Telescopio solare McMath-Pierce: cos’è, riflettente 

Il telescopio solare McMath-Pierce è un telescopio solare riflettente da 1,6 m f/ 54 al Kitt Peak National Observatory in Arizona , Stati Uniti. Costruito nel 1962, l’edificio è stato progettato dall’architetto americano Myron Goldsmith e dall’ingegnere strutturale bengalese-americano Fazlur Rahman Khan . Era il più grande telescopio solare e il più grande telescopio ottico ad apertura libera del mondo. Prende il nome dagli astronomi Robert Raynolds McMath e Keith Pierce.

Mcmath-pierce-telescopio.jpg

Originariamente era chiamato McMath Solar Telescope, e successivamente ribattezzato McMath-Pierce Solar Telescope nel 1992. Sebbene sia progettato per l’osservazione del Sole, può essere utilizzato anche per visualizzare oggetti luminosi di notte.

Nel 2018, il telescopio ha ricevuto una sovvenzione di 4,5 milioni di dollari per un centro visitatori potenziato e altri programmi e per rivitalizzare in generale l’icona nazionale.

Costruzione

Risultati dell’ottica adattiva

L’interno dell’albero inclinato

Il telescopio è uno strumento triplo. Oltre allo specchio primario da 1,61 m alimentato dall’eliostato da 2,03 m , ci sono una coppia di telescopi alimentati da eliostati da 0,81 m montati accanto all’eliostato principale . Questi due strumenti hanno specchi primari da 1,07 me 0,91 m.

Il telescopio utilizza l’eliostato in cima alla sua torre principale per dirigere la luce del sole lungo un lungo condotto fino agli specchi primari. Il pozzo diagonale prosegue nel sottosuolo, dove si lo specchio principale del telescopio . La risoluzione teorica del telescopio principale è 0,07 arcsec , anche se non viene mai raggiunta perché le distorsioni atmosferiche degradano gravemente la qualità dell’immagine. La scala dell’immagine è 2,50 sec d’arco/mm sul piano dell’immagine.Dal 20 il personale dell’Oservatorio solare nazionale ha sviluppato un sistema di ottica adattiva2 progettato per le esigenze uniche degli osservatori solari che migliorano notevolmente la risoluzione delle immagini scientifiche.

I telescopi secondari sono chiamati Est e Ovest . Sono completamente indipendenti dal telescopio principale. Questi due telescopi ausiliari hanno ciascuno un eliostato di 0,91 metri situato accanto all’eliostato principale. Questi telescopi ausiliari hanno una lunghezza focale leggermente più corta e numeri f di 50 e 44. La risoluzione dei telescopi ausiliari è di 5,11 arcsec/mm e 5,75 arcsec/mm.

L’involucro del telescopio è stato progettato e progettato dall’ufficio di Chicago di Skidmore, Owings e Merrill .

Alla dedicazione nel 1962, il dottor Waterman lesse una lettera del presidente Kennedy che iniziava con:

Il nuovo grande telescopio solare al Kitt Peak National Observatory in Arizona è motivo di orgoglio per la nazione. Il più grande strumento al mondo per la ricerca solare, offre agli astronomi americani uno strumento unico per indagare sulla stella più vicina, il nostro sole. Questo progetto è di eccezionale interesse per tutti i nostri cittadini…

Strumenti

La sommità della torre.

Il terzo specchio del telescopio principale che invia la luce nella stanza di osservazione può essere spostato sopra tre diverse posizioni. Due di questi hanno uno spettrografo sottovuoto sotto di loro, uno profondo 18 metri e l’altro profondo 4 metri con una risoluzione inferiore ma un flusso luminoso più elevato. Questi due spettrografi sono in grado di ruotare per compensare la rotazione dell’immagine causata dall’uso di un eliostato. La terza posizione può essere dotata solo di un tavolo ottico statico senza correzione della rotazione dell’immagine ed è quindi raramente utilizzata.

Una notifica della riconsacrazione del telescopio nel 1992.

I telescopi ausiliari possono essere utilizzati solo per l’imaging su tavoli ottici statici e non forniscono la correzione della rotazione dell’immagine.

Disinvestimento e reinvestimento NSF

Nel 2016, la National Science Foundation (NSF) ha annunciato che avrebbe disinvestito dall’osservatorio solare McMath-Pierce. L’operatore, noto come National Solar Observatory , ha iniziato ad accettare proposte da nuovi potenziali operatori. Un concetto per l’ammodernamento da parte del gestore del centro visitatori di Kitt Peak è stato presentato per la prima volta alla NSF a luglio 2017. Tale concetto è stato infine sviluppato in una proposta di finanziamento alla NSF, presentata nuovamente a maggio 2018. Questa proposta è stata assegnata a settembre 2018 da la NSF all’Association of Universities for Research in Astronomy, l’organizzazione che gestisce il Kitt Peak National Observatory per conto della NSF.

Galleria


https://en.wikipedia.org/wiki/McMath–Pierce_solar_telescope

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *