Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani


Agenzia delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani e lo sviluppo urbano sostenibile

IL Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani (UN-Habitat) è il Nazioni Unite programma(1) per insediamenti umani E sostenibile sviluppo urbano. È stata fondata nel 1977 come risultato della prima Conferenza delle Nazioni Unite sugli insediamenti umani e lo sviluppo urbano sostenibile (Habitat I) tenutasi a Vancouver, in Canada, nel 1976. UN-Habitat mantiene la sua sede presso Ufficio delle Nazioni Unite a Nairobi, Kenia. È incaricato dal Assemblea generale delle Nazioni Unite promuovere paesi e città socialmente e ambientalmente sostenibili con l’obiettivo di fornire un alloggio adeguato a tutti. È un membro del Gruppo per lo sviluppo delle Nazioni Unite.(2) Il mandato di UN-Habitat deriva dall’Agenda Habitat, adottata dalla Conferenza delle Nazioni Unite sugli insediamenti umani (Habitat II) a Istanbul, in Turchia, nel 1996. Il duplice obiettivo dell’Agenda Habitat sono un rifugio adeguato per tutti e lo sviluppo di un ambiente sostenibile. insediamenti umani in un urbanizzazione mondo.

Panoramica(modificare)

UN-Habitat sede presso il Ufficio delle Nazioni Unite a Nairobi

Il mandato di UN-Habitat deriva anche dalla risoluzione 3327 (XXIX) dell’Assemblea Generale, con la quale l’Assemblea ha istituito la Fondazione Habitat e gli Insediamenti Umani delle Nazioni Unite; la risoluzione 32/162, con la quale l’Assemblea ha istituito il Centro delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani (Habitat); e la risoluzione 56/206, con la quale l’Assemblea ha trasformato la Commissione sugli insediamenti umani e il Centro delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani (Habitat), comprese la Fondazione Habitat e gli insediamenti umani delle Nazioni Unite, in UN-Habitat. Il mandato di UN-Habitat deriva inoltre da altri obiettivi di sviluppo concordati a livello internazionale, compresi quelli contenuti nel Dichiarazione del Millennio delle Nazioni Unite (Risoluzione dell’Assemblea 55/2), in particolare l’obiettivo di raggiungere un miglioramento significativo della vita di almeno 100 milioni di abitanti delle baraccopoli entro il 2020; e il bersaglio sull’acqua e servizi igienico-sanitari del Piano di Attuazione del Vertice mondiale sullo sviluppo sostenibileche mira a dimezzare, entro il 2015, la percentuale di persone senza accesso sostenibile a strutture sicure bevendo acqua e servizi igienico-sanitari di base. Attraverso la risoluzione 65/1 dell’Assemblea, gli Stati membri si sono impegnati a continuare a lavorare a favore delle città senza città bassifondioltre gli obiettivi attuali, riducendo la popolazione degli slum e migliorando la vita degli abitanti degli slum.

Lavoro e progetti(modificare)

Ufficio dell’ONU-Habitat a Ospedale della Santa Creu i Sant Pau (Barcellona)

UN-Habitat opera in più di 70 paesi nei cinque continenti concentrandosi su sette aree:

Governo(modificare)

La struttura di governance del programma è composta da tre organi decisionali: l’Assemblea delle Nazioni Unite-Habitat, un comitato esecutivo e un Comitato dei rappresentanti permanenti.(3) In precedenza, il Consiglio direttivo era l’organo decisionale del Programma, ma è stato sciolto a seguito di una risoluzione approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.(4)

L’assemblea è un organismo universale composto dai 193 stati membri delle Nazioni Unite e si riunisce ogni quattro anni presso la sede dell’ONU-Habitat a Nairobi. La prima assemblea si è tenuta a maggio 2019.(5) La presidenza della prima assemblea fu detenuta dal Messico. La presidenza del Messico era rappresentata da Martha Delgado Peralta il sottosegretario messicano agli affari multilaterali e ai diritti umani.(6)

Il secondo organo decisionale del programma è il comitato esecutivo, composto da 36 stati membri eletti dall’Assemblea delle Nazioni Unite-Habitat con rappresentanti di tutti i gruppi regionali. Il consiglio si riunisce tre volte all’anno. Il Comitato dei Rappresentanti Permanenti di UN-Habitat (CPR) è composto da tutti Rappresentanti permanenti accreditato al Ufficio delle Nazioni Unite a Nairobi.(7)

Il segretariato di UN-Habitat è diretto da un direttore esecutivo nominato dal Segretario generale delle Nazioni Unite con l’approvazione del Assemblea Generale delle Nazioni Unite. L’attuale direttore esecutivo lo è Maimunah Mohd Sharif della Malesia, nominato nel dicembre 2017.(8) Il vicedirettore esecutivo lo è Victor Kisob del Camerun nominato da nel luglio 2018.(9)

Elenco degli amministratori esecutivi(modificare)

  1. Arcot RamachandranIndia, 1978–1992
  2. Elisabetta DowdeswellCanada, 1993–1994
  3. Wally N’DowGambia, 1994–1997
  4. Darshan JohalCanada, 1997–1998
  5. Klaus TopferGermania, 1998–2000
  6. Anna TibaijukaTanzania, 2000–2010
  7. Giovanna ClosSpagna, 2010–2018
  8. Maimunah Mohd SharifMalesia, 2018–Presente

Prima del 2002, il titolo di capo del programma era direttore del Centro delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani.(10)

Forum Urbano Mondiale (WUF)(modificare)

Il World Urban Forum è una conferenza internazionale dedicata alle questioni urbane, organizzata da UN-Habitat. È stato istituito dalle Nazioni Unite per esaminare una delle questioni più urgenti che il mondo deve affrontare oggi: la rapida urbanizzazione e come garantire uno sviluppo urbano sostenibile. È organizzato ogni due anni negli anni tra i consigli direttivi di UN-Habitat.

Campagna urbana mondiale (WUC)(modificare)

La Campagna Urbana Mondiale è un’iniziativa guidata da UN-Habitat che cerca di promuovere lo sviluppo urbano sostenibile e città vivibili in tutto il mondo. Il suo obiettivo principale è sostenere l’attuazione della Nuova Agenda Urbana, un quadro globale adottato dalle Nazioni Unite nel 2016 per guidare le politiche e le strategie di sviluppo urbano per i prossimi 20 anni.

La campagna riunisce una vasta gamma di partner, tra cui governi, organizzazioni della società civile, attori del settore privato e istituzioni accademiche, per collaborare su questioni di sviluppo urbano. Attraverso una serie di attività e iniziative, la campagna mira a sensibilizzare sull’importanza dell’urbanizzazione sostenibile, promuovere le migliori pratiche e favorire partenariati tra le parti interessate.

La Campagna urbana mondiale si concentra su una serie di temi chiave, tra cui alloggi a prezzi accessibili, mobilità sostenibile, pianificazione urbana resiliente e inclusione sociale. Sottolinea inoltre il ruolo della tecnologia e dell’innovazione nel plasmare il futuro delle città.

Alcune delle iniziative e attività chiave della campagna includono l’Urban Thinkers Campus (UTC), una rete globale di eventi che riunisce esperti e parti interessate per condividere conoscenze e idee sullo sviluppo urbano.

Nel complesso, la Campagna urbana mondiale costituisce un’importante piattaforma per promuovere lo sviluppo urbano sostenibile e inclusivo e per portare avanti gli obiettivi della Nuova Agenda Urbana.

Giornata Mondiale dell’Habitat(modificare)

Le Nazioni Unite hanno designato ogni anno il primo lunedì di ottobre come Giornata Mondiale dell’Habitat. Questa è un’occasione per riflettere sullo stato delle nostre città e sul diritto fondamentale di tutti a un alloggio adeguato. Ha anche lo scopo di ricordare al mondo la sua responsabilità collettiva per il futuro dell’habitat umano.

Premio Pergamena d’Onore dell’ONU-Habitat(modificare)

IL Premio Pergamena d’Onore dell’ONU-Habitat è un premio assegnato dal Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani in riconoscimento del lavoro svolto nel campo dello sviluppo degli insediamenti umani. Lo scopo del premio è quello di onorare gli individui e le istituzioni determinanti nel migliorare la condizioni di vita nei centri urbani di tutto il mondo.

Premio Mondiale Habitat(modificare)

L’ONU-Habitat Premio Mondiale Habitat viene presentato in riconoscimento di “progetti che forniscono soluzioni pratiche e innovative alle attuali esigenze abitative, con particolare attenzione ad alloggi dignitosi, convenienti, adeguati e sostenibili”. Istituito nel 1985 da UN-Habitat in collaborazione con la Building and Social Housing Foundation, ogni anno due premi vengono assegnati ai destinatari durante la sessione annuale del Consiglio direttivo di UN-Habitat presso l’ufficio delle Nazioni Unite a Nairobi. L’obiettivo del premio è identificare, celebrare e promuovere “le buone pratiche nei progetti abitativi che cercano di promuovere l’accessibilità economica e la sostenibilità degli alloggi a livello globale”.(11)

Comitato consultivo delle autorità locali delle Nazioni Unite(modificare)

IL Comitato consultivo delle autorità locali delle Nazioni Unite (UNACLA) è stata fondata nel 2000(12) in linea con la risoluzione 17/18 del Consiglio direttivo delle Nazioni Unite Habitat del 1999(13) come organo consultivo per rafforzare il dialogo tra i Sistema delle Nazioni Unite con autorità locali in relazione all’attuazione dell’Agenda Habitat. Nel settembre 2004, UN-HABITAT ha stabilito un rapporto formale con Città e governi locali uniti,(14) che ora presiede l’UNACLA e detiene 10 dei suoi 20 seggi. L’UCLG ospita insieme a UN-Habitat il segretariato dell’UNACLA.(15)(16)

Membri(modificare)

  1. Istituto per gli studi sull’edilizia abitativa e sullo sviluppo urbano (IHS)
  2. Istituto Internazionale di Studi Sociali (ISS)

Guarda anche(modificare)

Riferimenti(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto