Pastello QAnon – Wikipedia


Sottocomunità di follower di QAnon

Questa immagine, in stile Pastel QAnon, si riferisce a false affermazioni dell’azienda di mobili Wayfair avevano accordi segreti per vendere e spedire le vittime della tratta di minori.(1)(2)

Pastello QAnon è una raccolta di tecniche e strategie che utilizzano un’estetica “morbida” e femminile(3) – soprattutto pastello colori – che vengono utilizzati per attirare le donne nel QAnon teoria della cospirazione, spesso utilizzando siti di social media tradizionali come Instagram, Facebook, Telegramma E Youtube.(4)

Pastello QAnon influencer dei social media concentrarsi sugli aspetti della teoria che tendono ad attrarre istinti maternicome la prevenzione di abuso sessuale su minori E traffico sessuale minorilee utilizzare un linguaggio emotivo e gradevole. Sono popolari tra benessere, yoga E Nuova era influencer. Il termine è stato coniato da Marc-André Argentino, ricercatore presso Università della ConcordiaCanada.(5)(6)(7)

Sfondo(modificare)

QAnon è un processo continuo, Estrema destra americana, teoria del complotto politico e massa movimento politico incentrato su false affermazioni fatte da uno o più individui anonimi noti come “Q” che a cabala Di satanico, cannibalistico abusatori sessuali di bambini gestire un giro globale di traffico sessuale minorile che cospirava contro l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump durante il suo mandato.(8)(9)

Sebbene QAnon sia nato da gruppi online prevalentemente dominati dagli uomini, le donne erano e rappresentano ancora un gruppo demografico chiave dei sostenitori di QAnon. Secondo la politologa Lorna Bracewell, ala destra movimenti che si concentrano su protezione dei bambinicome QAnon, “parlano a un insieme di ansie e paure tipicamente femminili per mobilitare una specie di rabbia tipicamente femminile”.(8) Bracewell ha notato una somiglianza con il Movimento del Tea Partyche ha attratto leader donne sia locali che nazionali, in particolare la candidata alla vicepresidenza Sara Palin.(8) Il movimento QAnon fa appello alla nozione materna di tutela; Per esempio, “mamma grizzly“che proteggono i loro figli.(8)

Gruppi presi di mira(modificare)

Secondo Notizie BuzzFeedgli influencer dello stile di vita hanno iniziato a diffondere messaggi color pastello non relativi a QA su Instagram già nell’aprile 2020,(12) utilizzando in gran parte contenuti relativi a Pandemia di covid-19ma erano anche una delle fonti primarie di disinformazione.(13) Pastel QAnon si rivolge a diverse comunità e movimenti esistenti rivolti alle donne.(14)

I messaggi piacevano bianco, Repubblicano-voto femminile, soprattutto suburbano”mamme calcistiche“.(15) Questa comunità viene talvolta chiamata “QAmoms”, un termine che i follower usano per riferirsi a se stessi. È stato associato a marketing multi livello gruppi,(18) l’industria del benessere e gli influencer dei social media, nonché una commercializzazione del movimento QAnon in generale, che opera “all’interno del concetto di spettacolo“.(19)

Molti gruppi del benessere e della New Age diffidano delle istituzioni tradizionali, delle autorità e delle aziende farmaceutiche e come tali sono sensibili alle convinzioni di QAnon.(20) I ricercatori hanno identificato scandali nell’industria alimentare, preoccupazioni sugli additivi negli alimenti e organismi geneticamente modificati (OGM), pareri scientifici contrastanti sull’educazione dei figli e quelli degli Stati Uniti epidemia di oppioidi – tutti fattori che colpiscono in modo sproporzionato le donne – una mancanza di investimenti nella salute delle donne e in generale Discriminazione di genere in medicina come fattori chiave per cui alcune donne rifiutano la scienza tradizionale a favore cospiritualit – pensiero cospiratorio combinato con il New Age spiritualit – e le convinzioni di QAnon, in particolare anti-vaccino cospirazioni o retorica.(14)(22)(23)

I credenti di QAnon hanno facilitato questa divulgazione passando da pagine crittografate e bacheche anonime a siti Web tradizionali come Facebook e Instagram. L’impatto negativo della pandemia di COVID-19 su molte aziende ha portato i leader a contattare o utilizzare influencer dei social media marketing virale per promuovere i propri servizi.(14)(22)(23)

Contenuto(modificare)

Questa immagine fa riferimento teorie del complotto sulla morte di Jeffrey Epstein. EpsteinIl coinvolgimento di in un giro di traffico sessuale minorile e il successivo suicidio in carcere sono stati spesso visti come una porta d’accesso alle convinzioni di QAnon.

Messaggistica del gateway(modificare)

Pastel QAnon utilizza i messaggi esistenti sui social media sulla protezione dell’infanzia, sulla tratta di bambini, sulla salute e su altri argomenti come porta d’accesso al movimento e li inquadra utilizzando un linguaggio familiare e stimolante.(14)(22)(26) Questo viene spesso fatto in uno stile aneddotico e informale. I messaggi non sempre si identificano come correlati a QAnon e i poster spesso negano qualsiasi conoscenza di QAnon ma diffondono le stesse teorie del complotto in modi inquadrati per un pubblico femminile, come #Salva i bambini campagne, che pretendono di riguardare il traffico sessuale di minori ma contengono altri contenuti non correlati a QA.(27)

Viene inoltre eseguita la messaggistica del gateway per evitare la cancellazione dei post; I riferimenti espliciti a QAnon sono vietati su molti siti di social media. Il movimento utilizza anche gruppi privati ​​e la tecnica di pubblicare e poi eliminare automaticamente storie su Instagram per promuovere le proprie affermazioni, dando ai divulgatori della cospirazione una negazione semi-plausibile. Le persone e i gruppi che promuovono messaggi QAnon color pastello spesso negano qualsiasi conoscenza di QAnon.(22) I messaggi tendono a utilizzare ed espandere la sfiducia e l’incomprensione esistenti nei gruppi target, il rinforzo positivo,(14) e i timori per la sicurezza e l’incolumità dei bambini che si sono accentuati durante la pandemia di COVID-19.(8)

Estetica(modificare)

Pastel QAnon utilizza l’estetica femminile, a colore pastello tavolozza, immagini ispiratrici, caratteri carini, linguaggio di design e frasi comunemente utilizzate per commercializzare prodotti e servizi rivolti alle donne.(14)(27) Questa estetica include glitter; colori diluiti; caratteri di scrittura; illustrazioni e fotografie di scenari naturali, moda, trucco e stili di vita ambiziosi; e linguaggio come citazioni spirituali e motivazionali; negli stili con cui i gruppi target hanno familiarità per renderli attraenti.(14)

Becca Lewis, Università di Stanford ricercatore di sottoculture politiche online, ha detto:

Diciamo che “cadi nella tana del coniglio”. Ma non è così che funziona effettivamente l’ecosistema. Gran parte di questi contenuti vengono diffusi da account super popolari con un’estetica assolutamente mainstream… Se sei in grado di creare questa estetica bella e ambita e poi allegarvi queste teorie della cospirazione, ciò normalizza le teorie della cospirazione in un modo molto specifico per cui Instagram è particolarmente utile.(14)

Guarda anche(modificare)

Riferimenti(modificare)

  1. ^ Primavera, Marianna (15 luglio 2020). “Wayfair: La falsa cospirazione su un’azienda di mobili e il traffico di bambini”. BBC. Estratto gennaio 8, 2021.
  2. ^ Brown, Matthew (22 luglio 2020). “Verifica dei fatti: il rivenditore di articoli per la casa Wayfair non è coinvolto nel traffico sessuale di minori”. Stati Uniti oggi. Estratto gennaio 8, 2021.
  3. ^ Sardarizadeh, Shayan (12 ottobre 2020). “Cosa c’è dietro l’ascesa di QAnon nel Regno Unito?”. notizie della BBC. Estratto 16 febbraio 2022.
  4. ^ McGowan, Michael (24 febbraio 2021). “Come il benessere e gli influencer servono le cospirazioni alle masse”. Il guardiano. Estratto 14 marzo 2021.
  5. ^ Cavolo riccio, Sirin (11 novembre 2021). “Chakra, cristalli e teorie del complotto: come l’industria del benessere ha voltato le spalle alla scienza del Covid”. Il guardiano. Estratto 16 febbraio 2022.
  6. ^ Argentino, Marc-André (7 gennaio 2021). “QAnon e la tempesta del Campidoglio americano: l’effetto offline delle teorie del complotto online”. La conversazione. Estratto 17 marzo 2021.
  7. ^ Argentino, Marc-André (17 marzo 2021). “QAnon pastello”. Rete globale su estremismo e tecnologia.
  8. ^ UN B C D e Bracewell, Lorna (21 gennaio 2021). “Genere, populismo e movimento cospirazionista QAnon”. Frontiere in sociologia. Media di frontiera. 5: 615727. doi:10.3389/fsoc.2020.615727. ISSN 2297-7775. PMC 8022489. PMID 33869533. S2CID 231654586.
  9. ^ “QAnon: La teoria del complotto abbracciata da Trump, da diversi politici e da alcune mamme americane”. Vox. 9 ottobre 2020 Archiviato da l’originale il 14 ottobre 2020. Estratto 16 aprile 2021.
  10. ^ McNeal, Stephanie; Broderick, Ryan (4 aprile 2020). “Gli influencer dello stile di vita stanno ora condividendo su Instagram alcune false teorie del complotto di estrema destra sul coronavirus”. Notizie BuzzFeed. Estratto 15 febbraio 2022.
  11. ^ McNeal, Stephanie (22 gennaio 2021). “Il volto di QAnon non è solo quello dei tizi bianchi armati, è l’hashtag #BoyMoms di Instagram”. Notizie BuzzFeed. Estratto 16 febbraio 2022.
  12. ^ UN B C D e F G H Tiffany, Kaitlyn (18 agosto 2020). “Le donne che rendono belle le teorie del complotto”. L’Atlantico. ISSN 1072-7825. Estratto 14 marzo 2021.
  13. ^ Petersen, Anne Helen (29 ottobre 2020). “Le vere casalinghe di QAnon”. Elle. Estratto 16 febbraio 2022.
  14. ^ Tiffany, Kaitlyn (28 ottobre 2020). “Questo ti cambierà la vita”. L’Atlantico. Estratto 16 febbraio 2022.
  15. ^ Alperstein, Neil (31 luglio 2021). Attivismo mediatico nell’era digitale. Natura di Springer. P. 114. doi:10.1007/978-3-030-73804-4. ISBN 978-3-030-73804-4. S2CID 240965042.
  16. ^ Nelson, Laura J. (23 giugno 2021). “La comunità di yoga, benessere e spiritualità della California ha un problema con QAnon”. Los Angeles Times. Estratto 16 febbraio 2022.
  17. ^ UN B C D Guerin, Cécile (28 gennaio 2021). “Il mondo dello yoga è pieno di anti-vaxxer e di sostenitori di QAnon”. Cablato nel Regno Unito. ISSN 1357-0978. Estratto 14 marzo 2021.
  18. ^ UN B Cheetham, Joshua (19 febbraio 2021). “Lo yoga ha un problema di teoria della cospirazione?”. notizie della BBC. Estratto 14 marzo 2021.
  19. ^ Warzel, Charlie (6 gennaio 2021). “Il movimento pro-Trump è sempre stato diretto qui”. Il New York Times. ISSN 0362-4331. Estratto 17 marzo 2021.
  20. ^ UN B Haubursin, Christophe (28 ottobre 2020). “L’estetica di Instagram che ha reso QAnon mainstream”. Vox. Estratto 14 marzo 2021.

Bibliografia(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto