Percezione immacolata: cos’è, usata dal filosofo tedesco

L’espressione immacolata, usata dal filosofo tedesco Friedrich Nietzsche nel suo testo Così parlò Zarathustrail termine appartiene all’idea di “pura conoscenza”. Nietzsche sostiene che la “percezione immacolata” è fittizia perché ignora l’intima connessione tra chi percepisce e il mondo esterno. Sostiene che gli esseri umani sono fallibili e sono in grado di utilizzare i dati per ratificare o confutare le percezioni. Chiarisce anche che la percezione è carica di valore e può essere governata dai nostri interessi.

Concetto

Il termine era il titolo di uno dei discorsi di Zarathustra, Von der unbefleckten Erkenntnis , che letteralmente significa “Sulla conoscenza immacolata” o “Sulla cognizione immacolata”. Kaufmann lo tradusse come “Sulla percezione immacolata”; preferisci anche questa traduzione perché la metafora principale nel brano è la percezione visiva.

Nietzsche ha usato la percezione immacolata nella sua interrogazione sui miti della purezza. Secondo il filosofo, la percezione è carica di valore e governata dall’interesse; in particolare, nega il ruolo importante che la volontà ei desideri di chi percepisce hanno su ogni percezione.

Nietzsche usò anche la percezione immacolata nelle sue discussioni sulla visione cristiana dellasessualità . Ha attaccato il cosiddetto distacco dei “puri percettori” o Rein-Erkennenden (ad esempio la visione kantiana secondo cui i puri giudizi su ciò che è bello devono essere distaccati), chiamandolo voyeurismo Secondo lui, amare la Terra da lontano per questi puri conoscitori è ipocrita perché anche loro sono terreni ma c’è vergogna e cattiva coscienza in questo amore.

Applicazioni

Un esempio del principio di percezione immacolata è la teoria della rappresentazione mentale di Sigmund Freud , o cosa si manifesta anche alla “teoria della copia della percezione”. Ha proposto che la percezione, che ha spesso usato in modo intercambiabile con “realtà esterna”, sia data dai sensi e immediatamente nota al soggetto; quindi, si tratta essenzialmente della registrazione passiva e temporanea di un oggetto. Nietzsche ha criticato questa idea di “percezione pura” sostenendo che le percezioni umane non sono mere copie delle immagini sulla retina.Ha sostenuto che la percezione non è pulita o non contaminata dall’oggetto della percezione. Le persone costruiscono “attivamente” le informazioni percepite poiché le modalità sensoriali selezionano e tendono a semplificare i fenomeni in modo che servano semplicemente il proprio interesse e bisogno.

Nella cultura popolare

Nel marzo 2012, il rapper 8Ball ha pubblicato una canzone intitolata “Immaculate Perception”, con Waka Flocka Flame e Yelawolf.


https://en.wikipedia.org/wiki/Immaculate_perception

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *