Na’amod – Wikipedia


Organizzazione ebraica britannica

Na’amod
Formazione 2018
Scopo Porre fine al sostegno comunitario ebraico britannico all’occupazione
Posizione
Metodi Azione diretta non violenta

Appartenenza

250
Sito web naamod.org.uk

Na’amod (ebraico: נעמוד) è un movimento di Ebrei britannici cercando di porre fine al sostegno della comunità ebraica britannica al Occupazione israeliana della Cisgiordania, Gerusalemme Est e il Striscia di Gaza. Dichiarano che il loro obiettivo è “lavorare per la libertà, l’uguaglianza e la giustizia per tutti i palestinesi e gli israeliani”.(1) I membri sono attivi in ​​molte parti del paese, tra cui Londra, Bristol,(2) Manchester, Leicester, Leeds e Newcastle.(3) Si stima che abbiano più di 250 membri.(4)

Storia(modificare)

Na’amod significa “Noi resisteremo”. ebraico. Na’amod è stata fondata nel maggio 2018 in risposta alla IDF tiro di abitanti di Gaza nel Proteste al confine di Gaza di quell’anno. Un gruppo di 50 attivisti ebrei ha protestato contro la sparatoria tenendo un servizio di lutto in piazza del Parlamento, inclusa la recitazione del Il Kaddish delle persone in lutto, una preghiera ebraica per i morti. Ciò fu molto controverso all’interno della comunità ebraica e le critiche che ne seguirono portarono alcuni degli attivisti presenti a stabilire quello che sarebbe diventato Na’amod.(5) Hanno tratto ispirazione da movimenti simili altrove, come ad esempio SeNonOra negli Stati Uniti, che avevano anche recitato in pubblico il Kaddish del lutto per piangere i palestinesi e gli israeliani uccisi nelle Conflitto Israele-Gaza del 2014 fuori dagli uffici della Conferenza dei presidenti delle principali organizzazioni ebraiche americane.(6) La prima azione di Na’amod ha avuto luogo all’aeroporto di Luton nel luglio 2018, dove gli attivisti si sono avvicinati ai membri di un viaggio dell’UJIA Birthright con volantini su narrazioni alternative, per contrastare quelli che sostengono siano i briefing unilaterali che gli ebrei britannici ricevono Diritto di nascita tournée in Israele.(7) Raphi Bloom, co-presidente di North West Friends of Israel, ha commentato: “il loro tentativo di infangare l’UJIA è semplicemente dannoso”.(8)

Nel 2022, David Collier, un blogger ebreo britannico sull’antisemitismo, ha riferito che Na’amod si era offerto di aiutare Pete Gregson, un attivista di sinistra che era stato espulso sia dal GMB che dal Partito laburista per negazione dell’Olocausto, a organizzare un tour di conferenze nel Regno Unito.(9)(10) Na’amod inizialmente ha rilasciato una dichiarazione pubblica secondo cui le accuse di Collier erano infondate e si è riferito a lui come un “estrema destra” che stava diffamando il loro gruppo a causa del loro sostegno ai diritti dei palestinesi. Quando Collier ha rilasciato e-mail che confermavano i contatti tra Na’amod e Gregson, il gruppo ha dichiarato che sebbene un’indagine iniziale non avesse trovato prove di tali interazioni, avrebbero condotto una revisione successiva sulla questione. Na’amod alla fine confermò i contatti di Gregson, affermando che l’individuo senza nome che li aveva fatti era stato licenziato dai loro ranghi per “congedo di giardinaggio”, e si scusò con Collier mentre faceva una piccola donazione a un’organizzazione pacifista del Regno Unito.(4)

Struttura e attivit(modificare)

Na’amod è un’organizzazione decentralizzata non gerarchica composta da sei team che gestiscono diversi aspetti dell’organizzazione. I membri fanno decisioni consensuali, e il movimento definisce la politica in occasione dei “Grandi incontri” trimestrali e dei Ritiri strategici annuali. Tra questi, un organismo chiamato Strategy Leadership Team si riunisce per supervisionare il movimento e fornire una direzione strategica. L’iscrizione è riservata a coloro che si identificano come ebrei.(citazione necessaria)

Na’amod ha condotto una campagna contro i piani di annessione della Cisgiordania,(11) Avvocati britannici per Israele quando hanno ospitato un rappresentante del gruppo di coloni Regavim,(12) la nomina di Tzipi Hotovely come ambasciatore israeliano nel Regno Unito,(13)(14)(15) il bombardamento israeliano di Gaza nel 2021(16) e gli sfratti in Sheikh Jarrah In Gerusalemme Est.(citazione necessaria)

Ricezione(modificare)

Arielle Angel, direttrice della rivista statunitense Correnti ebraichevede Na’amod come uno dei numerosi gruppi negli Stati Uniti e nel Regno Unito che hanno “spostato il dialogo intracomunitario attorno a Israele/Palestina”.(17) Nel gennaio 2022 sono apparsi in un documentario della BBC sull’antisemitismo e sulla comunità ebraica.(18)

IL Cronaca ebraica ha liquidato Na’amod come “un gruppo marginale di sinistra”(19) e “un gruppo ebraico minore contro l’occupazione”(20) Tuttavia, Keith Kahn-Harrisun sociologo e commentatore degli affari ebraici britannici ha descritto Na’amod come avente “un’influenza sproporzionata rispetto alle loro dimensioni” presso gli attivisti che sono “profondamente impegnati nella vita ebraica”.(21)

Guarda anche(modificare)

  • Lobby israeliana nel Regno Unito – Elenco dei gruppi britannici che cercano di influenzare la politica estera del Regno Unito per conto dello stato di Israele o del sionismo
  • Yachad (Regno Unito) – ONG ebraica con sede a Londra che promuove la soluzione dei due Stati
  • Ebrei – Gruppo della diaspora ebraica della sinistra radicale con sede a Londra, anch’esso contrario all’occupazione
  • Gruppo dei socialisti ebrei – Gruppo sociale ebraico britannico che sostiene l’antisionismo

Riferimenti(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto