Senso illativo: cos’è, concetto epistemologico

Il senso illativo è un concetto epistemologico coniato da John Henry Newman (1801–1890) nella sua Grammatica dell’assenso . Per lui è il processo inconscio della mente, mediante il quale le probabilità convergono nella certezza.

Origine del termine

Newman ha lottato 20 anni prima di scrivere l’ Essay in Aid of a Grammar of Assent . La sua difficoltà era il fatto che alcune persone credevano negli agenti soprannaturali e altre no. È difficile arrivare alla vera causa di questa differenza. E, sebbene ragioni soprannaturali possano essere date dalla teologia, come filosofo ha guardato anche alle esperienze di vita ordinaria: quando e perché iniziamo o smettiamo di credere a una persona? Ha scoperto che il vero assenso, cioè la ferma certezza, in opposizione all’assenso nozionale, si realizza non attraverso sillogismi ordinari, ma attraverso un misterioso accumulo di probabilità dell’esperienza vissuta.Ci deve essere, quindi, nella mente un potere che raccolga, accumula e connetta le probabilità a un più alto grado di certezza. Per questo potere, o senso interiore, usa il neologismo “senso illativo”. Il termine stesso deriva dal verbo latino fero-tuli-latus , che significa “portare”. “Illativo” significa, quindi, “portare dentro”. Per Newman è la capacità automatica di raccolta ed elaborazione dei dati nella mente subconscia, mediante la quale arriviamo a conoscere meglio o più a fondo sia il contenuto che la certezza dei primi principi della nostra conoscenza, e di molte cose naturali e soprannaturali (religiose) concetti e consensi nozionali e/o reali degli stessi.

Applicazioni

Per Newman il termine era un neologismo, per dare un nome al processo di acquisizione del consenso religioso. Ma nella sua Grammatica usa molti esempi della vita ordinaria: dai viaggi alla storia militare. Naturalmente, si applicava alla sua graduale conversione dall’anglicanesimo al cattolicesimo: “Per me, allora, non è stata la logica a spingermi avanti; così come si potrebbe dire che l’argento vivo nel barometro cambia il tempo. È il concreto stando così le ragioni; passa un certo numero di anni e trovo la mia mente in un posto nuovo; come? l’intero uomo si muove; la logica della carta non è che la registrazione di ciò”.

Influenze e concetti simili

Alcuni paragonano il senso illativo di Newman alla conoscenza tacita di Michael Polanyi .


https://en.wikipedia.org/wiki/Illative_sense

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *