Problemi matematici

Problemi matematici: tutto sull’argomento

Problema del flusso di costo minimo

Il problema del flusso di costo minimo è un problema di decisione e ottimizzazione che consiste nel trovare il modo meno costoso possibile di far passare un certo ammontare di flusso tramite una rete di flusso.

Problema del frutteto

In matematica, e in particolare in geometria discreta, il problema del frutteto o, più propriamente, il problema di piantumazione del frutteto è un problema inerente, data una precisa configurazione di uno specifico numero di punti in un piano, il massimo numero di rette passanti per tre punti.

Problema dell’anello portatovagliolo

In geometria, il problema dell’anello portatovagliolo è il calcolo del volume della parte di solido rimanente in una sfera dopo aver scavato un buco cilindrico concentrico alla sfera stessa. È controintuitivo il fatto che il volume non dipenda dalle dimensioni della sfera, ma solo dall’altezza del solido risultante.

Problema dell’illuminazione

Il problema dell’illuminazione è un problema matematico risolto, proposto per la prima volta da Ernst Straus nei primi anni cinquanta e rimasto aperto per più di quarant’anni.

Problema di Regiomontano

In matematica, il problema di massimizzazione dell’angolo di Regiomontano è un famoso problema di ottimizzazione proposto nel XV secolo dal matematico tedesco Johannes Müller. Il problema è il seguente:

Problema di Thomson

L’obiettivo del problema di Thomson è di determinare la configurazione di minima energia potenziale elettrica di  elettroni vincolati sulla superficie di una sfera unitaria e che si respingono a causa della forza di Coulomb. Il problema fu posto da J. J. Thomson nel 1904 dopo aver proposto un modello atomico, successivamente chiamato modello a panettone, basato sul fatto che gli elettroni sono carichi negativamente mentre gli atomi sono neutri.

Problema di Znám

Nella teoria dei numeri, il problema di Znám si chiede quali insiemi di  interi hanno la proprietà che ogni elemento nell’insieme sia un divisore proprio del prodotto degli altri numeri, più 1. Il nome del problema deriva dal matematico slovacco Štefan Znám, che lo suggerì nel 1972, sebbene altri matematici abbiano considerato problemi simili nello stesso periodo. Un problema collegato fa cadere l’ipotesi di divisibilità propria, e in seguito sarà chiamato problema di Znám improprio.


Tratto da Wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Problemi_matematici

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: