Priorità di apertura – Wikipedia

[ad_1]

Viene visualizzato un quadrante di modalità in stile Nikon priorità d’apertura modalità.

Priorità d’aperturaspesso abbreviato UN o Av (per valore di apertura) su una fotocamera quadrante di modalitàè un modalità su alcune telecamere che consente all’utente di impostare uno specifico apertura valore (numero f) mentre la fotocamera seleziona a velocità dell’otturatore per abbinarlo che risulterà corretto esposizione in base alle condizioni di illuminazione misurate dalla fotocamera esposimetro. Questa è diversa dalla modalità manuale, in cui l’utente deve decidere entrambi i valori, priorità dell’otturatore dove l’utente seleziona una velocità dell’otturatore con la fotocamera selezionando un’apertura appropriata, o modalità programma dove la fotocamera seleziona entrambi.[1]

Profondità di campo[edit]

Come un’immagine profondità di campo è inversamente proporzionale alla dimensione dell’apertura dell’obiettivo, la modalità priorità diaframma viene spesso utilizzata per consentire al fotografo di controllare la messa a fuoco degli oggetti nell’inquadratura. La priorità di apertura è quindi utile in fotografia di paesaggio, ad esempio, dove si può desiderare che gli oggetti in primo piano, a media distanza e sullo sfondo siano tutti resi nitidi, mentre la velocità dell’otturatore è irrilevante. Per ottenere questa grande profondità di campo, una stretta apertura (identificata da a alto è necessario il numero f, ad es. f/16 o f/22). Anche la modalità priorità diaframma trova impiego in fotografia di ritrattodove un’ampia apertura (identificata da a basso numero, ad es. f/1.4 o f/2.8) e quindi una minore profondità di campo può essere utile per sfocare lo sfondo e renderlo meno distratto.[1]

Velocità dell’otturatore[edit]

Un altro uso comune della modalità priorità diaframma è influenzare indirettamente la velocità dell’otturatore per ottenere l’effetto desiderato. Nella fotografia di paesaggio, un utente potrebbe selezionare una piccola apertura quando fotografa a cascatain modo che la fotocamera selezioni una velocità dell’otturatore bassa (per consentire a una quantità sufficiente di luce di raggiungere il film o sensore per una corretta esposizione), provocando così l’acqua sfocatura attraverso il telaio.[2] Al contrario, un’apertura maggiore consente di ridurre la velocità dell’otturatore riducendo il tremolio della mano scattando una foto senza treppiede o, in alternativa, un ISO più basso per migliorare la qualità dell’immagine riducendo il rumore. Quando si scatta un ritratto in condizioni di scarsa illuminazione, il fotografo potrebbe scegliere di aprire l’obiettivo alla massima apertura nella speranza di ottenere abbastanza luce per una buona esposizione mantenendo la velocità dell’otturatore più breve possibile per ridurre la sfocatura.

Guarda anche[edit]

Riferimenti[edit]


[ad_2]
Source link

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: