Rete ottica di osservazione solare: cos’è, tre osservatori solari

Il Solar Observing Optical Network ( SOON ) è costituito da tre osservatori solari dell’US Air Force (USAF) Air Force Weather Agency (AFWA) . AFWA gestisce un telescopio solare in ogni sito per monitorare le regioni solari attive a lunghezze d’onda ottiche . Il National Geophysical Data Center (NGDC) archivia istogrammi di intensità rispetto all’area ogni minuto per le regioni attive. Archivia anche magnetogrammi della struttura del campo magnetico e tacogrammidelle velocità del plasma secondo un programma irregolare.

Gli osservatori SOON sono gestiti da distaccamenti del 2nd Weather Group dell’AFWA nei seguenti siti:

  • RAAF Learmonth , Australia occidentale , Australia
  • Holloman AFB , Nuovo Messico , Stati Uniti
  • Stazione aerea di San Vito dei Normanni , San Vito dei Normanni , Italia (sito gestito dall’appaltatore)

I telescopi a Palehua, Hawaii e Ramey Air Force Base , Porto Rico sono stati chiusi.

Storia del telescopio SOON: La rete SOON originale è stata progettata dal Dr. Richard B. Dunn, un ingegnere/astrofisico istruito ad Harvard. Il Dr. Dunn ha commissionato il Tower Telescope (successivamente denominato Dunn Solar Tower) sul Sacramento Peak, Sunspot, NM alla fine degli anni ’60. La rete SOON di 5 telescopi solari è stata costruita presso Sunspot per l’USAF in collaborazione con partner internazionali in siti remoti. La Dunn Solar Tower a Sunspot, NM, sarà potenzialmente inattiva quando l’Advanced Technology Solar Telescope, o DKIST, sarà commissionato a Maui.

Esiste un’attività di riparazione consolidata (CRA) attiva con sede presso la base aerea di Holloman , New Mexico, gestita dal 49th Communications Squadron. Il CRA fornisce manutenzione e supporto a livello di deposito al programma PRESTO. Il CRA sviluppa anche procedure di manutenzione, istituisce aggiornamenti fisici (non software) e revisiona regolarmente tutti e tre i telescopi.

Descrizione

Il telescopio SOON di base è un rifrattore sottovuoto da 25 cm (9,8 pollici) montato su un asse polare. Ha un filtro monocromatico sintonizzabile centrato sulla linea di assorbimento dell’idrogeno-alfa a 6.562,8 ångström (656,28 nanometri) nello spettro della luce del sole. Spostando leggermente le caratteristiche del filtro dal centro dell’H-alfarisultati di picco in immagini della regione della superficie solare a diverse profondità. Corrispondenti alle immagini ottiche delle regioni solari sono i dati digitali di “area di luminosità”. Questi dati sono spesso tracciati come istogrammi dell’area di luminosità per un tempo particolare o, in un display 3-3-dimensionale, che mostrano una sequenza temporale di variazione dell’intensità delle emissioni ottiche dalle aree delle regioni solari attive. La capacità automatica del sistema del telescopio SOON consente la rapida raccolta di queste informazioni sull’area di luminosità su molte regioni attive del sole.Utilizzando questi dati, è possibile determinare misure quantitative, tra cui instabilità, tassi di crescita/decadimento e dimensioni precise per ciascuna regione solare attiva.

Rete ottica di

La prevista rete ottica di osservazione solare migliorata ( ISOON ) è destinata a sostituire l’attuale rete SOON. A partire dal 2012, ISOON esiste solo in un singolo sito pilota sulla Kirtland Air Force Base .


https://en.wikipedia.org/wiki/Solar_Observing_Optical_Network

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *