Partito dei Lavoratori di Da’am – Wikipedia


Partito politico israeliano

Marciando sotto lo stendardo di Da’am, marcia internazionale per i diritti umani, Tel Aviv, 7 dicembre 2012

IL Partito dei lavoratori di Da’am (Arabo: حزب دعم العمالي, ebraico: Non preoccuparti, romanizzato:Da’am Mifleget Po’alim) è un socialista rivoluzionario Ebreo-arabo partito politico in Israele,(7)(8) dove è comunemente conosciuto con l’acronimo Da’am (Arabo: ebraico: דע”ם‎). Richiede una rivoluzione politica e sociale a favore diritti dei lavoratoriIL nazionalizzazione delle industrie chiave, della coesistenza ebraico-araba e parità dei sessi.(7)(8)

Il nome “Da’am” deriva dall’arabo ed è l’acronimo inverso del nome Organizzazione per l’azione democratica (Arabo: منظمة العمل الديمقراطي, munaẓẓamāt al-ʿamal ad-dīmuqrāṭiyy). Il nome significa anche “supporto” in arabo.

Storia(modificare)

Il partito è stato fondato nel Haifa nel 1995 come risultato del processo di scissione nel campo comunista di Israele; nel 1960 Matzpen è stata fondata da ex membri della Partito Comunista Israeliano e negli anni ’70 ex membri di Matzpen fondarono tre organizzazioni, una di queste era The Workers Alliance-Avangard, poi nel 1977 ex membri di Avangard fondarono Derech HaNitzoz. Gli ex membri di Derech HaNitzoz fondarono Da’am nel 1995.

Nel Elezioni del 1999 il partito ha ottenuto solo 2.151 voti (0,06%), ben al di sotto del soglia elettorale dell’1,5%. IL Elezioni del 2003 ha visto un calo del sostegno a soli 1.925 voti, anche se la sua percentuale (0,06%) è rimasta più o meno la stessa a causa di una ridotta affluenza alle urne. Tuttavia, non ha ancora superato la soglia. Nel Elezioni del 2006 il partito ha più che raddoppiato il suo sostegno, ottenendo 3.692 voti (0,11%). Tuttavia, con l’innalzamento della soglia al 2%, essa è stata ancora più lontana dall’ottenere anche solo un seggio Knesset.

Nel Elezioni del 2009 ancora una volta non è riuscito a superare la soglia e non ha ricevuto alcun seggio. Nel Elezioni del 2013 ha ricevuto 3.374 voti (0,09%) e ancora una volta non ha ottenuto un seggio nella Camera Knesset. Il partito non ha contestato la Elezioni del 2015. Nel Elezioni del 2019 il partito ha fatto una campagna con lo slogan “Economia verde — Un Paese”, dopo aver deciso di sostenere a soluzione di uno Stato unico al Conflitto israelo-palestinese basato su post-nazionalismo invece di uno Stato palestinese e di sottolinearne il sostegno ecosocialismo.(9)

Ideologia(modificare)

Il partito è un partito arabo-ebraico congiunto che enfatizza l’identità di classe rispetto a quelle etniche o nazionali. È fortemente di sinistra e sostiene i diritti dei lavoratori (in particolare quelli dei lavoratori). Arabi israeliani), opporsi alla discriminazione e tenere un internazionalista visione del mondo. Il partito aveva sostenuto il diritto del Popolo palestinese fondare uno stato indipendente fondato sulla Confini del 1967 fino al 2018, dopodiché il partito ha sostenuto a soluzione di uno Stato unico basato su nazionalismo civico. Il partito è contro Israele unilateralismo e occupazione del Territori palestinesi. Si oppone anche Islam politico.

I membri del partito sono stati coinvolti nella creazione del Centro di consulenza dei lavoratori, “un’iniziativa per la costruzione di un’associazione sindacale indipendente”. Ma’an offre sostegno ai disoccupati e ai non organizzati (nonUnione) lavoratori.

Nel Elezioni legislative israeliane del 2015era l’unico partito politico in Israele guidato da una donna araba israeliana, Asma Agbarieh.

Il partito produce la rivista mensile in lingua inglese Sfida,(10) così come l’arabo al Sabar(11) e il trimestrale ebraico Etgar.(12)

Riferimenti(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto