Soglia di sequestro: cos’è, descrivere l’equilibrio tra le forze eccitatorie

Il termine soglia convulsiva è usato per descrivere l’equilibrio tra le forze eccitatorie ( glutaminergiche ) e inibitorie ( GABA -ergiche) nel cervello che influenzano la suscettibilità di una persona alle convulsioni . Quelli con diagnosi di epilessia o di alcune altre condizioni neurologiche sono più vulnerabili alle convulsioni se la soglia è ridotta e dovrebbero essere conformi al loro regime farmacologico anticonvulsivante.

I farmaci che abbassano la soglia convulsiva includono l’ antidepressivo e l’antagonista nicotinico bupropione, gli analgesici oppioidi atipici tramadolo e tapentadolo , reserpina , teofillina , antibiotici ( fluorochinoloni , imipenem , penicillina , cefalosporina , metronidazolo , isoniazide ) e anestetici volatili . Così possono altri fattori, tra cui:

  • privazione del sonno
  • uso illecito di droghe, come la cocaina
  • astinenza da droghe o da determinati stimoli
  • febbre
  • esposizione a luci lampeggianti o tremolanti ( epilessia fotosensibile ) comprese luci al neon, luci stroboscopiche, videogiochi o persino motivi come strisce strette
  • lunghi periodi di digiuno, malnutrizione , inedia, forte stress, paura, stanchezza e spossatezza
  • mestruazioni
  • diabete incontrollato e
  • altre irregolarità endocrine e metaboliche come squilibri elettrolitici o ormonali (ad esempio, alcalosi metabolica )

Anche il cancro e alcuni disturbi del sistema nervoso, cardiovascolare e gastrointestinale possono influenzare la gravità e la frequenza delle convulsioni.


https://en.wikipedia.org/wiki/Seizure_threshold

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *