Na’im ibn Musa – Wikipedia


Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Na’im ibn Musa (Arabo: نعيم بن موسى) era un matematico del Età dell’oro islamica e allievo di Thabit Ibn Qurra. Na’im veniva da Baghdad e visse nella seconda metà del IX secolo. Era il figlio di Muhammad ibn Mūsā ibn Shākir, il maggiore dei tre fratelli Banu Musa.(1)

Raccolta di proposizioni geometriche(modificare)

Anche se non considerato(da chi?) come un grande matematico, il suo trattato Raccolta di proposizioni geometriche fu “uno dei primi esempi di un particolare tipo di trattati matematici che divenne abbastanza comune durante il X secolo, e riflette abbastanza bene ‘la cultura matematica’ di un matematico di Baghdadi del IX secolo educato alla scuola di Thabit ibn Qurra”. Di quest’opera si conosce un solo esemplare, conservato presso la Biblioteca Universitaria di Istanbul. Il trattato è stato curato e tradotto in francese da Roshdi Rashed e Christian Houzel.(1)

Guarda anche(modificare)

Riferimenti(modificare)

Fonti(modificare)

  • Irritato, Roshdi; Hozel, cristiano (2004). Ricerca e insegnamento della matematica al IX secolo: il recupero delle proposizioni geometriche di Na”īm ibn Mūsā (in francese). Lovanio: Peeters. ISBN 978-90-429-1496-4.




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto