinina e grelina , sono mediati attraverso l’ attività intracrina oautocrina meccanismi, indicando che le cellule che rilasciano questi ormoni sono strutture conservate durante l’evoluzione .

Tratto gastrointestinale umano

Struttura

Salivary glands Parotid gland Submandibular gland Sublingual gland pharynx Tongue Esophagus Pancreas Stomach Pancreatic duct Ileum Anus Rectum Vermiform appendix Cecum Descending colon Ascending colon Transverse colon Colon (anatomy) Bile duct Duodenum Gallbladder Liver oral cavity

Tratto gastrointestinale umano superiore e inferiore

La struttura e la funzione possono essere sia come anatomia macroscopica che come anatomia o istologia microscopica . Il tratto stesso è diviso in tratti superiore e inferiore e le parti piccole e grandi dell’intestino.

Tratto gastrointestinale superiore

Il tratto gastrointestinale superiore è costituito da bocca , faringe , esofago , stomaco e duodeno . L’esatta demarcazione tra il tratto superiore e quello inferiore è il muscolo sospensivo del duodeno . Questa differenza i confini embrionali tra l’intestino anteriore ed è anche la divisione e comunemente dai medici per descrivere il sanguinamento gastrointestinale come di origine “superiore” o “inferiore”. Dopo la dissezione , il duodeno può sembrare un organo unificato, ma è diviso in quattro segmenti in base alla funzione, alla posizione e all’anatomia interna.I quattro segmenti del duodeno sono i seguenti (partendo dallo stomaco e dirigendosi verso il digiuno): bulbo , discendente, orizzontale e ascendente. Il muscolo sospensivo attacca il bordo superiore del duodeno ascendente al diaframma .

Il muscolo sospensivo è un importante punto di riferimento anatomico che mostra la divisione formale tra il duodeno e il digiuno, rispettivamente la prima e la seconda parte dell’intestino tenue. Questo è un sottile muscolo che deriva dal mesoderma embrionale .

Tratto gastrointestinale inferiore

Il tratto gastrointestinale inferiore comprende la maggior parte dell’intestino tenue e tutto l’ intestino crasso . Nell’anatomia umana , l’ intestino ( intestino , o intestino . greco: éntera ) è il segmento del tratto gastrointestinale che si estende dallo sfintere pilorico dello stomaco all’ano e come in altri mammiferi, è costituito da due segmenti intestino, il piccolo intestino e intestino crasso . Nell’uomo, l’intestino tenue è ulteriormente suddiviso in duodeno , digiuno eileomentre l’intestino crasso è suddiviso in cieco ,colon ascendente, trasverso, discendente e sigmoideo , retto e canale anale .

Tenue dell’intestino

Illustrazione dell’intestino tenue

L’ intestino tenue inizia nel duodeno ed è una struttura tubolare, generalmente lunga tra 6 e 7 m. La sua area mucosa in un essere umano adulto è di circa 30 m 2 (320 piedi quadrati). La combinazione delle piegheri circolari , dei villi e dei microvilli aumenta l’area di assorbimento della mucosa di circa 600, per un’area totale di circa 250 m 2 (2.700 piedi quadrati) per l’intero intestino tenue. La sua funzione principale è quella di assorbire i prodotti della digestione (compresi carboidrati, proteine, lipidi e vitamine) nel flusso sanguigno. Ci sono tre divisioni principali:

  1. Duodeno : una corta (lunga circa 20-25 cm ) che riceve il chimo dallo stomaco, insieme al succo pancreatico contenente enzimi digestivi e bile dalla cistifellea . Gli enzimi digestivi scompongono le proteine ​​e la bile emulsiona i grassi in micelle . Il duodeno contiene le ghiandole di Brunner che producono una secrezione alcalina ricca di muco contenente bicarbonato . Queste secrezioni, in combinazione con il bicarbonato del pancreas, neutralizzano gli acidi dello stomaco contenuti nel chimo.
  2. Jejunum : questa è la sezione centrale dell’intestino tenue, che collega il duodeno all’ileo. È lungo circa 2,5 m (8,2) e contiene le pieghe circolari note anche come pliche circolari e villi che ne raggiungono la superficie. I prodotti della digestione (zuccheri, aminoacidi e acidi grassi) vengono qui assorbiti nel flusso sanguigno.
  3. Ileo : la sezione finale dell’intestino tenue. È lungo circa 3 me contiene villi simili al digiuno. Assorbe principalmente la vitamina B12 e gli acidi biliari , oltre a tutti gli altri nutrienti rimanenti.
Intestino Crasso

L’ intestino crasso chiamato anche colon, è costituito dal cieco , dal retto e dal canale anale . Comprende anche l’ appendice , che è attaccata al cieco . Il colon è ulteriormente suddiviso in:

  1. Cecum (prima porzione del colon) e appendice
  2. Colon ascendente (ascendente nella parete posteriore dell’addome)
  3. Flessura colica destra (porzione flessa del colon ascendente e trasverso apparente al fegato )
  4. Colon trasverso (passando sotto il diaframma)
  5. Flessura colica sinistra (porzione flessa del colon trasverso e discendente apparente alla milza )
  6. Colon discendente (discendente lungo il lato sinistro dell’addome)
  7. Colon sigmoideo (un’ansa del colon più vicina al retto)
  8. Retto
  9. Canale anale

La funzione dell’intestino crasso è quella di assorbire l’acqua e sali. L’area della grande mucosa intestinale di un essere umano adulto è di circa 2 m 2 (22 piedi quadrati).

Sviluppo

L’intestino è una struttura derivata dall’endoderma . Intorno al sedicesimo giorno di sviluppo umano, l’ embrione inizia a piegarsi ventralmente (con la superficie ventrale dell’embrione che diventa concava ) in due direzioni: i lati dell’embrione si piegano l’uno sull’altro e la testa e la coda si piegano l’una verso l’altra. Il risultato è che un pezzo del sacco vitellino , una struttura rivestita di endoderma a contatto con l’ aspetto ventrale dell’embrione, inizia a staccarsi per diventare l’intestino primitivo. Il sacco vitellino rimane collegato al tubo intestinale tramite il dotto vitellino. Di solito, questa struttura regredisce durante lo sviluppo; nei casi in cui non lo fa, è noto come diverticolo di Meckel .

Durante la vita fetale , l’intestino primitivo viene gradualmente modellato in tre segmenti: intestino anteriore , intestino medio e intestino posteriore . Sebbene questi termini siano spesso usati in riferimento a segmenti dell’intestino primitivo, sono anche usati regolarmente per descrivere anche le regioni dell’intestino definitivo.

Ogni segmento dell’intestino è ulteriormente specificato e dà origine a specifiche strutture intestinali e correlate all’intestino nello sviluppo successivo. I componenti derivati ​​dall’intestino vero e proprio, inclusi lo stomaco e il colon , si sviluppano come gonfiori o dilatazioni nelle cellule dell’intestino primitivo. Al contrario, i derivati ​​intestinali, cioè quelle strutture che derivano dall’intestino primitivo ma non fanno parte dell’intestino vero e proprio, in generale, si sviluppano come out-pouching dell’intestino primitivo. I vasi sanguigni che forniscono queste strutture rimangono costanti durante lo sviluppo.

Parte Parte in adulto Dà vita a Rifornimento arterioso
anticipa esofago alle prime 2 sezioni del duodeno Esofago, stomaco, duodeno (1a e 2a parte), fegato, cistifellea, pancreas, porzione superiore del pancreas
(notare che sebbene la milza sia fornita dal tronco celiaco , è derivata dal mesentere dorsale e quindi non un derivato anteriore)
tronco celiaco
Midgut duodeno inferiore, ai primi due terzi del colon trasverso duodeno inferiore , digiuno , ileo , cieco , appendice , colon ascendente e primi due terzi del colon trasverso rami dell’arteria mesenterica superiore
Hindgut ultimo terzo del colon trasverso, nella parte superiore del canale anale ultimo terzo del colon trasverso , colon discendente , retto e parte superiore del canale anale rami dell’arteria mesenterica inferiore

Istologia

Struttura generale della parete intestinale

  • 1: Mucosa: epitelio
  • 2: Mucosa: Lamina propria
  • 3: Mucosa: Muscularis mucosae
  • 4: Lumen
  • 5: Tessuto linfatico
  • 6: Condotto della ghiandola al di fuori del tratto
  • 7: Ghiandola nella mucosa
  • 8: sottomucosa
  • 9: Ghiandole nella sottomucosa
  • 10: plesso sottomucoso di Meissner
  • 11: Vena
  • 12: Muscularis: Muscolo circolare
  • 13: Muscularis: muscolo longitudinale
  • 14: sierosa: tessuto connettivo areolare
  • 15: sierosa: epitelio
  • 16: plesso mienterico di Auerbach
  • 17: nervo
  • 18: Arteria
  • 19: mesentere

Il tratto gastrointestinale ha una forma di istologia generale con alcune differenze che riflettono la specializzazione in anatomia funzionale. Il tratto GI può essere suddiviso in quattro strati concentrici nel seguente ordine:

  • Mucosa
  • sottomucosa
  • Strato muscolare
  • Avventizia o sierosa
Mucosa

La mucosa è lo strato più interno del tratto gastrointestinale. La mucosa circonda il lume , o spazio aperto all’interno del tubo. Questo strato viene a diretto contatto con il cibo digerito ( chimo ). La mucosa è composta da:

  • Epitelio : strato più interno. Responsabile della maggior parte dei processi digestivi, di assorbimento e secretorio.
  • Lamina propria – uno strato di tessuto connettivo. Insolitamente cellulare rispetto alla maggior parte del tessuto connettivo
  • Muscularis mucosae – un sottile strato di muscolatura liscia che aiuta il passaggio del materiale e migliora l’interazione tra lo strato epiteliale e il contenuto del lume mediante agitazione e peristalsi

Le mucose sono altamente specializzate in ogni organo del tratto gastrointestinale per affrontare le diverse condizioni. La maggior variazione si vede nell’epitelio.

sottomucosa

La sottomucosa è costituita da uno strato denso e irregolare di tessuto connettivo con grandi vasi sanguigni, linfatici e nervi che si ramificano nella mucosa e nella muscolatura esterna . Contiene il plesso sottomucoso , un plesso nervoso enterico , situato sulla superficie interna della muscolare esterna .

Strato muscolare

Lo strato muscolare è costituito da uno strato circolare interno e uno strato esterno longitudinale . Lo strato circolare impedisce al cibo di viaggiare all’indietro e lo strato longitudinale accorcia il tratto. Gli strati non sono veramente longitudinali o circolari, piuttosto gli strati muscolari sono elicoidali con passi diversi. La circolare interna è elicoidale con un passo ripido e il longitudinale esterno è elicoidale con un passo molto meno profondo. Mentre la muscolaris esterna è simile in tutto il tratto gastrointestinale, un’eccezione è lo stomaco che ha uno strato muscolare obliquo interno aggiuntivo per aiutare a macinare e mescolare il cibo. La muscolare esterna dello stomaco è composta dallo strato obliquo interno, dallo strato circolare medio e dallo strato longitudinale esterno.

Tra gli strati muscolari circolari e longitudinali si trova il plesso mienterico . Questo controlla la peristalsi. L’attività è avviata dalle cellule del pacemaker ( cellule interstiziali mienteriche di Cajal ). L’intestino ha un’attività peristaltica intrinseca ( ritmo elettrico basale ) a causa del suo sistema nervoso enterico autonomo. La frequenza può essere modulata dal resto del sistema nervoso autonomo .

Le contrazioni coordinate di questi strati sono chiamate peristalsi e spingono il cibo attraverso il tratto. Il cibo nel tratto gastrointestinale è chiamato bolo (palla di cibo) dalla bocca allo stomaco. Dopo lo stomaco, il cibo è parzialmente digerito e semiliquido e viene chiamato chimo . Nell’intestino crasso la rimanente sostanza semisolida è indicata come feci .

Avventizia e sierosa

Lo strato più esterno del tratto gastrointestinale è costituito da diversi strati di tessuto connettivo .

Le parti intraperitoneali del tratto gastrointestinale sono ricoperte da sierosa . Questi includono la maggior parte dello stomaco , la prima parte del duodeno , tutto l’ intestino tenue , il cieco e l’ appendice , il colon trasverso , il colon sigmoideo e il retto . In queste sezioni dell’intestino, c’è un chiaro confine tra l’intestino e il tessuto circostante. Queste parti del tratto hanno un mesentere .

Le parti retroperitoneali sono ricoperte da avventizia . Si fondono nel tessuto circostante e sono fissati in posizione. Ad esempio, la sezione retroperitoneale del duodeno passa solitamente attraverso il piano transpilorico . Questi includono l’ esofago , il piloro dello stomaco, il duodeno distale , il colon ascendente , il colon discendente e il canale anale . Inoltre, la cavità orale ha avventizia.

Espressione genica e proteica

Circa 20.000 geni codificanti proteine ​​sono espressi nelle cellule umane e il 75% di questi geni è espresso in almeno una delle diverse parti dell’apparato digerente. Oltre 600 di questi geni sono espressi in modo più specifico in una o più parti del tratto gastrointestinale e le proteine ​​corrispondenti hanno funzioni legate alla digestione del cibo e all’assorbimento dei nutrienti. Esempi di proteine ​​specifiche con tali funzioni sono il pepsinogeno PGC e la lipasi LIPF , espressi nelle cellule principali , e l’ ATPasi gastrica ATP4A e il fattore intrinseco gastrico GIF , espressi nelle cellule parietali della mucosa dello stomaco. Includono proteine ​​specifiche espresse nello stomaco e nel duodeno coinvolte nella difesaproteine ​​della mucina , come mucina 6 e intelectin-1 .

Tempo impiegato

Il tempo impiegato dal cibo per transitare attraverso il tratto gastrointestinale varia in base a molteplici fattori, tra cui età, etnia e sesso. Diverse tecniche sono state utilizzate per misurare il tempo di transito, inclusa la radiografia dopo un pasto marcato con bario , l’ analisi dell’idrogeno nel respiro e l’analisi scintigrafica dopo un pasto radiomarcato . Occorrono dalle 2,5 alle 3 ore perché il 50% del contenuto lasci lo stomaco. La velocità di digestione dipende anche dal materiale che viene digerito, poiché la composizione del cibo dello stesso pasto può lasciare lo stomaco a velocità diverse. Lo svuotamento totale dello stomaco richiede circa 4-5 ore e il transito attraverso il colon richiede dalle 30 alle 50 ore.

Funzione immunitaria

Il tratto gastrointestinale costituisce una parte importante del sistema immunitario .

Barriera immunitaria

La superficie del tubo digerente è stimata in circa 32 mq, ovvero circa mezzo campo da badminton. Con un’esposizione così ampia (più di tre volte più grande della superficie esposta della pelle ), questi componenti immunitari funzionano per impedire agli agenti patogeni di entrare nel sistema circolatorio sanguigno e linfatico. I componenti fondamentali di questa protezione sono forniti dalla barriera mucosa intestinale , che è composta da elementi fisici, biochimici e immunitari elaborati dalla mucosa intestinale. I microrganismi sono inoltre tenuti a bada da un vasto sistema immunitario che comprende il tessuto linfoide associato all’intestino (GALT)

Ci sono ulteriori fattori che contribuiscono alla protezione dall’invasione di agenti patogeni. Ad esempio, un pH basso (che varia da 1 a 4) dello stomaco è fatale per molti microrganismi che vi entrano. Allo stesso modo, il muco (contenente anticorpi IgA ) neutralizza molti microrganismi patogeni. Altri fattori nel contributo del tratto gastrointestinale alla funzione immunitaria includono gli enzimi secreti nella saliva e nella bile .

Omeostasi del sistema immunitario

I batteri benefici possono anche contribuire all’omeostasi del sistema immunitario gastrointestinale. Ad esempio, i Clostridia , uno dei gruppi batterici più predominanti nel tratto gastrointestinale, svolgono un ruolo importante nell’influenzare la dinamica del sistema immunitario dell’intestino. È stato dimostrato che l’assunzione di una dieta ricca di fibre potrebbe essere responsabile dell’induzione delle cellule T-regolatorie (Tregs). Ciò è dovuto alla produzione di acidi grassi a catena corta durante la fermentazione di nutrienti di origine vegetale come butirrato e propionato . Fondamentalmente, il butirrato induce la differenziazione delle cellule Treg migliorando l’ acetilazione dell’istone H3 nel promotore e nelle regioni di sequenza non codificanti conservate del locus FOXP3 , regolando così i linfociti T , con conseguente riduzione della risposta infiammatoria e delle allergie.

Microbiota intestinale

L’intestino crasso ospita diversi tipi di batteri che possono trattare molecole che il corpo umano non può altrimenti scomporre. Questo è un esempio di simbiosi . Questi batteri sono anche responsabili della produzione di gas all’interfaccia ospite-patogeno all’interno dell’intestino (questo gas viene rilasciato sotto forma di flatulenza quando viene eliminato attraverso l’ano). Tuttavia, l’intestino crasso si occupa principalmente dell’assorbimento dell’acqua dal materiale digerito (che è regolato dall’ipotalamo ) e del riassorbimento del sodio , nonché di tutti i nutrienti che potrebbero essere sfuggiti alla digestione primaria nell’ileo.

I batteri intestinali della flora intestinale che migliorano la salute servono a prevenire la crescita eccessiva di batteri potenzialmente dannosi nell’intestino. Questi due tipi di batteri competono per lo spazio e il “cibo”, poiché ci sono risorse limitate all’interno del tratto intestinale. Un rapporto dell’80-85% di benefici rispetto al 15-20% di batteri potenzialmente dannosi è generalmente considerato normale all’interno dell’intestino e mantiene l’omeostasi . Un cattivo rapporto di batteri potenzialmente dannosi può interrompere questo equilibrio e causare disbiosi .

Disintossicazione e metabolismo dei farmaci

Enzimi come il CYP3A4 , insieme alle attività antiportatrici , sono anche strumentali al ruolo dell’intestino del metabolismo dei farmaci nella disintossicazione degli antigeni e degli xenobiotici .

Significato clinico

Malattie

Ci sono molte malattie e condizioni che possono colpire il sistema gastrointestinale, comprese infezioni , infiammazioni e cancro .

Vari agenti patogeni , come i batteri che causano malattie di origine alimentare , possono indurre gastroenterite che deriva dall’infiammazione dello stomaco e dell’intestino tenue. Gli antibiotici per il trattamento di tali infezioni batteriche possono ridurre la diversità del microbioma del tratto gastrointestinale e abilitare ulteriormente i mediatori dell’infiammazione. La gastroenterite è la malattia più comune del tratto gastrointestinale.

  • Il cancro gastrointestinale può verificarsi in qualsiasi punto del tratto gastrointestinale e include cancro della bocca , cancro della lingua , cancro dell’esofago , cancro dello stomaco e cancro del colon-retto .
  • Condizioni infiammatorie. L’ileite è un’infiammazione dell’ileo , la colite è un’infiammazione dell’intestino crasso .
  • L’appendicite è un’infiammazione dell’appendice situata nel cieco. Questa è una condizione potenzialmente fatale se non trattata; la maggior parte dei casi di appendicite richiede un intervento chirurgico.

La malattia diverticolare è una condizione molto comune nelle persone anziane nei paesi industrializzati. Di solito colpisce l’intestino crasso, ma è noto che colpisce anche l’intestino tenue. La diverticolosi si verifica quando si formano sacche sulla parete intestinale. Una volta che le borse si infiammano, si parla di diverticolite .

La malattia infiammatoria intestinale è una condizione infiammatoria che colpisce le pareti dell’intestino e comprende i sottotipi morbo di Crohn e colite ulcerosa . Mentre il morbo di Crohn può colpire l’intero tratto gastrointestinale, la colite ulcerosa è limitata all’intestino crasso. La malattia di Crohn è ampiamente considerata una malattia autoimmune . Sebbene la colite ulcerosa sia spesso trattata come se fosse una malattia autoimmune, non vi è consenso sul fatto che sia effettivamente tale.

Disturbi gastrointestinali funzionali il più comune dei quali è la sindrome dell’intestino irritabile . La costipazione funzionale e il dolore addominale funzionale cronico sono altri disturbi funzionali dell’intestino che hanno cause fisiologiche ma non hanno patologie strutturali, chimiche o infettive identificabili.

Sintomi

Diversi sintomi sono usati per indicare problemi con il tratto gastrointestinale:

  • Vomito , che può includere rigurgito di cibo o vomito di sangue
  • Diarrea , ovvero il passaggio di feci liquide o più frequenti
  • Costipazione , che si riferisce al passaggio di feci meno numerose e indurite
  • Sangue nelle feci , che comprende sangue rosso fresco, sangue color marrone rossiccio e sangue color catrame

Trattamento

La chirurgia gastrointestinale può spesso essere eseguita in regime ambulatoriale. Negli Stati Uniti nel 2012, le operazioni sull’apparato digerente hanno rappresentato 3 delle 25 procedure chirurgiche ambulatoriali più comuni e hanno costituito il 9,1% di tutti gli interventi chirurgici ambulatoriali ambulatoriali.

Imaging

Vari metodi di imaging del tratto gastrointestinale includono la serie gastrointestinale superiore e inferiore :

  • I coloranti radioopachi possono essere ingeriti per produrre una deglutizione di bario
  • Parti del tratto possono essere visualizzate da telecamera. Questo è noto come endoscopia se si esamina il tratto gastrointestinale superiore e colonscopia o sigmoidoscopia se si esamina il tratto gastrointestinale inferiore. L’endoscopia della capsula è il punto in cui una capsula contenente una telecamera viene ingerita per esaminare il tratto. Le biopsie possono anche essere prese durante l’esame.
  • Una radiografia addominale può essere utilizzata per esaminare il tratto gastrointestinale inferiore.

Altre malattie correlate

  • Colera
  • Cisti di duplicazione enterica
  • Giardiasi
  • Pancreatite
  • Ulcera peptica
  • Febbre gialla
  • Helicobacter pylori è unspirale gram-negativo . Più della metà della popolazione mondiale ne è infetta, principalmente durante l’infanzia; non è certo come viene trasmessa la malattia. Colonizza il sistema gastrointestinale, principalmente lo stomaco. Il batterio ha condizioni di sopravvivenza specifiche che sono specifiche del microambiente gastrico umano : è sia capnofilo che microaerofilo . Helicobacter mostra anche un tropismo per il rivestimento epiteliale gastrico e lo strato della mucosa gastrica che lo circonda. La colonizzazione gastrica di questo batterio innesca una robusta risposta immunitaria che porta a un’infiammazione da moderata a grave , nota comegastrite . Segni e sintomi di infezione sono gastrite, bruciore addominale, perdita di peso, perdita di appetito, gonfiore, rutti, nausea, vomito sanguinolento e feci catramose nere. L’infezione può essere rilevata in diversi modi: raggi X gastrointestinali, endoscopia, esami del sangue per gli anticorpi anti- Helicobacter , un test delle feci e un test del respiro dell’ureasi (che è un sottoprodotto dei batteri). Se catturato abbastanza presto, può essere trattato con tre dosi di diversi inibitori della pompa protonica e due antibiotici, impiegando circa una settimana per guarire. Se non viene catturato abbastanza presto, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.
  • La pseudo-ostruzione intestinale è una sindrome causata da una malformazione dell’apparato digerente, caratterizzata da una grave compromissione della capacità dell’intestino di spingere e assimilare. I sintomi includono dolore addominale e allo stomaco quotidiano, nausea, grave distensione, vomito, bruciore di stomaco, disfagia, diarrea, costipazione, disidratazione e malnutrizione. Non esiste una cura per la pseudo-ostruzione intestinale. Possono essere necessari diversi tipi di chirurgia e trattamento per la gestione di complicazioni potenzialmente letali come ileo e volvolo, stasi intestinale che porta a una crescita eccessiva di batteri e la resezione delle parti dell’intestino colpite o morte. Molti pazienti richiedono nutrizione parenterale.
  • Ileo è un blocco dell’intestino.
  • La celiachia è una forma comune di malassorbimento , che colpisce fino all’1% delle persone di origine nord europea. Una risposta autoimmune è innescata nelle cellule intestinali dalla digestione delle proteine ​​del glutine. L’ingestione di proteine ​​presenti nel frumento, nell’orzo e nella segale provoca atrofia dei villi nell’intestino tenue. L’unico trattamento è l’evitamento dietetico permanente di questi alimenti in una dieta priva di glutine.
  • Gli enterovirus prendono il nome dalla loro via di trasmissione attraverso l’intestino ( enterico che significa intestinale), ma i loro sintomi non sono principalmente associati all’intestino.
  • L’endometriosi può colpire l’intestino, con sintomi simili all’IBS.
  • La torsione intestinale (o, allo stesso modo, lo strangolamento intestinale) è un evento relativamente raro (di solito si sviluppa qualche tempo dopo un intervento chirurgico intestinale maggiore). Tuttavia, è difficile da diagnosticare correttamente e, se non corretto, può portare a infarto intestinale e morte. (Si ritiene che il cantante Maurice Gibb sia morto per questo.)
  • Angiodisplasia del colon
  • Stipsi
  • Diarrea
  • Malattia di Hirschsprung (aganglionosi)
  • Intussuscezione
  • Polipo (medicina) (vedi anche polipo colorettale )
  • Colite pseudomembranosa
  • Il megacolon tossico di solito è una complicanza della colite ulcerosa

Usi delle budella degli animali

Gli intestini di animali diversi dall’uomo vengono utilizzati in diversi modi. Da ogni specie di bestiame fonte di latte si ricava un corrispondente caglio dalle viscere dei vitelli allattati con latte . Si mangiano intestini di maiale e di vitello e gli intestini di maiale vengono usati come budelli per salsicce . Gli intestini di vitello forniscono la fosfatasi alcalina (CIP) intestinale del vitello e sono usati per produrre la pelle del battitore d’oro . Altri usi sono:

  • L’uso di corde di budello animale da parte dei musicisti può essere fatto risalire alla terza dinastia egizia . In passato, le corde erano fatte di budello di agnello . Con l’avvento dell’era moderna, i musicisti hanno avuto la tendenza a utilizzare corde di seta , o materiali sintetici come nylon o acciaio . Alcuni strumentisti, tuttavia, usano ancora corde di budello per evocare la vecchia qualità del suono. Sebbene tali corde fossero comunemente chiamate corde di budello , i gatti non furono mai usati come fonte per le corde di budello.
  • Il budello di pecora era la fonte originale per le corde di budello naturale utilizzate nelle racchette , come per esempio nel tennis . Oggi le corde sintetiche sono molto più comuni, ma le migliori corde in budello sono ora realizzate con budello di mucca .
  • Il cordone di budello è stato utilizzato anche per produrre corde per i rullanti che forniscono il caratteristico timbro ronzante di un rullante . Mentre il moderno rullante utilizza quasi sempre filo di metallo anziché corda di budello, il tamburo a telaio bendir nordafricano utilizza ancora il budello per questo scopo.
  • I gusci di salsicce “naturali” , o involucri , sono fatti di budello di animali, in particolare di maiale, manzo e agnello.
  • L’involucro di kokoretsi , gardoubakia e torcinello è fatto di budello di agnello (o capra).
  • L’haggis è tradizionalmente bollito e servito in uno stomaco di pecora.
  • I friarielli , una specie di cibo, sono costituiti da budella di maiale accuratamente lavata .
  • Il budello animale è stato utilizzato per realizzare le linee dei cavi negli orologi a cassa lunga e per i movimenti dei fusibili negli orologi a staffa , ma può essere sostituito da filo metallico.
  • I più antichi preservativi conosciuti , del 1640 d.C., erano realizzati con intestino di animali.

Altri animali

Molti uccelli e altri animali hanno uno stomaco specializzato nel tratto digestivo chiamato ventriglio usato per macinare il cibo.

Un’altra caratteristica che non si trova nell’uomo ma che si trova in una serie di altri animali è il raccolto . Negli uccelli si trova come una sacca lungo l’esofago.

La maggior parte dei vertebrati, inclusi pesci , anfibi , uccelli , rettili e mammiferi che depongono le uova, hanno una grande differenza nel loro tratto gastrointestinale in quanto termina in una cloaca e non in un ano , avendo unito il sistema urinario con il poro genito-anale. I therian (la maggior parte degli altri mammiferi, compreso l’uomo) hanno separato il loro ano dall’apertura urogenitale per entrambi i sessi, con i placentali del sottogruppo che in seguito hanno separato le loro aperture urinarie e genitali di una piccola distanza, questa volta solo nelle femmine.

Nel 2020 è stato scoperto il più antico tratto digestivo fossile conosciuto, di un organismo simile a un verme estinto nei Cloudinidae ; visse durante il tardo periodo Ediacarano circa 550 milioni di anni fa.

Si pensa che un intestino passante (uno con bocca e ano) si sia evoluto all’interno del clade nefrozoico di Bilateria , dopo che il loro orifizio ventrale ancestrale (singolo, come negli cnidari e negli acoel ; rievolveto nei nefrozoi come i vermi piatti ) allungato antero-posteriore , prima che la parte centrale del tratto si restringesse e si chiudesse completamente, lasciando un orifizio anteriore (bocca) e un orifizio posteriore (ano più apertura genitale ). Un intestino teso senza la parte mediana chiusa è presente in un altro ramo dei bilateri, i proarticolati estinti . Questo e l’ anfistomicolo sviluppo (quando sia la bocca che l’ano si sviluppano dall’intestino allungato nell’embrione) presente in alcuni nefrozoi (es. nematodi ) sono considerati a sostegno di questa ipotesi.

Guarda anche

  • Fisiologia gastrointestinale
  • Gut-on-a-chip
  • Tutte le pagine con titoli che iniziano con Gastrointestinal
  • Tutte le pagine con titoli contenenti Gastrointestinal

Tutto sull’argomento:

Sistema digerente: cos’è, tutto sull’argomento..

Tratto da Wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Intestino

https://en.wikipedia.org/wiki/Gastrointestinal_tract#Lower_gastrointestinal_tract

https://fr.wikipedia.org/wiki/Intestin

https://de.wikipedia.org/wiki/Darm

https://ca.wikipedia.org/wiki/Intest%C3%AD

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: