Telescopio solare svedese: cos’è, rifrattore

Il telescopio solare svedese da 1 m (o SST) è un telescopio solare rifrattore dell’Osservatorio Roque de los Muchachos , La Palma nelle Isole Canarie . È gestito dall’Istituto di Fisica Solare dell’Università di Stoccolma . L’elemento principale è una singola lente in silice fusa , che lo rende il secondo telescopio rifrattore ottico più grande in uso al mondo. L’obiettivo da 110 cm ha un’apertura chiara del diametro di 98 cm. L’SST è spesso usato come telescopio Schupmann , correggendo così leaberrazioni cromatiche della canottiera primaria.

Telescopio solare svedese.jpg

L’SST è un telescopio a vuoto, il che significa che è evacuato internamente per evitare l’interruzione dell’immagine dall’aria all’interno. Questo è un problema particolare con i telescopi solari a causa del riscaldamento delle grandi quantità di luce raccolta che viene trasmesso all’aria causando il degrado dell’immagine.

A partire dal 2005 l’SST ha prodotto le immagini del Sole con la più alta risoluzione di qualsiasi telescopio. Ciò è in gran parte dovuto al suo sistema di ottica adattiva che è stato aggiornato a uno specchio deformabile monomorfo a 85 elettrodi da CILAS nel 2013.

Sono disponibili due modalità di funzionamento, selezionabili spostando il raggio da un tavolo ottico all’altro. Una modalità è una modalità spettrografo, utilizzando lo spettrografo TRIPPEL . L’altra modalità è una modalità di imaging, in cui il raggio è suddiviso in una parte rossa e una blu da un beamsplitter dicroico da 500 nm. Entrambi i fasci hanno doppi filtri sintonizzabili basati su Fabry-Pérot , CRISP in rosso e CHROMIS in blu. I dati dell’immagine vengono generalmente compensati per le aberrazioni residue del fronte d’onda mediante l’uso del metodo di ricostruzione dell’immagine MOMFBD.

L’SST ha sostituito l’SVST – lo Swedish Vacuum Solar Telescope – che un diametro di 47,5 cm.

Strumenti

CROMIDE

Il CHROMospheric Imaging Spectrometer (CHROMIS) è stato installato nel 2016. È simile a CRISP (ma finora senza polarimetria) e progettato per l’uso a lunghezze d’onda comprese tra 380 e 500 nm. In particolare, CHROMIS è ottimizzato per l’uso nelle linee Ca II H e K, che si formano nella parte superiore della cromosfera. Il sistema totale utilizza tre fotocamere CMOS Grasshopper 3 da 1920×1200 pixel di Point Gray (o FLIR). Una telecamera viene utilizzata per osservazioni dirette a banda stretta e due, in una configurazione a diversità di fase, raccolgono simultaneamente dati di immagini a banda larga.

CROCCANTE

Il CRisp Imaging SpectroPolarimeter (CRISP) è stato installato nel 2008. Funziona da 510 a 860 nm ed è in grado di misurare la polarizzazione utilizzando la modulazione a cristalli liquidi combinata con un divisore di raggio polarizzante. Il sistema totale utilizza tre CCD Sarnoff 1k × 1k, due sono utilizzati per osservazioni dirette a banda stretta e il terzo raccoglie immagini simultanee a banda larga.

TRIPPEL

Il TRI-Port Polarimetric Echelle-Littrow (TRIPPEL) è uno spettrografo Littrow che utilizza un reticolo Echelle da 79 scanalature/mm con un angolo di fiammata di 63,43 gradi. La gamma di lunghezze d’onda di TRIPPEL è di circa 380–1100 nm e ha una risoluzione moderata per un telescopio solare, con R di circa 200.000. Ciò corrisponde a circa 1,3 km/s sulla superficie solare.

Alba al telescopio.

TRIPPEL ha una serie di utili funzioni chiave. Permette osservazioni simultanee a 3 diverse lunghezze d’onda, può in linea di principio sfruttare la piena risoluzione spaziale dell’SST e ha buone proprietà polarimetriche.


https://en.wikipedia.org/wiki/Swedish_Solar_Telescope

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *