Religione

Religione: cos’è, tutto sull’argomento

Religione

La religione è un costrutto sociale formato da quell’insieme di credenze, vissuti, riti che coinvolgono l’essere umano, o una comunità, nell’esperienza di ciò che viene considerato sacro, in modo speciale con la divinità, oppure è quell’insieme di contenuti, riti, rappresentazioni

Aniconismo

L’aniconismo è l’assenza di rappresentazioni materiali del mondo naturale e soprannaturale in varie culture, in particolare nelle religioni abramitiche monoteiste. Esso può estendersi al solo Dio e divinità fino ai santi, a tutti gli esseri viventi e a tutto ciò che esiste. Il fenomeno è generalmente codificato dalle tradizioni religiose e come tale diventa un tabù. Quando imposto dalla distruzione fisica delle immagini, l’aniconismo diventa iconoclastia. La parola stessa deriva dal greco εικων (immagine) con il prefisso negativo an- ed il suffisso -ism (-ισμος).

Ascensione

Con il termine ascensione si indica, in generale, un processo di elevazione, di cammino verso l’alto, in senso fisico o spirituale ed etico.

Assunzione in cielo

L’assunzione in cielo è una credenza, presente in diverse religioni e mitologie, che consiste nel trasferimento in cielo di un individuo ancora vivo o resuscitato subito dopo la morte; l’individuo viene accolto in cielo con l’anima e il corpo. In alcune religioni, invece del termine assunzione si usa quello di traslazione o di rapimento in cielo.

Atto di abiura

L’atto di abiura è un documento utilizzato in varie epoche con il quale, per diverse ragioni, un soggetto formalizza con una dichiarazione il rinnegamento di una precedente appartenenza ad un’ideologia o, più frequentemente, ad una religione. Il rilascio di un simile documento è in genere richiesto, sollecitato, estorto o proprio imposto a fini politici o di propaganda.

Benedizione

La benedizione è un’invocazione della grazia e del favore di una o più divinità su qualcuno o qualcosa. Per estensione, è un’invocazione di bene per qualcuno o qualcosa.

Bosco sacro

Il bosco sacro è un luogo di culto caratteristico delle antiche religioni europee, ad esempio di quella romana, greca, celtica, baltica.

Bpur

BPUR – Ban of Political use of Religion è una campagna che si propone l’adozione da parte dell’Assemblea Generale delle nazioni unite di un progetto di trattato internazionale che vincoli gli stati contraenti a impedire ogni forma di violenza, oppressione e discriminazione in nome di una religione o per ragioni religiose. La campagna è sostenuta dall’omonima organizzazione londinese, fondata dal giornalista iracheno Salam Sarhan e dall’uomo d’affari egiziano Naguib Sawiris. La campagna propone una proposta di trattato ed è articolata attraverso un Board of Trustees, un Advisory Council e soprattutto una serie di Legislative Sponsors, ovvero membri di numerosi parlamenti europei, africani, americani e asiatici che in modo coordinato svolgono un’azione di persuasione presso i rispettivi governi. BPUR non si propone di limitare in alcun modo la libertà religiosa o la stessa identità religiosa di un determinato Stato, e tra i suoi sostenitori figurano numerose autorità religiose, ma di creare una base giuridica specifica nel diritto internazionale che promuova la libertà di religione, l’eguaglianza dei cittadini in base al loro culto, il divieto alle conversioni forzate, la condanna di ogni forma di misura violenta o coercitiva in nome di una qualsiasi pratica religiosa.

Catechismo

Il catechismoκατηχισμός dal greco katechéo “istruisco oralmente”, è un sommario o esposizione didattica di una dottrina, esteso linguisticamente a ideologia, e re

Catenoteismo

Catenoteismo è un termine usato dallo storico delle religioni Max Muller per indicare la dottrina secondo la quale, in una pluralità di divinità, ciascuna di esse governa a turno. Da considerarsi come una forma di politeismo.

Città santa

Città santa è un’espressione usata per definire una città rilevante per una specifica religione, ad esempio perché vi è situato un monumento fortemente simbolico, un tempio importante, la residenza di un leader religioso o è meta di molti pellegrini. Ne sono esempio Gerusalemme, Roma, La Mecca, Medina, Haifa, Varanasi.

Confessione (religione)

In diverse religioni, la confessione è una pratica che consiste nel riconoscimento dei propri peccati o errori. Essa avviene in modo diverso a seconda della tradizione religiosa. Nella religione cattolica è un sacramento e viene chiamata penitenza o riconciliazione.

Confessione religiosa

Una confessione religiosa è un soggetto collettivo nel quale si sviluppa e concretizza una determinata fenomenologia religiosa.

Corteo

Un corteo è un insieme di individui che procedono secondo un ordine prefissato e seguendo un percorso prestabilito. Si hanno cortei sia in ambito civile, sia in ambito religioso.

Credenza

Una credenza è «l’atteggiamento di chi riconosce per vera una proposizione», ammettendone la validità sul piano della verità oggettiva, nel senso che credere in un enunciato p equivale ad affermare che p è vero, o quantomeno che ci sono buone ragioni per affermare che p è vero: secondo quest’accezione, ne risulta una differenza di significato rispetto alla nozione di certezza e a quella di dubbio:

Devozione

Per devozione, in un contesto religioso o spirituale, si intende un forte sentimento ed un conseguente atteggiamento di amore provato dall’essere umano verso Dio, oppure un amore trascendentale. Pur trattandosi di un amore di tipo spirituale, non paragonabile ai legami terreni, può manifestarsi sul piano fisico con esperienze di tipo mistico o estatico.

Digiuno

Il digiuno è uno stato di privazione degli alimenti, volontaria o imposta. Il digiuno secco consiste nella privazione anche del bere liquidi, mentre il digiuno umido assume solo alimenti solidi.

Disciplina ecclesiastica

La disciplina ecclesiastica è l’insieme di regole e doveri da rispettare per far legittimamente parte di un clero religioso.

Egoteismo

L’egoteismo è la deificazione della concezione umana di Dio, o la credenza che essa sia tutto ciò che gli uomini possono sapere di Dio. Questa posizione presuppone l’impossibilità della rivelazione divina ed è di conseguenza una negazione della validità della fede e della maggior parte delle tradizioni teistiche, fatta eccezione per il deismo.

Elemosina

Elemosina indica l’atto gratuito di una donazione principalmente in denaro verso una persona bisognosa. L’aiuto alle persone bisognose è incoraggiato dalle maggiori religioni. In ambito cristiano, la raccolta di elemosine prende il nome di questua. Aspettare esplicitamente offerte in denaro si dice chiedere l’elemosin

Enoteismo

L’enoteismo, termine coniato da Max Müller, indica un tipo di religiosità che prevede la preminenza di un dio su tutti gli altri, tale da accentrare su di esso tutto il culto; è pertanto una forma di culto intermedia tra politeismo e monoteismo, in cui è venerata in particolar modo una singola divinità, senza tuttavia negare l’esistenza di altre divinità, di cui però di solito è sottolineata l’estraneità e/o l’inferiorità.

Esoterismo occidentale

Esoterismo occidentale è un’espressione specifica del termine generico di esoterismo usato per indicare una dottrina o un insieme di dottrine caratterizzate dalla segretezza e il cui insegnamento era riservato a pochi a differenza di quello “essoterico” a cui tutti potevano accedere.

Eterodossia

Con la parola eterodossia, dal greco heteros e doxa ci si riferisce a una serie di opinioni, ideologie, scelte di vita o credenze non in linea con quelle dominanti o maggiormente diffuse. È spesso usata, in modo contrastivo con ortodossia, per sottolineare e rivendicare la propria posizione non allineata a quella tradizionale.

Ex voto

La locuzione latina ex voto, tradotta letteralmente, significa “a seguito di un voto”. Viene usata per indicare un oggetto dato in dono ad una divinità

Exoterismo

L’exoterismo o essoterismo è una forma di religiosità che non si avvale di riti iniziatori, e ha pertanto una valenza pubblica, essendo accessibile alle genti profane anche al di fuori di pratiche religiose o di complessi dottrinari.

Guerra santa

La guerra santa è un’azione o un complesso di manovre strategiche militari, ed in genere una vera e propria guerra alla quale siano attribuite finalità di salvaguardia di valori religiosi. Nonostante la prevalenza dell’uso che se ne fa per iperbole nel comune conversare, l’espressione ha nella storia ben precisi significati e riferimenti.

Guerra spirituale in Cina

La guerra spirituale in Cina è un concetto in diversi gruppi culturali della Cina, fondato sull’usare vari metodi e oggetti che si ritiene possano scongiurare il male preternaturale o le forze che interferiscono con la vita umana.

Ierofania

Ierofania è un termine proprio della scienza delle religioni, della storia delle religioni, della fenomenologia della religione e dell’antropologia del sacro, che designa la “manifestazione del sacro”.

Ierogamia

La ierogamia o hieròs gámos di cui è sinonimo teogamia indica un rito sessuale in cui due o più partecipanti umani rappresentano la sacra unione o sizigia (congiunzione) tra un dio e una dea.

Inculturazione

L’inculturazione è un termine in uso nell’antropologia culturale, per indicare il processo di trasmissione della cultura fra le generazioni e in storia delle religioni per indicare la trasmissione e adattamento del culto in contesti culturali diversi.

Infula

Si chiama infula una stretta striscia di stoffa, storicamente usata in ambito sacerdotale.

Intolleranza religiosa

L’intolleranza religiosa è la discriminazione di una persona, o di un gruppo di persone, sulla base della loro religione.

Laicato

Il laicato è l’insieme dei laici intesi come tutti i fedeli di una religione che non appartengono al clero. Il termine “laico” deriva dal greco λαϊκός, laikós – uno del popolo, dalla radice λαός, laós – popolo.

Leviatano

Il Leviatano è una creatura con la forma di un serpente marino, nota sia nella teologia che nella mitologia. È citato in diversi libri della Bibbia ebraica, inclusi i Salmi, il Libro di Giobbe, il Libro di Isaia e il Libro di Amos; è menzionato anche nel Libro di Enoch. Il Leviatano è

Libertà religiosa

La libertà religiosa è la libertà di cambiare religione o di non professarne alcuna, di manifestarla nell’insegnamento, nella pratica, nell’adorazione e nell’osservanza, conservando gli stessi diritti dei cittadini che hanno fede differente. Comprende quindi anche il diritto, per i gruppi religiosi, di testimoniare e diffondere il proprio messaggio nella società, senza per questo essere oggetto di disprezzo o di persecuzione.

Litolatria

La litolatria indica la venerazione di pietre. Tali pietre vengono definite betili.

Lode

La lode è l’atto con cui si esprimono affermazioni positive nei confronti di una persona, di un oggetto o di un’idea. Nella religione, la lode è la glorificazione della divinità effettuata mediante preghiere, inni o canti. Nel linguaggio scolastico, la lode è una nota di merito che si dà agli studenti oltre il voto massimo.

Manna santa

La manna santa è un liquido, chimicamente assimilabile all’acqua pura, che può trasudare da reliquie di santi o da immagini sacre, apparentemente senza spiegazione.

Miracolo

Un miracolo, in teologia, è un evento straordinario, al di sopra delle leggi naturali, che si considera operato da Dio direttamente o tramite una sua creatura. Nel linguaggio comune, per estensione, il termine miracolo indica anche un fatto eccezionale, che desta meraviglia. Colui che si ritiene abbia compiuto dei miracoli è detto anche taumaturgo.

Nascita miracolosa

La nascita miracolosa è un elemento comune nei testi religiosi e nella letteratura antica. Le narrazioni sulle nascite miracolose comprendono manifestazioni di entità soprannaturali, concepimenti a seguito di interventi divini, eventi celesti o astronomici particolari ed altri fenomeni straordinari. Esistono racconti di nascite straordinarie per divinità pagane, eroi mitologici, profeti delle grandi religioni ed anche per alcuni sovrani dell’antichità. Le nascite miracolose comprendono diverse tipologie, tra cui il concepimento in assenza di rapporto sessuale, la fecondazione di una donna mortale da parte di una divinità maschile, l’incarnazione di una divinità o uno spirito preesistente nel grembo di una donna mortale. Un tipo particolare di nascita miracolosa è la nascita verginale, in cui una vergine viene resa gravida senza intervento umano. Nascite verginali sono narrate per Gesù, Lao Tzi, Perseo, Romolo e Remo, Alessandro Magno e Quetzalcoatl.

Naturalismo (religione)

Il naturalismo religioso è un approccio alla spiritualità privo di elementi sovrannaturali centrata sulla natura e l’universo e le interpretazioni morali e mistiche, diffusa sia come forma di spiritualità “laica”, che in diversi movimenti come il neopaganesimo, certe correnti New Age, il deismo, il buddhismo moderno, il panteismo spinoziano e stoico, il cristianesimo modernista e il taoismo.

Non-dualismo

La filosofia occidentale spesso assimila erroneamente il non-dualismo al monismo. Nella tradizione filosofica e religiosa asiatiche, invece, i due concetti sono diversi e separati.

Noviziato

Si dice noviziato quel periodo in cui un gruppo di persone che intendono entrare a far parte di un ordine religioso, si impegnano, sotto la guida di un padre maestro – o di una madre maestra – a conoscere il significato della vita religiosa e ad approfondire le caratteristiche dell’istituto. Per estensione, con noviziato si intende il luogo in cui i novizi trascorrono il loro periodo di conoscenza della vita religiosa e dell’istituto.

Ortodossia

L’ortodossia è l’accettazione piena e coerente dei principi di una dottrina. È usato nei contesti religiosi, viene contrapposto all’eresia o, appunto, eterodossia.

Parola di Dio

L’espressione Parola di Dio viene utilizzata dai credenti di una certa religione per indicare che i suoi testi sacri di riferimento costituiscono una rivelazione della sapienza di Dio, manifestata per suo stesso volere.

Persecuzione religiosa

La persecuzione religiosa è il maltrattamento sistematico di un individuo o un gruppo di individui, anche in relazione alla negazione di diritti, come una risposta al loro credo religioso. La tendenza della società o dei gruppi all’interno della società di alienare o reprimere il credo religioso è un tema ricorrente nella

Pluralismo religioso

Il pluralismo religioso è quel pensiero secondo cui è possibile superare le differenze dottrinarie tra le religioni, e i conflitti interpretativi esistenti spesso all’interno della stessa religione.

Questua

Soprattutto nella tradizione cristiana, la questua è l’atto di andare di porta in porta a elemosinare offerte, soprattutto in cibo, in genere con significati connessi alla penitenza o al voto di povertà.

Religione ellenistica

Il concetto di religione ellenistica come la forma tarda della religione greca antica copre uno qualsiasi dei vari sistemi di credenze e pratiche delle persone che vissero sotto l’influenza dell’antica cultura greca durante il periodo ellenistico e l’Impero romano. C’era molta continuità nella religione ellenistica: la gente continuava ad

Religione naturale

Secondo molti studiosi della Bibbia, fra cui Sant’Agostino, i patriarchi da Adamo ad Abramo praticarono una Religione naturale di stampo monoteistico. Con essi le loro mogli, i loro figli e figlie. Spesso anche i loro servitori o schiavi. Insomma tutta la famiglia patriarcale di allora.

Religione rivelata

Una religione si definisce rivelata, quando essa afferma di fondarsi, in tutto o in parte, sulla comunicazione di conoscenze dalla propria divinità agli uomini. Tali conoscenze vanno col nome di verità rivelate.

Religioni maggiori

La valutazione di quali siano le religioni maggiori, ovvero le principali religioni del mondo, può essere fatta con una pluralità di metodi; in molti casi, le affermazioni sull’importanza relativa di una religione riflettono un particolare punto di vista. Due metodi sono utilizzati in questa voce: numero di aderenti e definizione usata dagli studiosi delle religioni.

Religioni nonteistiche

Per religioni nonteistiche si intendono tutte quelle religioni che sono caratterizzate dall’assenza o dal rifiuto del teismo o di qualsiasi credenza relativa a uno o più dei. Le religioni nonteistiche rappresentano quindi una forma di nonteismo legata tuttavia a un approccio di carattere religioso, ovvero etico.

Responsa

Responsa comprendono un corpus di decisioni scritte e direttive date da studiosi giuristi in risposta a domande poste loro.

Risurrezione

La risurrezione o resurrezione è il ritorno alla vita dopo la morte analogamente al risveglio successivo al sonno. Nel cristianesimo Gesù Cristo è risorto dopo tre giorni mentre gli altri uomini risorgeranno tutti insieme “l’ultimo giorno”. Ciò che pare comune a tutte le religioni che prevedono la reviviscenza o quantomeno la non-estinzione dell’anima del defunto,

Sacerdozio

Sacerdozio è un termine apparentemente univoco ma che indica realtà abbastanza diverse a seconda dell’esperienza religiosa alla quale si riferisce.

Sacralizzazione

Sacralizzazione significa trasformare qualcosa in sacro. Questo termine si riferisce al fenomeno storico del cambiamento di antichi toponimi con nomi di santi o di chiese ed è stato espresso in particolare come sacralizzazione dei quartieri. Il fenomeno interessò, per esempio, tutti gli antichi quartieri di Chiaramonte, come Baglio o Burgo, che vennero rinominati con nomi di santi come San Giovanni o San Francesco intorno al XVIII secolo. Il fenomeno denominato sacralizzazione dei quartieri avvenne anche in altri paesi della Sicilia. Il significato si trova anche nella frase: I Musulmani hanno sacralizzato la legge.

Sacro

Sacro è un termine storico-religioso, fenomenologico-religioso e antropologico che indica una categoria di attributi e realtà che si aggiungono o significano ulteriormente il reale ordinariamente percepito e indicato come profano. L’esperienza del “sacro” è al cuore di tutte le religioni.

Santo

Santo è attributo di un essere, oggetto o manifestazione che si ritiene essere correlato alla divinità. Nel significato moderno, il termine è utilizzato principalmente riferendosi a ciò che si ritiene inviolabile, in quanto consacrato da una legge spesso religiosa, oppure venerato, o considerato degno di rispetto.

Sarvadharma

Sarvadharma è una parola sanscrita, di utilizzo relativamente recente, che letteralmente significa “tutte le religioni”. In termini generici, Sarvadharma indica il concetto di sostanziale unità delle religioni; viene utilizzato in svariati ambiti.

Scisma

Il termine scisma, indica una divisione causata da una discordia fra gli individui di una stessa comunità. Uno scismatico è una persona che determina una divisione in un’organizzazione di cui è membro. Scismatico come aggettivo si riferisce a idee politiche o religiose, che si ritiene portino allo scisma. Più genericamente, in politica o in altri campi la parola scisma si può riferire ad una divisione di un movimento in due o più gruppi in disaccordo; in questi casi si usa anche la parola scissione.

Seductio

La seductio era una pratica degli antichi romani atta a riconoscere le divinità dei popoli conquistati e a introdurne il culto a Roma.

Segregazione religiosa

La segregazione religiosa è la separazione delle persone in base al loro credo religioso. Il termine viene applicato sia ai casi di segregazione religiosa che emergono, in modo spontaneo e dal basso, come fenomeni sociali, sia alla segregazione derivante da disposizioni legis

Sincretismo

Il sincretismo può essere considerato un’unione e fusione di elementi ideologici già inconciliabili, attuata in vista di esigenze pratiche di carattere culturale, filosofico o religioso, appartenenti a due o più culture o dottrine diverse. Il termine è applicato soprattutto nella scienza e storia delle religioni, in cui indica quel complesso di fenomeni e concezioni costituite dall’incontro di forme religiose differenti.

Taumaturgia

La taumaturgia è un ramo della religione che si occupa dei prodigi e dei miracoli.

Teologia sistematica

La teologia sistematica, detta anche dogmatica, è una disciplina della teologia cristiana che si propone di organizzare la conoscenza religiosa, cioè il contenuto della propria fede che si reputa verità, in un sistema ordinato ed omogeneo, logicamente sequenziale.

Tolleranza religiosa

La tolleranza religiosa è la condizione attraverso la quale le credenze e le pratiche di una o più religioni, diverse da quella professata all’interno di un popolo o di una nazione, vengono accettate o consentite.

Universalismo

Per universalismo si può intendere, nel significato più generico e comune, la tendenza da parte di entità politiche, religiose ecc. a ritenersi universali, cioè valide per tutti gli uomini. Tale concezione presuppone quindi che, contrariamente ad alcune forme di relativismo, esistano fatti, strutture o proprietà di carattere universale.

Uovo cosmico

L’uovo cosmico è un simbolo del mito cosmogonico della

Versetto

Un versetto è un breve paragrafo, con cui si può suddividere il capitolo di un libro, come accade nella Bibbia e nel Corano.

Violenza interreligiosa

La violenza interreligiosa è il manifestarsi di azioni e atteggiamenti violenti e aggressivi tra fedi diverse o vicine tra loro mossi da basi religiose. È un fenomeno storico che risale ai primi movimenti religiosi, come le persecuzioni pagane verso i cristiani, o il racconto biblico dell’Esodo.


Tratto da Wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Religione

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: