QAGOMA – Wikipedia


Museo d’arte a Brisbane, Australia

IL Queensland Art Gallery e Galleria d’Arte Modernacolloquialmente noto come QAGOMAè un Museo d’Arte In Brisbane, Queensland, Australia. È composto da Galleria d’arte del Queensland (QAG), che è l’edificio principale, e una seconda galleria, la Galleria d’Arte Moderna (GOMA), situato a 150 m (490 ft). Entrambi si trovano all’interno del Centro culturale del Queensland In Banca del Sud. QAGOMA ha una vasta collezione di Arte australiana ed è un’istituzione leader nel Asia-Pacifico.

Storia(modificare)

Il museo fu fondato nel 1895 come Queensland National Art Gallery e nel corso della sua storia iniziale fu ospitato in una serie di locali temporanei. Nel 1982 la galleria si trasferì in una sede permanente nel Galleria d’arte del Queenslandprogettato dall’arch Robin Gibson.(3)

Nel 2006 il secondo edificio del museo, il Galleria d’Arte Modernaè stato aperto e ha ricevuto il premio 2007 RAIA Premio Nazionale per l’Architettura Pubblica.(4)

Descrizione(modificare)

Il museo d’arte è colloquialmente noto come QAGOMA.(5) È costituito dalla Queensland Art Gallery (QAG), che è l’edificio principale, e dalla Gallery of Modern Art (GOMA), situata a 150 m (490 piedi) di distanza. Entrambi si trovano all’interno del Queensland Cultural Centre nella South Bank di Brisbane.(6)

Il numero di visitatori per il periodo 2019-20 è stato pari a 1.146.277, in netto calo rispetto agli ultimi anni a causa della Pandemia di COVID-19 in Australia. QAGOMA è la sede dell’Australian Centre of Asia Pacific Art ed è anche l’ospite del Triennale d’arte contemporanea dell’Asia Pacifico.(citazione necessaria)

Governance e persone(modificare)

Curatore Pietro McKay è stato nominato membro del team curatoriale di QAGOMA nel 2011 e l’8 agosto 2018 è stato nominato Curatorial Manager of Australian Art.(7)(8)

Collezioni(modificare)

QAGOMA detiene una collezione di oltre 20.000 opere d’arte provenienti dall’Australia e da tutto il mondo, con una collezione significativa a livello internazionale di arte contemporanea asiatica e del Pacifico. Ha vaste collezioni di asiatico, Oceaniano, australiano E Arte indigena australiana.(citazione necessaria)

Asia, Australia e Pacifico(modificare)

Arte asiatica(modificare)

La storica collezione asiatica della galleria spazia dal periodo neolitico fino al XX secolo, e mette in luce gli sviluppi artistici influenzati dal cambiamento sociale, dalla filosofia e dalla tecnica. Il dipartimento mira a mostrare l’importanza dello scambio culturale nella regione e il suo ruolo continuo nello sviluppo delle tradizioni decorative asiatiche e aiuta a contestualizzare la collezione asiatica contemporanea. Le opere spaziano dalla pittura, incisione, scultura, ceramica, tessuti, oggetti in metallo, lacche, fotografia e mobili.(9)

Alcuni dei punti salienti delle collezioni includono:

  • Tradizioni ceramiche asiatiche
    • Giare neolitiche delle culture giapponesi Jōmon (3000–2000 a.C.) e Yayoi (400–300 a.C.) e Kuan (vasi per la conservazione) e un’anfora della cultura neolitica cinese Yangshao (3500–3000 a.C.)
    • Articoli funerari del Dinastia Tang (618–907), celadon dal Yuan (1279–1368) e Ming (1368–1644) dinastie, articoli blu e bianchi del Periodo Kangxi (1662–1722) e porcellane comprese opere imperiali del Dinastia Qing (1644-1912).
    • Tsubo (vasi senza coperchio) dal Giappone Sei antichi fornirisalente ai periodi Muromachi (1333–1573) e Azuchi–Momoyama (1573–1603)
    • Ceramiche di Ōtagaki Rengetsu (1791–1875)
  • Pittura giapponese
  • Stampe giapponesi
  • Arte storica del sud e sud-est asiatico
    • Scultura in bronzo del periodo Orissan e successivo Chola (860-1279 d.C. circa)
    • Dipinti in miniatura Di Moghul E Rajput tribunali (XVIII-XIX secolo)
    • Armi ornamentali provenienti dall’Indonesia e dalla Malesia

La collezione d’arte contemporanea asiatica di QAGOMA è tra le più estese al mondo nel suo genere, con oltre mille opere risalenti alla fine degli anni ’60 ad oggi, che documentano le tendenze storiche moderne del cambiamento sociale e i mutevoli modelli di produzione artistica. La collezione dimostra il contributo degli artisti asiatici all’arte contemporanea globale e l’influenza di tradizioni, filosofie e tecniche. La collezione comprende artisti di spicco provenienti da tutte le parti dell’Asia, nonché dalla diaspora asiatica, con punti di forza nell’arte contemporanea cinese, nell’arte contemporanea giapponese, nell’arte contemporanea indiana e in un’importante collezione di arte del sud-est asiatico. Alcuni degli artisti rappresentati includono Xu Bing, Atul Dodiya, Nam June Paik, Yayoi Kusama, Lee Ufan E Ai Weiwei.

Arte australiana(modificare)

La collezione d’arte australiana della galleria risale al periodo coloniale in poi e presenta momenti storici di primo contatto, insediamento, esplorazione e immigrazione. Le opere del periodo coloniale evidenziano l’influenza delle tradizioni europee e l’emergere di un vernacolo distintamente australiano con il Scuola di Heidelberg movimento della fine del XIX secolo.(10) Alcuni degli artisti australiani presenti nella collezione includono, Eugène von Guerard, John Glover, Richard Godfrey Rivers, Fred Williams, Ray Crooke, Russel Drysdale, Carlo Conder, Ethel Carrick, Sam Fullbrook, Vida Lahey, Sidney Nolan, Rupert Bunny, Luigi Buvelot, Guglielmo Bustard, Bessie Gibson, Giovanni Russell, William Dobell, Ian Fairweather, Giovanni Perceval, Arthur Boyd, E. Phillips Fox, Margherita Preston, Giovanni Brack, Charles Blackmann, Hans Heysen, Sydney lungo, Margaret Olley, Hugh Ramsay, Arthur Streeton E Tom Roberts.

Alcuni dei punti salienti delle collezioni includono:

La collezione australiana contemporanea di QAGOMA riflette la diversità delle persone in Australia e risale all’arte concettuale/astratta della fine degli anni ’60 -’70 fino ad oggi. Molte delle opere riconoscono le principali aree collezionistiche di pittura, scultura, disegno, incisione, vetro e ceramica, espandendosi per includere il crescente utilizzo da parte degli artisti di una più ampia varietà di media tra cui fotografia, media digitali e film. Alcuni dei principali artisti rappresentati nella collezione includono, Pietro Booth, ex De Medici, Fiona Sala, Bea Maddock, Jan Nelson, Patrizia Piccinini, Tony Tuckson, Anna Ferran, Bill Henson, Rosemary Laing, Pat Brassington, Tracey Moffatt, Savanhdary Vongpoothorn, Gwyn Hanssen Pigott, Hossein Valamanesh, Ian Brucia, Aleks Danko, Susan Norrie E Mike Parr.

Collezione internazionale(modificare)

Collezione storica internazionale(modificare)

La collezione d’arte storica internazionale della Galleria si concentra sul lavoro dell’Europa occidentale e del Nord America e spazia dal primo Rinascimento alla seconda metà del XX secolo. La collezione ha i punti di forza in Rinascimento settentrionale; Arte britannica dalla fine del XVIII alla fine del XIX secolo, compresi vittoriano E edoardiano pittura; e pittura, scultura, fotografia e stampe moderne europee e americane dalla fine del XIX secolo alla seconda metà del XX secolo. La maggior parte delle oltre 2000 opere in quest’area sono dell’Europa occidentale.(11)

Alcuni dei punti salienti delle collezioni includono:

Riferimenti(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto