Ospedaliero ostetrico – Wikipedia


UN ospedaliero ostetrico (Ob ospedalista o ospedalista ostetrico/ginecologico) è un ostetrico E ginecologo medico chi è impiegato da a Ospedale o a pratica del medico e i cui compiti includono fornire assistenza travaglio pazienti e gestione ostetrica emergenze. Un po’ di ostetricia ospedalieri hanno anche responsabilità tra cui residente e insegnamento agli studenti di medicina; fornire supporto di backup per medici di famiglia E ostetriche infermiereassistendo i medici privati chirurgiaassumendosi l’assistenza per i pazienti ginecologici non assegnati a un medico e fornendo copertura per le ferie al medico praticante privato.(1)

Il primo programma ospedaliero ostetrico conosciuto è iniziato nel 1989 presso Centro medico Alta Bates In Berkeley, California.(citazione necessaria) Il numero dei programmi ospedalieri ostetrici è cresciuto in modo esponenziale negli anni successivi, passando da 61 programmi conosciuti nel 2009 a oltre 245 programmi nel 2016.(citazione necessaria)

Storia(modificare)

Il termine “ospedalista” è stato utilizzato per la prima volta nel 1996 Giornale di medicina del New England articolo di Robert Wachter e Lee Goldmann.(2) Hanno descritto una “nuova razza” di ricoverato specialista medico che sarebbe responsabile della gestione dei pazienti ospedalieri. Gli ospedalieri sono tipicamente medici che dedicano più del 25% del loro tempo alla cura dei ricoverati pazienti. Hanno la responsabilità dell’assistenza ospedaliera di un paziente, in modo simile medici di base sono responsabili delle cure ambulatoriali. Wachter & Goodman teorizzarono che i medici che praticavano esclusivamente la medicina ospedaliera avrebbero fornito cure più efficienti, di migliore qualità, a un costo inferiore e, in definitiva, avrebbero fornito un valore migliore per i pazienti.(2)

Dalla metà degli anni ’90, il movimento ospedaliero ha registrato una crescita significativa. Nel 2012, più di 30.000 ospedalieri operavano nel 70% degli ospedali negli Stati Uniti.(3) In origine la comunità ospedaliera era composta prevalentemente da generali internistimedici di famiglia e pediatri. Cure specialistiche presto seguirono gli ospedalieri, incluso neurologi (neuroospedalisti), chirurghi (chirurghi), psichiatrico ospedalieri, ortopedico ospedalieri, dermatologia ospedalieri e ostetrici (chiamati laboriousts, ob Hospitalists o Obgyn Hospitalists).

Il termine più laborioso è stato coniato in un articolo scritto nel 2002 da Louis Weinstein, MD nel Giornale americano di ostetricia e ginecologia. Weinstein si è concentrato sulle esigenze che gli ostetrici devono affrontare ogni giorno; dai loro uffici, numerose telefonate e pazienti in ospedale. Nell’articolo scrisse: “Per migliorare la sopravvivenza e il benessere dell’ostetrico, propongo un nuovo focus di pratica per il professionista, da chiamare operaio. La posizione operaio è perfetta per l’individuo che desidera praticare l’ostetricia ma che desidera evitare gli aspetti di una pratica ambulatoriale. Questa persona è disponibile al piano parto per fornire assistenza tempestiva, continua ed efficiente alla paziente in travaglio o alla paziente che necessita di una valutazione per un problema ostetrico.(4)

La funzione principale degli ospedalieri ostetrici è quella di intercedere secondo necessità per garantire la sicurezza del paziente e assistenza di qualità nell’unità travaglio e parto. L’ambito delle cure può estendersi a antepartum, postpartumE emergenza unità. I ruoli specifici dell’ospedalista ostetrico comprendono le visite ospedaliere, il triaging dei pazienti per medici privati, il monitoraggio delle pazienti in travaglio, la fornitura delle cure necessarie e la risposta alle consegne precipitose ed emergenze.(5)

I programmi ospedalieri ostetrici in tutto il Paese hanno assunto varie forme, compresi programmi in cui i medici del personale medico effettuano volontariamente turni di 12 o 24 ore per fornire una copertura continua per la loro unità di travaglio e parto. Uno di questi programmi è stato sviluppato in risposta all’esigenza dell’ospedale che i medici fossero presenti durante i primi 30 minuti dopo l’intervento epidurale è stato piazzato. Sollevare il personale medico da questa responsabilità, così come avere un medico presente e disponibile a rispondere alle emergenze dei pazienti, è stata una significativa soddisfazione per il medico e ha superato di gran lunga l’inconveniente di dover passare la notte in ospedale una volta al mese.(6)

Altri programmi volontari forniscono una copertura limitata del travaglio e del parto durante le ore del giorno o della notte che storicamente hanno avuto il maggior volume di parti non assistiti o esiti sfavorevoli per i pazienti perché i medici non sono presenti in ospedale. Alcuni programmi ospedalieri di ostetricia prevedono l’impiego di medici ospedalieri che prestano servizio al travaglio e al parto 24 ore al giorno. Gli ospedali ora hanno la possibilità di creare un gruppo di ospedalieri sotto contratto o di lavorare con aziende esistenti che forniscono personale medico in varie specialità(7)(8) o che forniscono esclusivamente personale ospedaliero ostetrico e sviluppo di programmi.(9)(10)

La specialità ospedaliera ostetrica è ulteriormente rafforzata dalla Society of Ob/Gyn Hospitalists. Questo gruppo, fondato nel 2011, è “dedicato a migliorare la sicurezza e la qualità della medicina ospedaliera ostetrica e ginecologica promuovendo l’eccellenza attraverso la formazione, il coordinamento delle équipe ospedaliere e la collaborazione con i sistemi di erogazione dell’assistenza sanitaria”.(11) I membri della società hanno spiegato la loro origine come una risposta alla necessità di leadership, una maggiore attenzione alla sicurezza e alla qualità dei pazienti e all’aumento dei costi. Nel febbraio 2016 ostetricia e Ginecologia rivista I membri della società suggeriscono inoltre che le prime ricerche mostrano che gli ospedalieri ostetrici migliorano la sicurezza dei pazienti e la qualità dell’assistenza nelle unità di travaglio e parto.(12)

Cura del paziente(modificare)

Nel modello tradizionale di assistenza al paziente, infermieri sono stati in prima linea nell’unità travaglio e parto con i pazienti fino all’arrivo del medico privato per il parto. Il medico comunica gli ordini agli infermieri quando vengono contattati per il paziente, solitamente telefonicamente. L’infermiera e il medico generalmente discutono un piano di cura e stimano i tempi di consegna in modo che il medico possa venire in ospedale in modo tempestivo. Se si verifica un’emergenza per il paziente prima dell’arrivo del medico, l’infermiera è responsabile della cura del paziente. Questo è stato il modo in cui è stata gestita la maggior parte delle unità di travaglio e parto da quando le donne hanno iniziato a lavorare e partorire negli ospedali.

L’arrivo degli ospedalieri ostetrici ha cambiato questo modello tradizionale di cura. In un sistema ospedaliero con un programma ospedaliero ostetrico a tempo pieno, un ostetrico è disponibile in ospedale 24 ore al giorno. Gli ospedalieri ostetrici sono nella posizione unica di avere più esperienza con le emergenze ostetriche rispetto all’ostetrico privato medio perché sono presenti per la maggior parte dei casi complicati o di emergenza. Questa esperienza aumenta la qualità delle cure fornite. In questo nuovo modello, le pazienti incinte hanno accesso immediato alle cure ostetriche e gli ostetrici privati ​​hanno un partner in loco che può offrire seconde opinioni e assistenza con complicati o casi ad alto rischio. Questo modello mette inoltre a disposizione del personale ospedaliero un medico disponibile ad offrire supporto immediato, formazione scolastica e la cura del paziente. IL amministrazione ospedaliera dispone di un sistema tangibile che supporta direttamente la qualità dell’assistenza e la soddisfazione del paziente.

I programmi ospedalieri ostetrici svolgono un ruolo importante nell’evoluzione dei sistemi di erogazione dell’assistenza sanitaria che si concentrano su strategie che aumentano la sicurezza e la soddisfazione riducendo al contempo rischi e costi.(5)

link esterno(modificare)

Riferimenti(modificare)

  1. ^ Ecker, Jeffrey; Keats, John (febbraio 2016), Parere del Comitato numero 657: L’ospedalista ostetrico e ginecologicoil Comitato per la sicurezza dei pazienti e il miglioramento della qualità e il Comitato per la pratica ostetrica, l’American College of Obstetricians and Gynecologistsrecuperato 7 marzo 2018
  2. ^ UN B Wachter, Robert M.; Goldman, Lee (15 agosto 1996). “Il ruolo emergente degli” ospedalieri “nel sistema sanitario americano”. Giornale di medicina del New England. 335 (7): 514–517. doi:10.1056/NEJM199608153350713. PMID 8672160.
  3. ^ Indagine annuale dell’American Hospital AssociationAssociazione ospedaliera americana, 2010
  4. ^ Weinstein, Lewis (2003). “Il laburista: un nuovo focus della pratica per l’ostetrico”. Giornale americano di ostetricia e ginecologia. 188 (2): 310–2. doi:10.1067/mob.2003.133. PMID 12592231.
  5. ^ UN B Tessmer-Tuck, Jennifer A.; McCue, Brigid (maggio 2015). “L’ospedalista ginecologo”. Ostetricia e ginecologia contemporanea. Estratto 9 ottobre 2017.
  6. ^ Scheinwald; Aronson (2007), Implementazione di un modello laburista: quattro casi di studioLa società del comitato consultivo
  7. ^ “Ospedalieri di Medicina Interna”. Questcare. Servizi medici Questcare, Pennsylvania. Estratto 7 marzo 2018.
  8. ^ “TeamHealth avvia una partnership strategica con St. David’s Healthcare, Capitol Emergency Associates, ospedali del Texas centrale e internisti ospedalieri di Austin” (Comunicato stampa). TeamHealth Holdings Inc. 9 febbraio 2015. Estratto 7 marzo 2018.
  9. ^ “Chi siamo”. Servizi medici integrati. Memphis, Tennessee: Servizi Medici Integrati. Estratto 7 marzo 2018.
  10. ^ “Il principale fornitore nazionale di servizi ospedalieri OB”. Gruppo Ospedaliero Ob. Gruppo Ospedaliero OB. Estratto 7 marzo 2018.
  11. ^ “Chi siamo”. SOGH. Società degli ospedalieri di ostetricia e ginecologia. Archiviato da l’originale il 4 agosto 2015. Estratto 4 febbraio 2016.
  12. ^ McCue, Brigida; Fagnante, Robert; Townsend, Arthur; Morgan, Meredith; Gandhi-List, Shefali; Colegrove, conciatore; Stosur, Harriet; Olson, Rob; Meyer, Karenmarie; Lin, Andrea; Tessmer-Tuck, Jennifer (febbraio 2016). “Definizioni di Ostetricia e Ospedaliero Ginecologico”. ostetricia e Ginecologia. 127 (2): 393–397. doi:10.1097/AOG.0000000000001235. PMID 26942370.




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto