Quaternio terminorum: cos’è, sillogismo ha quattro

L’errore di quattro termini ( latino quaternio terminorum ) è l’errore formale che si verifica quando un sillogismo ha quattro (o più) termini invece dei tre richiesti, rendendolo non valido.

Definizione

I sillogismi categorici hanno sempre tre termini:

Premessa maggiore: tutti i pesci hanno le pinne.
Premessa minore: tutti i pesci rossi sono pesci.
Conclusione: tutti i pesci rossi hanno le pinne.

Qui i tre termini sono: “pesce rosso”, “pesce” e “pinne”.

L’uso di quattro termini invalida il sillogismo:

Premessa maggiore: tutti i pesci hanno le pinne.
Premessa minore: tutti i pesci rossi sono pesci.
Conclusione: tutti gli esseri umani hanno le pinne.

Le premesse non collegano “umani” con “pinne”, quindi il ragionamento non è valido. Si noti che ci sono quattro termini: “pesce”, “pinne”, “pesce rosso” e “umani”. Non bastano due premesse per collegare quattro termini diversi, poiché per stabilire la connessione deve esserci un termine comune a entrambe le premesse.

Nel ragionamento quotidiano, l’errore di quattro termini si verifica più frequentemente per equivoco : utilizzando la stessa parola o frase ma con un significato diverso ogni volta, creando un quarto termine anche se vengono utilizzate solo tre parole distinte:

Premessa maggiore: niente è meglio della felicità eterna.
Premessa minore: un panino al prosciutto è meglio di niente.
Conclusione: un panino al prosciutto è meglio della felicità eterna.

La parola “niente” nell’esempio sopra ha due significati, come presentato: “niente è meglio” significa che la cosa nominata ha il valore più alto possibile (non esiste niente di meglio); “meglio di niente” significa solo che la cosa descritta ha un certo valore (più del valore zero implicito di niente). Pertanto, “niente” agisce come due termini diversi in questo esempio, creando così l’errore di quattro termini.

La fallacia dei quattro termini si applica anche ai sillogismi che contengono cinque o sei termini.

Termini di riduzione

A volte un sillogismo apparentemente fallace perché enunciato con più di tre termini può essere tradotto in un equivalente e valido sillogismo a tre termini. Per esempio:

Premessa maggiore: nessun essere umano è immortale.
Premessa minore: tutti i greci sono persone.
Conclusione: tutti i greci sono mortali.

Questo sillogismo EAE-1 ha apparentemente cinque termini: “umani”, “immortali”, “greci”, “popoli” e “mortali”. Ma può essere riscritto come sillogismo della forma standard AAA-1 sostituendo prima il termine sinonimo “umani” con “persone” e poi riducendo il termine complementare “immortale” nella prima premessa usando l’ inferenza immediata nota come obversione (cioè , l’affermazione “Nessun essere umano è immortale.” è equivalente all’affermazione “Tutti gli esseri umani sono mortali.”).

Classificazione

La fallacia dei quattro termini è una fallacia sillogistica . I tipi di sillogismo a cui si applica includono il sillogismo statistico , il sillogismo ipotetico e il sillogismo categorico , ognuno dei quali deve avere esattamente tre termini. Poiché si applica alla forma dell’argomento , in contrasto con il contenuto dell’argomento, è classificato come un errore formale .

L’ equivoco del termine medio è una fonte spesso citata di un quarto termine aggiunto a un sillogismo; entrambi gli esempi equivoci di cui sopra influenzano il termine medio del sillogismo. Di conseguenza a questo stesso errore comune è stato dato un nome proprio: la fallacia del mezzo ambiguo. Un argomento che commette l’ambiguo errore medio offusca il confine tra errori formali e informali (materiali) , tuttavia di solito è considerato un errore informale perché la forma dell’argomento sembra valida.


https://en.wikipedia.org/wiki/Fallacy_of_four_terms

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *