Na’aran – Wikipedia


Insediamento israeliano in Cisgiordania

Luogo nella zona della Giudea e della Samaria

Na’aran (ebraico: נערן), formalmente conosciuto come Niran (נִירָן‎) è un Insediamento israeliano organizzato come a kibbutz nel Cisgiordania.(2) Situata in Zona C del Valle del Giordano vicino Gerico,(2) rientra nella giurisdizione di Consiglio regionale di Bik’at HaYarden. Nel 2021 aveva una popolazione di 104 abitanti.

La comunità internazionale considera gli insediamenti israeliani in Cisgiordania illegale secondo il diritto internazionalema il governo israeliano lo contesta.(3)

Etimologia(modificare)

L’insediamento era originariamente chiamato Niran in onore del biblico città di Naaran. Nel 2018 è stato ribattezzato Na’aran.

Storia(modificare)

L’insediamento è stato fondato il 18 giugno 1971 con il nome Niran come a Insediamento Nahal dal Comando Nahal in collaborazione con il Dipartimento di Insediamenti Agricoli del Agenzia Ebraica su terreno preparato dal Fondo nazionale ebraico.(4) Secondo ARIJIsraele ne ha confiscati 497 dunam di terreno dal palestinese villaggio di Al-Auja per costruire l’insediamento.(5) Niran iniziò la sua esistenza come “un avamposto tendato di poche dozzine di persone”.(4) Le condizioni aride richiedevano che il terreno venisse trasportato dalle valli circostanti per rendere praticabile l’agricoltura.(4) Durante il suo periodo come avamposto militare, veniva utilizzato per prevenire infiltrazioni armate Giordania e come incarico disciplinare per i soldati israeliani delinquenti.(4) Fu smilitarizzato e convertito in un kibbutz civile nel 1977.(6)

Cultura(modificare)

Il kibbutz organizza seminari su sionismo, Ebraismo e la società israeliana. Alcuni membri del kibbutz lavorano nei piantagioni di datteri o presso la locale fabbrica di plastica, PVRan, che produce imballaggi e involucri per prodotti alimentari nel rispetto degli standard internazionali.(7)(8)(9)

Reperti archeologici(modificare)

Le rovine di un edificio del VI secolo sinagoga sono stati scoperti in Naarana poca distanza dal kibbutz.(10) Il sito contiene un antico mosaico e tesori archeologici e attira sia fedeli che pellegrini.(11) Nel maggio 2012, l’antica sinagoga è stata vandalizzata con graffiti che includevano svastiche e bandiere palestinesi.(11)

Frutteti di datteri a Na’aran

Riferimenti(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto