Scimmie della primavera d’argento: cosa sono, 17 scimmie macaco

Le scimmie Silver Spring erano 17 scimmie macaco nate allo stato selvatico delle Filippine che erano tenute nell’Institute for Behavioral Research di Silver Spring, nel Maryland Dal 1981 al 1991, sono diventati quelli che uno scrittore ha definito gli animali da laboratorio più famosi della storia, a seguito di una battaglia tra ricercatori sugli animali, sostenitori degli animali, politici e tribunali sull’opportunità di utilizzarli nella ricerca o rilasciarli ad un santuario. All’interno della comunità scientifica, le scimmie divennero famose per il loro utilizzo negli esperimenti sulla neuroplasticità , la capacità del cervello dei primati adulti di riorganizzarsi.

Le scimmie erano state usate come soggetti di ricerca da Edward Taub , uno psicologo, che aveva tagliato i gangli afferenti che fornivano sensazioni al cervello dalle loro braccia, quindi aveva usato delle imbracature per trattenere il braccio buono o quello deafferente per addestrarle a usare gli arti che non poteva sentire. Nel maggio 1981, Alex Pacheco del gruppo per i diritti degli animali People for the Ethical Treatment of Animals (PETA) iniziò a lavorare sotto copertura nel laboratorio e avvertì la polizia di quelle che PETA considerava condizioni di vita inaccettabili per le scimmie.In quella che è stata la prima irruzione della polizia negli Stati Uniti contro un ricercatore di animali, la polizia è entrata nell’Istituto e ha rimosso le scimmie, accusando Taub di 17 capi d’accusa di crudeltà sugli animali e di non aver fornito cure veterinario adeguato. È stato condannato per sei capi di imputazione; cinque furono ribaltati durante un secondo processo e la condanna definitiva fu annullata in appello nel 1983, quando il tribunale stabilì che la legislazione sulla crudeltà sugli animali del Maryland non si applicava ai laboratori finanziati dal governo federale.

La conseguente battaglia per la custodia delle scimmie ha visto celebrità e politici fare campagne per il rilascio delle scimmie, un emendamento nel 1985 all’Animal Welfare Act, la trasformazione di PETA da un gruppo di amici in un movimento nazionale, la creazione della prima cellula del North American Animal Liberation Front e il primo caso di ricerca sugli animali a raggiungere la Corte Suprema degli Stati Uniti. Nel luglio 1991, la domanda di custodia della PETA alla Corte Suprema fu respinta. Giorni dopo, le ultime due scimmie sono state uccise dopo che i veterinari hanno stabilito che soffrivano e dovevano essere soppresse.

Durante la successiva dissezione delle scimmie, si è scoperto che si era verificata una significativa rimappatura corticale , suggerendo che l’essere costretti a usare gli arti senza input sensoriali aveva innescato cambiamenti nell’organizzazione del loro cervello. Questa prova della plasticità del cervello ha contribuito a ribaltare l’opinione ampiamente diffusa secondo cui il cervello adulto non può riorganizzarsi in risposta al suo ambiente. Dopo cinque anni in cui riceveva minacce di morte e non riusciva a trovare un posto di ricercatore, a Taub fu offerta una borsa di studio dall’Università dell’Alabama, dove sviluppò una nuova forma di terapia, basata sul concetto di neuroplasticità, per le persone disabili vengono conseguenza di un danno cerebrale.terapia del movimento indotta da costrizione , ha aiutato i sopravvissuti all’ictus a riconquistare l’uso degli arti paralizzati per molti anni ed è stato salutato dall’American Stroke Association come in prima linea in una rivoluzione.

Sfondo

Edoardo Taub

Edward Taub (nato nel 1931) è un neuroscienziato comportamentale attualmente residente presso l’ Università dell’Alabama a Birmingham . Si interessò al comportamentismo mentre studiava filosofia alla Columbia University, e continuò a studiare con Fred Keller e Wiliam N. Schoenfeld , gli psicologi sperimentali. Ha accettato un lavoro come assistente di ricerca in un laboratorio di neurologia per acquisire una maggiore comprensione del sistema nervoso ed è stato coinvolto in esperimenti di deafferentazione con le scimmie.

Un nervo afferente è un nervo sensoriale che trasmette gli impulsi dalla pelle e da altri organi sensoriali alla colonna vertebrale e al cervello. La deafferentazione è una procedura chirurgica in cui il midollo spinale viene aperto e i nervi sensoriali tagliati in modo che questi impulsi non raggiungano il cervello. Una scimmia i cui arti sono stati assordati non li sentirà, né sarà nemmeno in grado di percepire dove si trovano nello spazio. Al suo processo nel 1981, Taub dichiarò alla corte che le scimmie assordate sono notoriamente difficili da curare, perché considerano i loro arti assordati come oggetti estranei, mutilandole e cercando di strapparle via a morsi. Taub ha continuato a lavorare con scimmie assordate alla New York University, dove ha conseguito il dottorato di ricerca. nel 1970. Impegnato in quella che all’inizio vide come pura ricerca , condusse diversi tipi di esperimenti di deafferentazione. Ha assordato l’intero corpo delle scimmie, in modo che non potessero sentire alcuna parte di se stesse. Li ha assordati alla nascita. Ha rimosso i feti di scimmia dall’utero, li ha assordati, quindi li ha restituiti alla nascita senza alcun senso del proprio corpo.

Quando Taub iniziò la sua ricerca nel laboratorio di neurologia, l’opinione prevalente era che le scimmie non sarebbero state in grado di usare arti che non potevano sentire. Norman Dodgescrive che Taub si chiedeva se il motivo per cui le scimmie avevano abbandonato l’uso degli arti assordati fosse semplicemente perché erano ancora in grado di usare quelli buoni. Ha testato la sua idea assordando un braccio di una scimmia e trattenendo il braccio sano con una fionda. La scimmia ha successivamente utilizzato il suo braccio assordato per nutrirsi e muoversi. Ragionò che, se una scimmia si rifiutava di usare un braccio assordato perché poteva fare affidamento sul suo braccio buono, assordare entrambe le braccia avrebbe costretto la scimmia a usarle, una scoperta che sembrava paradossale, ma che i suoi esperimenti confermarono. Ha persino assordato l’intero midollo spinale, in modo che la scimmia non ricevesse alcun input sensoriale da nessuno dei suoi arti, ma li utilizzava comunque. Doidge scrive che Taub ebbe un’illuminazione,imparato il non uso .”

Alex Pacheco

Alex Pacheco (nato nel 1958) era uno studente laureato alla George Washington University quando si offrì volontario nel maggio 1981 per lavorare come assistente ricercatore nel laboratorio di Taub. Il Washington Post scrive che è cresciuto in Messico, figlio di un medico, e voleva diventare prete. Ha fatto un giro in un mattatoio negli anni ’70 e ha detto che gli ha cambiato la vita; ha letto Animal Liberation (1975) di Peter Singer , ha smesso di mangiare carne ed è diventato un attivista per i diritti degli animali. Ha lavorato sulla nave anti-baleniera, la Sea Shepherd Conservation Society , ed è entrato a far parte della Hunt Saboteurs Associationin Inghilterra, e quando è tornato negli Stati Uniti per studiare scienze politiche alla George Washington, ha collaborato con Ingrid Newkirk , un poundmaster locale, per formare People for the Ethical Treatment of Animals nel marzo 1980. Il punto di assumere la posizione di ricercatore nel laboratorio di Taub era quello di acquisire un’esperienza diretta di ciò che accade nei laboratori di ricerca sugli animali, quindi ha esaminato un elenco di laboratori finanziati dal governo e ha scelto quello più vicino a casa sua a Takoma Park . Taub gli offrì un posto non retribuito e lo mise a lavorare con una studentessa, Georgette Yakalis.

Le scimmie

All’interno dell’Institute for Behavioral Research, Taub stava conducendo esperimenti di deafferentazione su 16 macachi mangiatori di granchi maschi ( Macaca fascicularis ) e una femmina di macaco rhesus ( Macaca mulatta ), ciascuno alto circa 36 centimetri (14 pollici), tutti nati allo stato selvatico nelle Filippine. . Ogni scimmia viveva da sola in una gabbia metallica che misurava 46 cm × 46 cm (18 pollici × 18 pollici), senza lettiera, ciotola per il cibo e nessun arricchimento ambientale, le gabbie erano tenute in una stanza senza finestre che misurava 4,6 m quadrati (15 piedi) . Pacheco scrive che 12 delle 17 scimmie avevano avuto una o entrambe le braccia deafferentate, mentre secondo il Laboratory Primate Newsletter 10 erano state sottoposte a deafferentazione, le altre sette fungevano da gruppo di controllo.

I ricercatori avevano chiamato le scimmie Chester, Paul, Billy, Hard Times, Domiziano, Nerone, Titus, Big Boy, Augustus, Allen, Montaigne, Sisyphus, Charlie, Brooks, Hayden, Adidas e Sarah. Sarah, la donna sola, era un soggetto di controllo, il che significava che era rimasta intatta. Era stata acquistata da un commerciante, la Litton Laboratories, quando aveva un giorno di vita, e da allora aveva vissuto per otto anni nell’istituto. Paolo era il maggiore. Aveva un braccio assordato. Aveva masticato via tutte le dita di quella mano e strappato la pelle e la carne dal palmo, esponendo l’osso. Billy aveva subito un intervento chirurgico a entrambe le braccia assordate e usava i piedi per raccogliere pellet di cibo.

Raid e cariche della polizia

La descrizione del laboratorio di Pacheco

Pacheco ha scritto di aver trovato le scimmie che vivevano in condizioni sporche. Ha trovato cadaveri di scimmie congelate in un frigorifero e altri che galleggiavano nella formaldeide . Ha affermato che, nella sala operatoria, i registri umani e delle scimmie erano sparsi ovunque, anche sotto il tavolo operatorio, mentre vestiti sporchi, scarpe vecchie, escrementi di topo e urina coprivano il pavimento, con scarafagginei cassetti, sul pavimento e intorno al lavello. Ha detto che i fili delle gabbie erano incrostati di sporcizia, con feci ammucchiate sul fondo delle gabbie, e urina e ruggine su ogni superficie, con le 17 scimmie che raccoglievano avanzi di cibo che erano caduti attraverso il pavimento di filo metallico delle gabbie in il vassoio dei rifiuti sottostante. Ha affermato che le gabbie non venivano pulite da mesi, che non c’erano piatti per tenere il cibo lontano dalle feci e che non c’era niente su cui le scimmie potessero sedersi se non il fondo di filo metallico delle gabbie. Ha scritto che 12 delle scimmie avevano arti assordati, con 39 dita deformate o mancanti. Li ha descritti come nevrotici, attaccando i loro arti assordati come se fossero oggetti estranei:

Nessuno si è preso la briga di fasciare adeguatamente le ferite delle scimmie (nelle poche occasioni in cui sono state usate le bende) e gli antibiotici sono stati somministrati solo una volta; non sono mai state pulite lacerazioni o lesioni da autoamputazione. Ogni volta che veniva applicata una benda, non veniva mai cambiata, non importava quanto sporca o sporca diventasse. Sono stati lasciati fino a quando non si sono deteriorati al punto in cui sono caduti dall’arto ferito. Vecchi frammenti di bende marcite erano attaccati al pavimento della gabbia dove raccoglievano urina e feci. Le scimmie soffrivano anche di una varietà di ferite autoinflitte o inflitte da scimmie che le afferravano da gabbie adiacenti. Ho visto tessuto muscolare scolorito ed esposto sulle loro braccia. Due scimmie avevano ossa che sporgevano dalla carne. Molti si erano morsi le dita e avevano mozziconi in suppurazione, che tendevano verso di me mentre con discrezione prendevo il frutto dalle mie tasche. Con queste pietose membra cercavano qualcosa da mangiare nel sudicio pasticcio delle loro padelle dei rifiuti.

Ispezioni informali e raid

Pacheco ha deciso di documentare le condizioni in laboratorio. Disse a Taub che voleva lavorare di notte e scattò fotografie che mostravano le condizioni di vita delle scimmie. Li ha mostrati a luglio ad attivisti per i diritti degli animali, tra cui Cleveland Amory , che gli hanno dato i soldi per una macchina fotografica migliore e alcuni walkie-talkie , in modo che una vedetta all’esterno potesse avvisarlo se i visitatori arrivassero inaspettatamente. Ha anche chiesto a Peter Hamilton della Lifeforce Foundation di Vancouver di assisterlo nelle indagini. Ad agosto, Pacheco ha iniziato a invitare veterinari e scienziati nel laboratorio per testimoniare le condizioni. Secondo il Washington Post, Geza Teleki, un primatologo della George Washington University, ha scritto di non aver mai visto un laboratorio così mal gestito, e lo psicologo Donald Barnes, un ex ricercatore di primati, ha scritto che si trattava di un “ambiente miserabile e malsano per i primati” e di una salute pericolo per l’uomo. Un veterinario locale, Richard Weitzman, ha convenuto che il laboratorio era molto sporco, ma ha detto che le scimmie sembravano ben nutrite e “in buona salute”.

Pacheco riferì la situazione alla polizia della contea di Montgomery , che fece irruzione nel laboratorio l’11 settembre 1981, ai sensi della legge sulla prevenzione della crudeltà verso gli animali del Maryland. PETA ha avvertito i media in anticipo, in modo che il raid sia stato assistito da diversi giornalisti e una troupe televisiva, con irritazione della polizia. Gli ufficiali in seguito hanno testimoniato che le scimmie vivevano in condizioni sporche. Richard Swain, che ha guidato il raid, ha detto al Washington Postnel 1991: “Era assolutamente sporco, solo incredibilmente sporco, come niente in cui fossi mai stato. Ho eseguito un sacco di mandati di perquisizione. Ho lavorato nell’omicidio, nei narcotici, nel vizio, ma questo era il la prima volta che sono entrato in una stanza e mi sono sentito legittimamente preoccupato per la mia salute solo per il fatto di essere lì”. Taub è stato accusato di 17 conteggi di crudeltà sugli animali e di non aver fornito cure veterinarie adeguate.

La polizia ha portato le scimmie dal laboratorio al seminterrato di una casa a Rockville di proprietà di Lori Kenealy della società umanitaria locale. Peter Carlson scrive sul Washington Postche gli attivisti ricevevano giocattoli, li pulivano con spazzolini da denti, li guardavano 24 ore al giorno e gli permettevano di guardare le soap opera durante il giorno. Nel frattempo, gli avvocati di Taub sono andati in tribunale e ne hanno chiesto la restituzione, e dieci giorni dopo l’irruzione un giudice ha accolto la richiesta. E all’improvviso, scrive Carlson, le scimmie sono scomparse. Kenealy non era in casa quando è successo e ha insistito sul fatto che non ne sapeva nulla. Richard Swain, che aveva guidato il raid della polizia, l’ha arrestata e l’ha messa nella prigione locale durante la notte. Alla PETA è stato detto che non poteva esserci alcuna azione legale contro Taub senza le scimmie come prova. Carlson scrive che, all’improvviso come erano scomparsi, sono stati restituiti cinque giorni dopo, questa volta con muschio spagnolo nelle loro gabbie dopo una vacanza in Florida, secondo gli attivisti. Dopo un altro breve stallo,

La risposta di Tau

Taub ha detto che era stato incastrato. Ha detto che il suo laboratorio era pulito quando è partito per le vacanze, ma che Pacheco non era riuscito a pulire le gabbie, aveva trascurato gli animali, quindi ha sottoposto il laboratorio a false denunce di crudeltà. Durante la vacanza di Taub quell’agosto, che durò più di due settimane, in sette giorni diversi in cui gli animali avrebbero dovuto essere nutriti e l’area della gabbia pulita, i due custodi non si presentarono al lavoro. Taub ha stimato la probabilità di sette assenze in quel periodo di 2,5 settimane a sette su un trilione sulla base dei precedenti 14 mesi di record di presenze dei lavoratori. In tre di quei giorni di assenza, Pacheco ha portato la gente a guardare le scimmie. L’assistente ricercatore di Taub, John Kunz, uno studente laureato, ha detto che era semplicemente che i custodi hanno approfittato di Taub’

Durante il processo di ottobre e novembre 1981 a Taub e Kunz, Taub disse alla corte, come riportato da The Baltimore Sun– che le scimmie avevano ricevuto un trattamento “gentile” e avevano quello che lui chiamava “un notevole record di salute”. Ha riconosciuto che non erano stati visti da un veterinario nei due anni precedenti, perché era lui stesso un esperto nel trattamento delle scimmie assordate. Rispondendo alle immagini delle scimmie con piaghe aperte e bende in decomposizione, ha affermato che l’uso di unguenti, unguenti e bende è più pericoloso che lasciare le condizioni non trattate; le scimmie non provano dolore per gli arti assordati e imparano a ignorarli, ha detto, mentre attirare l’attenzione sulle ferite con pomate o bende farebbe mordere o graffiare gli animali. Le bende potrebbero essere necessarie dove le ferite sono cresciute senza controllo, o dove c’era un’infezione massiccia, e talvolta era meglio lasciare che le bende si deteriorassero, ha detto. Taub ha anche testimoniato che alcune delle fotografie scattate da Pacheco erano state messe in scena per un effetto drammatico. Norman Doidge ha scritto nel 2007 che, secondo Taub, le scimmie nelle fotografie erano state collocate in posizioni che non facevano parte della procedura di laboratorio, affermazione che Pacheco ha negato. Per quanto riguarda lo sporco, Taub ha detto che “le stanze delle scimmie sono luoghi sporchi” e che era normale nei laboratori che la materia fecale giacesse sul pavimento e il cibo cadesse attraverso il fondo della gabbia nei vassoi dei rifiuti. Ha detto che i dipendenti avevano usato scope e spazzoloni sul pavimento e avevano svuotato i vassoi dei rifiuti quasi ogni giorno. Ha detto che alle scimmie veniva data frutta fresca due volte a settimana e che non era d’accordo con i veterinari che hanno testimoniato per l’accusa che la scimmia femmina, Sarah, era sottopeso. le scimmie nelle fotografie erano state collocate in posizioni che non facevano parte della procedura di laboratorio, affermazione che Pacheco ha negato. Per quanto riguarda lo sporco, Taub ha detto che “le stanze delle scimmie sono luoghi sporchi” e che era normale nei laboratori che la materia fecale giacesse sul pavimento e il cibo cadesse attraverso il fondo della gabbia nei vassoi dei rifiuti. Ha detto che i dipendenti avevano usato scope e spazzoloni sul pavimento e avevano svuotato i vassoi dei rifiuti quasi ogni giorno. Ha detto che alle scimmie veniva data frutta fresca due volte a settimana e che non era d’accordo con i veterinari che hanno testimoniato per l’accusa che la scimmia femmina, Sarah, era sottopeso. le scimmie nelle fotografie erano state collocate in posizioni che non facevano parte della procedura di laboratorio, affermazione che Pacheco ha negato. Per quanto riguarda lo sporco, Taub ha detto che “le stanze delle scimmie sono luoghi sporchi” e che era normale nei laboratori che la materia fecale giacesse sul pavimento e il cibo cadesse attraverso il fondo della gabbia nei vassoi dei rifiuti. Ha detto che i dipendenti avevano usato scope e spazzoloni sul pavimento e avevano svuotato i vassoi dei rifiuti quasi ogni giorno. Ha detto che alle scimmie veniva data frutta fresca due volte a settimana e che non era d’accordo con i veterinari che hanno testimoniato per l’accusa che la scimmia femmina, Sarah, era sottopeso. e che era normale nei laboratori che la materia fecale giacesse sul pavimento e il cibo cadesse attraverso il fondo della gabbia nei vassoi dei rifiuti. Ha detto che i dipendenti avevano usato scope e spazzoloni sul pavimento e avevano svuotato i vassoi dei rifiuti quasi ogni giorno. Ha detto che alle scimmie veniva data frutta fresca due volte a settimana e che non era d’accordo con i veterinari che hanno testimoniato per l’accusa che la scimmia femmina, Sarah, era sottopeso. e che era normale nei laboratori che la materia fecale giacesse sul pavimento e il cibo cadesse attraverso il fondo della gabbia nei vassoi dei rifiuti. Ha detto che i dipendenti avevano usato scope e spazzoloni sul pavimento e avevano svuotato i vassoi dei rifiuti quasi ogni giorno. Ha detto che alle scimmie veniva data frutta fresca due volte a settimana e che non era d’accordo con i veterinari che hanno testimoniato per l’accusa che la scimmia femmina, Sarah, era sottopeso.

Indagine del National Institutes of Health

Il National Institutes of Health (NIH), che aveva finanziato la ricerca di Taub, ha sospeso la sua borsa di ricerca di $ 115.000. Ha avviato la propria indagine e ha inviato l’Ufficio per la protezione dai rischi della ricerca (OPRR) per valutare il laboratorio di Taub. OPRR ha scoperto che la cura degli animali del laboratorio ha fallito in modi significativi e ha concluso che era gravemente antigienico. Sulla base dell’indagine dell’OPRR, il NIH ha sospeso il finanziamento rimanente per gli esperimenti, oltre $ 200.000, a causa delle violazioni delle sue linee guida per la cura degli animali. William Raub e Joe Held, funzionari del NIH, hanno scritto nella newsletter di Neurosciencenell’aprile 1983 che le scimmie deafferenti tenute al NIH dal maggio 1981, e sottoposte alle stesse procedure chirurgiche, non avevano sviluppato lesioni paragonabili a quelle di cinque delle scimmie deafferenti del laboratorio di Taub. “Sulla base di queste osservazioni”, hanno scritto, “sembrerebbe che fratture, lussazioni, lacerazioni, punture, contusioni e abrasioni con infezioni associate, infiammazioni acute e croniche e necrosi non siano le inevitabili conseguenze della deafferentazione”. Dopo l’appello, secondo Doidge che scriveva nel 2007, 67 società professionali hanno presentato dichiarazioni per conto di Taub e il NIH ha annullato la sua decisione di non finanziare la sua ricerca. Nel 1991 il neuroscienziato David Hubel , riferendosi sia al caso delle scimmie Silver Spring che a un film PETAsulla clinica per il trauma cranico dell’Università della Pennsylvania nel 1984, ha detto che la scienza era solida, che le persone coinvolte non erano crudeli e che all’epoca c’era un “lassismo degli standard” nella cura degli animali che, ha scritto, sarebbe difficilmente concepibile oggi.

Processi e appello

Primo processo (ottobre 1981)

Secondo Peter Carlson, ogni aspetto del caso è stato contestato da esperti di entrambe le parti durante il primo processo nell’ottobre 1981. L’accusa ha affermato che il laboratorio di Taub era sporco e malsano, e rapporti di ispezione federali e testimoni hanno sostenuto l’accusa. Taub ha detto che il laboratorio non era più sporco di qualsiasi altro e ha anche prodotto rapporti di ispezione federale e testimoni a sostegno della sua posizione. I veterinari che parlano a nome dell’accusa hanno affermato che il fallimento di Taub nel fasciare le ferite delle scimmie era una minaccia per la loro salute; i veterinari per la difesa, compresi due che avevano lavorato con scimmie i cui arti erano stati assordati, hanno detto che fasciarli avrebbe indotto gli animali ad attaccare gli arti. Carlson scrive che l’accusa ha prodotto 70 fotografie di condizioni sporche e scimmie ferite, mentre i ricercatori che avevano lavorato nel laboratorio hanno testimoniato per la difesa di non aver mai visto il laboratorio così. Il giudice, il giudice del tribunale distrettuale Stanley Klavan, ha ritenuto Taub colpevole di sei capi di imputazione per crudeltà verso gli animali per non aver fornito cure veterinarie adeguate nei confronti di sei delle scimmie e lo ha assolto dalle altre 11 accuse contro di lui. Ha multato Taub $ 3.000. L’assistente di laboratorio, John Kunz, è stato assolto da tutte le 17 accuse.

Secondo processo e appello (1982 e 1983)

Taub riuscì a ottenere un secondo processo nel giugno 1982. Dopo tre settimane presso il Montgomery County Circuit Court , una giuria lo assolse da cinque delle condanne e confermò la sesta accusa di cure veterinarie inadeguate di Nero, le cui ferite erano tali che un NIH il veterinario in seguito gli ha amputato il braccio sordo. Taub è stato multato di $ 500. La sesta accusa è stata annullata in appello, quando il tribunale ha stabilito che la legge sulla prevenzione della crudeltà verso gli animali del Maryland non si applicava ai laboratori finanziati dal governo federale.

Lotta per la custodia

Dopo che le scimmie furono restituite alla custodia di Taub, furono trasferite in una struttura NIH. Successivamente sono stati trasferiti al Tulane Regional Primate Research Center di Covington, in Louisiana , ancora sotto la cura e il controllo del NIH. Due santuari dei primati, il Moorpark College in California e Primarily Primates in Texas, hanno offerto loro una casa permanente, ma il NIH ha rifiutato di rilasciarli.

Sono stati trasferiti dal NIH al Delta Primate Center nel giugno 1986, dove agli attivisti per i diritti degli animali, che avevano potuto visitare e strigliare gli animali nel centro precedente, è stato detto che non potevano più vederli. Nel 1987, i custodi di 14 delle scimmie rimanenti raccomandarono l’eutanasia di otto di loro, perché giudicate senza speranza di risocializzazione. Una causa intentata da PETA e altri ha cercato di bloccare l’eutanasia e trasferire gli animali in una struttura sotto il loro controllo. La New England Anti-Vivisection Society e la PETA pubblicarono annunci sul New York Times il 26 dicembre 1989, sul Washington Post il 27 dicembre e sul Washington Timesil 3 gennaio 1990, chiedendo al presidente Bush di salvare le scimmie, e cittadini preoccupati di presentare una petizione alla Casa Bianca. Dopo che il tribunale ha negato la custodia alla PETA, due delle scimmie, Titus e Allen, sono state trattenute per il National Institutes of Health in un centro per primati dell’Università di Tulane , dove sono state successivamente soppresse.

Esperimenti finali ed eutanasia

Gli homunculi mostrano quali parti del corpo sono controllate dalla corteccia sensoriale e dalla corteccia motoria . La ricerca di Taub sulle scimmie Silver Spring ha sfidato il paradigma secondo cui le funzioni cerebrali sono fissate in determinati luoghi.

Il NIH aveva detto nel 1987 che non sarebbero state condotte ulteriori ricerche invasive sulle scimmie, ma in realtà ulteriori esperimenti sono stati eseguiti su di esse nel 1990. Il NIH ha presentato gli esperimenti nella causa per la custodia degli animali nel 1989. Ha proposto di eseguire approfondite anestesia chirurgica durante tutte le procedure seguita da eutanasia. Dopo l’eutanasia, l’esame dei tessuti sarebbe continuato. La corte ha permesso a un gruppo di ricercatori del NIH di condurre un esperimento terminale il 14 gennaio 1990, su una delle scimmie che si erano ammalate. Sotto anestesia, gli sono stati inseriti degli elettrodi nel cervello e sono state effettuate centinaia di registrazioni. Il bollettino dei primati del laboratorioha detto che ha rivelato un “grado senza precedenti di riorganizzazione della corteccia sensoriale. Si è scoperto che un’area larga 8-10 millimetri che normalmente riceverebbe input dalla mano si è completamente riempita con input dal viso”. Gli studi di mappatura cerebrale furono condotti sulle restanti scimmie il 6 luglio 1990, tre giorni dopo che la domanda di custodia della PETA era stata respinta. Le scimmie sono state successivamente soppresse. Durante questi esperimenti, gli scienziati hanno scoperto un cambiamento imprevisto nella struttura del talamo apparentemente causato dalla progressiva degenerazione dei nervi attraverso i gangli della radice dorsale (che sono stati recisi) e le colonne dorsali fino al talamo (un bersaglio sinaptico di secondo ordine).

Terapia del movimento indotta da costrizione

Sulla base in parte del suo lavoro con le scimmie Silver Spring, Taub ha continuato a sviluppare nuove tecniche di terapia fisica per aiutare le vittime di ictus e quelle con altre forme di lesioni cerebrali a riguadagnare l’uso degli arti colpiti. L’American Stroke Association considera la terapia di Taub, nota come terapia del movimento indotta da vincoli (CI), come “in prima linea in una rivoluzione” nel trattamento dei sopravvissuti all’ictus. Con la terapia CI, il paziente è costretto a utilizzare l’arto interessato, per quanto possibile, limitando quello sano. L’arto interessato viene quindi utilizzato in modo intensivo da tre a sei ore al giorno per almeno due settimane. Come risultato dell’impegno in movimenti ripetitivi con l’arto colpito, il cervello sviluppa nuovi percorsi neuraliche controllano l’uso dell’arto, a seguito del quale le vittime di ictus che sono state gravemente disabili per molti anni hanno riacquistato l’uso di arti che erano quasi completamente paralizzati.


https://en.wikipedia.org/wiki/Silver_Spring_monkeys

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *