Tetracloruro di tellurio – Wikipedia

[ad_1]

Tetracloruro di tellurio
Tetracloruro di tellurio
Nomi
nomi IUPAC
Tellurio (IV) cloruro
Tetratellurium esadecacloruro
Altri nomi
Cloruro di tellurio
Identificatori
ChemSpider
Scheda informativa dell’ECHA 100.030.038 Modificalo su Wikidata
UNII
  • InChI=1S/Cl4Te/c1-5(2,3)4 dai un'occhiataY
    Legenda: SWLJJEFSPJCUBD-UHFFFAOYSA-N dai un'occhiataY
  • InChI=1/Cl4Te/c1-5(2,3)4

    Legenda: SWLJJEFSPJCUBD-UHFFFAOYAL

Proprietà
[TeCl4]4
Massa molare 1077,64 g/mol
Aspetto esteriore igroscopico solido giallo pallido
(se fuso, liquido marrone rossiccio)
Densità 3,26 g/cm3solido
Punto di fusione 224 ° C (435 ° F; 497 K)
Punto di ebollizione 380 ° C (716 ° F; 653 K)
Struttura
Monoclinico, mS80
C12/c1, n. 15
Ottaedrico distorto (Te)
Altalena (fase gassosa)
2.59 D (fase gassosa)
Pericoli
La sicurezza e la salute sul lavoro (OHS/SSL):
Principali rischi Tossico, corrosivo,
irritante per le vie respiratorie
Composti correlati
Tetrafluoruro di tellurio
Tellurio tetrabromuro
Tetraioduro di tellurio
Tetracloruro di selenio
Tetracloruro di polonio
Composti correlati Dicloruro di tellurio
Salvo diversa indicazione, i dati sono forniti per i materiali in loro stato standard (a 25°C [77 °F]100 kPa).

Composto chimico

Tetracloruro di tellurio è il composto inorganico con il formula empirica TeCl4. Il composto è volatile, sublimando a 200°C a 0,1 mmHg.[1] TeCl fuso4 è ionico, dissociandosi in TeCl3+ e Te2cl102-.[1]

Struttura[edit]

TeCl4 è monomerico in fase gas, con una struttura simile a quella di SF4.[2] Allo stato solido è a tetramerico ammasso di tipo cubanocomposto da un Te4cl4 core e tre cloruri terminali ligandi per ogni Te. In alternativa, questa struttura tetramerica può essere considerata come un Te4 tetraedro con cloro che ricoprono la faccia e tre cloro terminali per atomo di tellurio, dando a ciascun atomo di tellurio un ambiente ottaedrico distorto

Sintesi[edit]

TeCl4 è preparato da clorazione di tellurio polvere:

Te + 2 Cl2 → TeCl4

La reazione è iniziata con il calore. Il prodotto viene isolato per distillazione.[3]

Applicazioni[edit]

TeCl4 è di interesse occasionale sintesi organica.[4] Si aggiunge agli alcheni per dare Cl-CC-TeCl3 derivati, in cui il Te può essere successivamente rimosso con solfuro di sodio. Gli areni ricchi di elettroni reagiscono per dare composti arilici di Te. Così, anisolo dà TeCl2(C6H4OM)2che può essere ridotto al tellururo diarilico.

Considerazioni sulla sicurezza[edit]

Come nel caso di altri composti di tellurio, TeCl4 è tossico. Rilascia anche HCl per idrolisi.

Riferimenti[edit]

  1. ^ un b Greenwood, Norman N.; Earnshaw, Alan (1997). Chimica degli elementi (2a ed.). Butterworth-Heinemann. ISBN 978-0-08-037941-8.
  2. ^ Cotone, F. Albert; Wilkinson, Geoffrey; Murillo, Carlos A.; Bochmann, Manfred (1999), Chimica inorganica avanzata (6a ed.), New York: Wiley-Interscience, ISBN 0-471-19957-5
  3. ^ Suttle, JF; Smith, CRF (1950). Audrieth, Ludwig F. (a cura di). Tellurio (IV) cloruro. Sintesi inorganiche. vol. 3. pp. 140–2. doi:10.1002/9780470132340. ISBN 978-0-470-13162-6.{{cite book}}: Manutenzione CS1: più nomi: elenco autori (collegamento)
  4. ^ Petragnani, N.; Comasseto, JV (1991). “Reagenti di tellurio nella sintesi organica; progressi recenti. Parte 1”. Sintesi. 1991 (10): 793–817. doi:10.1055/s-1991-26577. e Petragnani, N.; Comasseto, JV (1991). “Reagenti di tellurio nella sintesi organica; progressi recenti. Parte 2”. Sintesi. 1991 (11): 897–919. doi:10.1055/s-1991-26605.


[ad_2]
Source link

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: