Pepperpot guyanese – Wikipedia

[ad_1]
Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Pepperpot
Pepperpot (16135006279).jpg
Origini
Altri nomi Pepperpot guyanese
Luoghi d’origine Guyana Guyana
Barbados Barbados
Zona di produzione Caraibi meridionali
Dettagli
Categoria secondo piatto

Il pepperpot o pepperpot guyanese (in inglese: guyanese pepperpot) è un piatto unico originario dei paesi di lingua inglese dei Caraibi meridionali, ed in particolare della Guyana, dov’è nato, e a Barbados[1], ed è considerato uno dei piatti nazionali in Guyana.[2]

La ricetta del pepperpot risale ai nativi dei Caraibi meridionali, agli Arawak e ai Caribi.[3] Si tratta di uno stufato il cui ingrediente principale è la carne di manzo, maiale o pecora (più raramente pollo), insaporita con cassareep (una salsa a base di cassava), cannella e peperoncino. I contorni comuni sono pane, riso o roti,[4] ma anche con cassava, eddo, platani o patate dolci. Tradizionalmente vengono utilizzati tagli di carne meno diffusi ed a lunga cottura, ma oggi vengono utilizzati anche tagli di carne di qualità superiore.

A causa dei lunghi tempi di cottura, il pepperpot viene preparato solo in occasioni speciali ed è diventata tipica del pranzo di Natale e di Santo Stefano[1]. Poiché il cassareep prolunga la durata di conservazione del piatto, lo spezzatino può essere conservato per un periodo di tempo più lungo e riscaldato se necessario. Anche per questo motivo, il pepperpot non viene consumato appena pronto, ma almeno un giorno dopo e poi riscaldato.[5]

Anche ad Antigua e Barbuda esiste un piatto con lo stesso nome, ma il pepperpot antiguano ha come ingredienti principali perlopiù verdure.[6]

  1. ^ a b (EN) Pepperpot – Barbados Pocket Guide, su barbadospocketguide.com. URL consultato il 29 aprile 2021.
  2. ^ Cynthia Nelson: Tastes Like Home. My Caribbean Cookbook, S. 180. Ian Randle Publishers 2011.
  3. ^ Dave DeWitt & Mary Jane Wilan: Callaloo, Calypso & Carnival. The Cuisines of Trinidad & Tobago, S. 22. The Crossing Press 1993. ISBN 9780788154911.
  4. ^ Ramin Ganeshram: Sweet Hands. Island Cooking from Trinidad & Tobago, S. 57. Hippocrene Books 2012.
  5. ^ Carnegie School of Economics: What’s Cooking in Guyana, S. 152. Macmillan Caribbean, 2. Auflage 2004.
  6. ^ (EN) Who does it best? Pepperpot, su looptt.com. URL consultato il 29 aprile 2021.


[ad_2]
Source link

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: