Scarpa calda – Wikipedia


Punto di montaggio sulla parte superiore della fotocamera per collegare un’unità flash

Canon EOS 350D Scarpa calda
Slitta calda proprietaria utilizzata da Minolta e più vecchio Sony macchine fotografiche (Konica Minolta Maxxum 7D)
Minolta SRT101 scarpa accessoria senza funzione elettrica

UN scarpa calda è un punto di montaggio sulla parte superiore di a telecamera allegare a unità flash e altri accessori compatibili. Ha la forma di una staffa metallica angolata che circonda un punto di contatto metallico che completa il collegamento elettrico tra la fotocamera e l’accessorio per uso standard e indipendente dal marchio. sincronizzazione flash.

La scarpa calda è uno sviluppo del “standardizzato”scarpa accessoria” O “scarpa fredda“, senza contatti flash, precedentemente montato sulle fotocamere per contenere accessori come un telemetro o un flash collegato da un cavo.

Le dimensioni della slitta calda sono definite da Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO) nella norma ISO 518:2006. Dettagli come la tensione di attivazione non sono standardizzati; sono ancora possibili incompatibilità elettriche tra le marche.(1)

La scarpa calda ha la forma di una “U” di metallo squadrata e rovesciata. L’adattatore corrispondente sul fondo del flash si inserisce dal retro della fotocamera e talvolta è fissato al flash tramite una vite di bloccaggio. Al centro della “U” c’è un punto di contatto metallico. Viene utilizzato per standard, indipendenti dal marchio sincronizzazione flash. Normalmente il metallo della scarpa e il metallo del contatto sono elettricamente isolati tra loro. Per attivare il flash, questi due pezzi sono collegati insieme. L’unità flash crea un circuito tra la slitta e il contatto: quando viene completato dalla fotocamera, il flash si attiva.

Oltre al punto di contatto centrale, molte fotocamere dispongono di contatti metallici aggiuntivi all’interno della “U” della slitta a contatto caldo. Si tratta di connettori proprietari che consentono una maggiore comunicazione tra la fotocamera e un “flash dedicato”.(citazione necessaria) Un flash dedicato può comunicare informazioni sulla sua potenza nominale alla fotocamera, impostare automaticamente le impostazioni della fotocamera, trasmettere dati sulla temperatura del colore sulla luce emessa e può essere comandato di accendere una luce di assistenza alla messa a fuoco o attivare un pre-flash di potenza inferiore per la messa a fuoco. -assist, assistenza alla misurazione o effetto occhi rossi riduzione.(citazione necessaria)

Le dimensioni fisiche della “slitta calda standard” sono definite dal Organizzazione internazionale per la standardizzazione ISO 518:2006.(2)(3)

Misurato su a Nikon D3400, le dimensioni interne sono 18,7 mm x 18,0 mm x 2,05 mm mentre le dimensioni esterne sono 20,7 mm x 18 mm x 5,1 mm. La distanza tra i due “denti” della scarpa è di 12,6 mm.

Storia e utilizzo(modificare)

Prima degli anni ’70, molte fotocamere avevano una “slitta per accessori” destinata a contenere accessori inclusi flash collegati elettricamente tramite un cavoesterno misuratori di lucespeciale miriniO telemetri. Queste prime scarpe accessorie erano di forma standard e non avevano contatti elettrici; i contatti sono stati aggiunti per produrre la slitta calda.

Canone, Nikon, OlimpoE Pentax utilizzare la slitta a contatto caldo ISO standard con varie estensioni elettroniche proprietarie.

Nel 2014, produttore di accessori per fotocamere Cactus hanno combinato queste estensioni elettroniche in una hot shoe multimarca sul loro ricetrasmettitore flash wireless V6. Con la slitta ISO multimarca, fotocamere e flash di diversi produttori lavorano insieme.

Nel 1988 Minolta passato a utilizzare un 4 pin connettore proprietario “iISO” con blocco automatico scorrevole. È stata realizzata anche una variante compatibile a 7 pin, che consente di alimentare accessori senza batteria tramite la batteria della fotocamera, ma non ampiamente utilizzata. Konica Minolta E Sony Alfa le fotocamere reflex digitali sono basate sui progetti Minolta e utilizzano lo stesso connettore, ufficialmente denominato Slitta accessori con bloccaggio automaticocosì come fino al 2012. Poiché il protocollo elettrico è rimasto per lo più compatibile, esistono adattatori TTL e non TTL per adattare i flash basati su ISO agli hotshoe iISO e viceversa.

Sony ha utilizzato anche una varietà di altri hotshoe proprietari per altre fotocamere digitali, tra cui l’hotshoe Cyber-shot a 6 pin basato su ISO, l’hotshoe a 16 pin Scarpa con interfaccia attiva (AIS) e quello a 16 pin basato su ISO Scarpa accessoria intelligente (IAS). Alcuni di loro SUCCESSIVO le fotocamere utilizzavano un proprietario Terminale per accessori intelligenti (versioni 1 e 2). Nel settembre 2012, Sony ha annunciato un nuovo pin 21+3 basato su ISO Scarpa multiinterfaccia da utilizzare con le future fotocamere digitali Alpha, NEX, Handycam, NXCAM E Cyber-scatto serie. Questa slitta a bloccaggio rapido è meccanicamente ed elettricamente compatibile con una slitta standard ISO-518 a 2 pin, ma elettricamente compatibile con la precedente slitta per accessori con bloccaggio automatico con estensioni, in modo che gli adattatori passivi ADP-AMA E ADP-MAA consentire l’uso di flash iISO predisposti per il digitale sulle nuove fotocamere e alcune nuove apparecchiature per scarpe multiinterfaccia sulle fotocamere più vecchie, fornendo al contempo compatibilità anche con apparecchiature basate su ISO standard.

Canon utilizza una slitta a 13+1 pin non basata su ISO, denominata Mini scarpa avanzata su alcune delle sue videocamere.

Tensioni(modificare)

Un circuito interno della fotocamera collega il contatto centrale e il supporto per scarpa per attivare il flash. L’entità e la polarità della tensione tra i contatti del flash in condizione di circuito aperto variano tra le diverse unità flash; questo non ha alcuna conseguenza per un semplice contatto elettromeccanico sulla fotocamera purché l’energia non sia così elevata da danneggiare i contatti. Tuttavia, con le fotocamere più recenti dotate di attivazione elettronica, una tensione eccessiva o insufficiente o una polarità errata possono causare il mancato accensione o danneggiare la fotocamera.(4)

IL ISO 10330 le specifiche consentono una tensione di attivazione di 24 volt. Alcuni produttori, in particolare Canon, richiedono non più di 6 volt. Le unità flash progettate per le fotocamere moderne utilizzano tensioni sicure ed efficaci, ma alcuni flash più vecchi hanno tensioni molto più elevate, fino a centinaia di volt, che danneggiano i circuiti elettronici di attivazione.(5) Alcuni utilizzano la polarità CC negativa o CA.

Slitta iISO i contatti sono protetti solo fino a ca. 5 volt in alcune fotocamere. Minolta ha documentato il controllo elettronico di tutte le sue fotocamere Terminali PC e scarpe calde ISO per essere protetti fino a 400 volt.

È possibile collegare un vecchio flash con attivazione ad alta tensione a una fotocamera che può tollerare solo 5 o 6 volt tramite un adattatore contenente il necessario circuito di protezione della tensione, in genere utilizzando un flash ad alta potenza TRIAC. Tali adattatori assorbono energia dalla tensione di attivazione del flash e quindi spesso non necessitano di un proprio alimentatore.

Per evitare circuiti pericolosi quando si collegano apparecchiature in complesse configurazioni di studio, adattatori migliori offrono protezione dalla tensione e isolamento galvanico delle unità. Tali adattatori garantiranno che non vi sia alcun collegamento elettrico di alcun tipo tra entrambi i lati dell’adattatore, inclusa la terra. Usano entrambi trasformatori O optoaccoppiatori per trasferire un impulso sicuro dalla fotocamera al flash. Sono alimentati da batterie, poiché la loro elettronica non può essere alimentata dal flash. Minolta ha offerto ad esempio l’adattatore per terminale PC PCT-100 (8825-691) a questo scopo, che funzionava come isolatore galvanico e poteva resistere a 400 volt DC o AC. Il simile Sony terminale di sincronizzazione flash e adattatori hotshoe ISO FA-ST1AM E FA-HS1AM offrono anche l’isolamento galvanico, ma solo fino a 60 volt CC o CA.

Servi flash e trigger radio, ad es PocketWizard, può anche fornire l’isolamento elettrico, poiché l’unità trigger e quella ricevente sono fisicamente separate. La fotocamera viene presentata solo con la bassa tensione utilizzata dall’unità di attivazione locale e l’unità ricevente remota è progettata per tollerare fino a 200 volt dalla porta flash.(6) Il flash slave, in cui il flash di un’unità flash sicura collegata alla fotocamera attiva un flash non collegato che, se collegato, presenterebbe una tensione pericolosa, è un altro modo di utilizzare un flash che non può essere collegato a una slitta calda; infatti, può essere utilizzato per una fotocamera con flash incorporato e senza slitta a contatto caldo.

Anche le tensioni di attivazione fornite da alcuni flash moderni o trigger radio possono essere troppo basse per attivare in modo affidabile i circuiti elettronici nella fotocamera o nel ricevitore. Tensioni del circuito di trigger inferiori a ca. Da 2 a 2,5 volt possono presentare questo problema, a meno che il circuito di attivazione non sia specificamente progettato per funzionare con tensioni così basse.

Le fotocamere più vecchie dotate di contatto di attivazione elettromeccanico possono presentare ancora un altro problema. Se forniscono sia una slitta ISO che un terminale PC, entrambi sono generalmente collegati allo stesso contatto di attivazione nella fotocamera anziché attivati ​​in modo indipendente come nelle fotocamere con circuiti di attivazione elettronici. Quando viene utilizzato solo il terminale del PC e non è collegato nulla alla slitta, un flash con tensioni elevate del circuito di attivazione collegato al terminale del PC fornisce questa tensione al contatto centrale normalmente non protetto della slitta ISO della fotocamera. Se le sopracciglia del fotografo entrano accidentalmente in contatto con il contatto centrale, il scossa elettrica può causare dolore o addirittura lesioni(citazione necessaria). Un modo utilizzato dai produttori di fotocamere per evitare questo problema è stato quello di utilizzare due contatti di attivazione indipendenti, che, tuttavia, potrebbero causare problemi di sincronizzazione del flash. Un altro, utilizzato da Minolta in tutte le fotocamere che supportano un terminale PC, è stato quello di aggiungere un piccolo interruttore sul lato della slitta ISO che disabilitava il contatto centrale finché non veniva inserito qualcosa nella slitta ISO.

Scarpe fredde moderne e altri dispositivi(modificare)

C’è ancora bisogno di scarpe accessorie senza funzione elettrica (scarpe fredde). Vengono utilizzati con unità flash esterne alla fotocamera, montate su supporti e collegate alla fotocamera tramite cavo o attivate in modalità wireless.(7) Gli accessori che non si collegano elettricamente alla fotocamera possono essere inseriti nelle scarpe calde, senza utilizzare i contatti. Ad esempio uno stereo microfono oppure è possibile utilizzare il mirino elettronico Olympus XZ-1 slitta a contatto caldo della fotocamera.(8) Geotagging di FotoSpot posizionamento satellitare le unità utilizzano la slitta accessori per il montaggio sulla telecamera.

Riferimenti(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto