Orario invernale (ritardo orario): cos’è, la pratica di spostare indietro l’orologio

L’ora invernale è la pratica di spostare indietro l’orologio (rispetto all’ora standard ) durante i mesi invernali, di solito -1 ora. È una forma di ora legale che è la compensazione opposta all’ora legale (+1, +2). Tuttavia, mentre l’ora legale è ampiamente applicata, l’uso dell’ora invernale è stato ed è molto raro.

Facsimile del numero originale del giornale pubblico cecoslovacco con l’atto 212/1946 Sb. e l’ordinanza governativa 213/1946 Sb.

Cecoslovacchia

L’orario invernale è stato applicato in Cecoslovacchia con l’ordinanza governativa n. 213/1946 Sb. dal 1 dicembre 1946 (3:00→2:00) al 23 febbraio 1947 (2:00→3:00), autorizzato dalla legge 212/1946 Sb., o zimním čase (“sull’orario invernale”). Questo semplice atto di due commi, approvato il 21 novembre 1946 e annunciato il 27 novembre 1946, autorizzava il governo ad applicare l’orario invernale con ordinanza in qualsiasi momento. Il governo ha addotto come motivo principale di questa disposizione il fatto che le centrali elettriche avevano circa il 10% di mancanza di capacità nelle ore di punta (dalle 07:00 alle 08:00 e dalle 16:00 alle 20:00) e l ‘orario invernale dovrebbe aiutare per ripartire il carico.

L’atto non è mai stato cancellato e teoricamente autorizza il governo nella successiva Repubblica Ceca , così come nella Repubblica Slovacca , che ha suggerito la legge cecoslovacca, a implementare nuovamente l’ora solare in qualsiasi momento. Tuttavia, l’esperimento non è stato mai ripetuto.

Namibia

La Namibia ha utilizzato l’ora solare dal 1994 fino al 2017. In questo periodo l’ora standard della Namibia era UTC+02:00 (derivata dall’ora solare sudafricana ) in estate e UTC+01:00 (equivalente all’ora dell’Africa occidentale ) in inverno. L’orario invernale iniziava la prima domenica di aprile alle 03:00 e durava fino alla prima domenica di settembre, alle 02:00. Nella regione dello Zambesi, nell’estremo nord-est della Namibia, gli orologi non venivano cambiati e rimanevano sull’ora dell’Africa centrale tutto l’anno, così che durante l’inverno la Namibia copriva due fusi orari.

Lo scopo non era quello di utilizzare ulteriori ore di luce diurna la sera, ma impedisce ai bambini di andare a scuola al buio al mattino, per diminuire il rischio di lesioni e aggressioni.

Irlanda

L’Irlanda utilizza l’ora solare irlandese (IST, UTC+01:00 ; irlandese Am Caighdeánach Éireannach ) nei mesi estivi e l’ora di Greenwich ( UTC+0 ) nel periodo invernale. L’Irlanda ha regolato gli orologi in inverno dal 1971.

Lo Standard Time Act 1968 stabilì legalmente che l’ora per scopi generali nello Stato (nota come ora standard) doveva essere un’ora prima dell’ora media di Greenwich durante tutto l’anno . Questo atto è stato modificato dallo Standard Time (Amendment) Act 1971, che ha stabilito legalmente l’ora di Greenwich come periodo di tempo invernale. L’Irlanda opera quindi con un’ora di ritardo rispetto all’ora solare durante il periodo invernale e ritorna all’ora solare nei mesi estivi. Questo è definito in contrasto con gli altri stati dell’Unione Europea , che operano un’ora prima dell’ora standard durante il periodo estivo, ma produce lo stesso risultato finale.

In Irlanda, l’orario invernale inizia alle 02:00 IST dell’ultima domenica di ottobre (passa alle 01:00 GMT) e termina alle 01:00 GMT dell’ultima domenica di marzo (passa alle 02:00 IST).

Chile

Fino al 2015, il Cile continentale utilizzava la differenza di fuso orario UTC−04:00 e l’Isola di Pasqua utilizzava UTC−06:00 per l’ora solare, con l’ora legale all’incirca tra ottobre e marzo di ogni anno. Nel gennaio 2015 il governo cileno ha annunciato che l’intero paese manterrà permanentemente la differenza di orario utilizzata durante l’ora legale. In effetti, nel 2015 non è stato effettuato alcun cambio di orario, tuttavia il cambio di orario annuale è stato ripristinato nel 2016 dopo il feedback del pubblico su un aumento delle assenze durante i mesi invernali, lamentele sui computer più vecchi e altri dispositivi elettronici che non utilizzano il fuso orario corretto e frutticoltori che segnalano una perdita di produttività del 15%.

Il Cile è tornato a UTC−04:00 per l’orario invernale per 3 mesi a partire dal 2016. Inizia il secondo sabato di maggio e termina il secondo sabato di agosto . Dal 2017 è stato implementato un nuovo fuso orario nella regione di Magallanes e dell’Antartide cilena, con 2 zone diverse nel Cile continentale per la prima volta.


https://en.wikipedia.org/wiki/Winter_time_(clock_lag)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *