R-4 (missile) – Wikipedia


Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Missile aria-aria sovietico a lungo raggio

IL Bisnovat (Dopo Molniya) R-4 (Nome in codice NATO AA-5Cenere’) è stato un anticipo sovietico lungo raggio missile aria-aria. Era usato principalmente come unica arma da fuoco Tupolev Tu-128 intercettore, corrispondente al suo RP-S Smerch (‘Tornado’) radar.

Storia(modificare)

Lo sviluppo dell’R-4 iniziò nel 1959inizialmente designato come K-80 O R-80entrando in servizio operativo in giro 1963, insieme al Tu-128. Come molte armi sovietiche, è stata realizzata in entrambe homing radar semiattivo (R-4R) E homing a infrarossi (R-4T) versioni. La dottrina sovietica standard prevedeva di sparare con le armi in coppie SARH/IR per aumentare le probabilità di un colpo.(citazione necessaria) L’altitudine target era compresa tra 8 e 21 km. È importante sottolineare che per il Tu-128 a lenta arrampicata, il missile poteva essere lanciato anche da 8 km sotto il bersaglio.

In 1973 l’arma è stata modernizzata R-4MR (SARH) / MT standard (IR), con altitudine target minima inferiore (0,5–1 km),(1) prestazioni di ricerca migliorate e compatibilità con l’RP-SM aggiornato Smerch-M radar.

L’R-4 sopravvisse in servizio limitato fino al 1990, ritirandosi insieme all’ultimo aereo Tu-128.

Operatori(modificare)

Unione Sovietica

Specifiche (R-4T / R-4R)(modificare)

  • Lunghezza: (R-4T) 5,2 m (17 piedi 1 pollici); (R-4R) 5,45 m (17 piedi 10 pollici)
  • Apertura alare: 1300 mm (4 piedi 3 pollici)
  • Diametro: 310 mm (12,2 pollici)
  • Peso di lancio: (R-4T) 480 kg (1.058 libbre); (R-4R) 492,5 kg (1.086 libbre)
  • Velocit: Mach 1.6
  • Allineare: (R-4T) 2–15 km (9,35 mi); (R-4R) 2–25 km
  • Guida: (R-4T) infrarossi homing; (R-4R) homing radar semiattivo
  • Testata: 53 kg (116,6 lb) ad alto esplosivo

Riferimenti(modificare)

  • Gordon, Yefim (2004). Armi degli aerei sovietici/russi dalla seconda guerra mondiale. Hinckley, Inghilterra: Midland Publishing. ISBN 1-85780-188-1.

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto