Mutuo soccorso (servizi di emergenza) – Wikipedia


Accordo tra i soccorritori per prestare assistenza oltre i confini giurisdizionali

In servizi di emergenza, aiuto reciproco è un accordo tra soccorritori per prestare assistenza attraverso giurisdizionale confini. Ciò può verificarsi a causa di un emergenza risposta che supera le risorse locali, come a disastro o a incendio con allarme multiplo. L’aiuto reciproco può essere ad hoc, richiesto solo quando si verifica una tale emergenza. Potrebbe anche essere formale accordo permanente per cooperativa Gestione dell’emergenza su base continuativa, ad esempio garantendo che le risorse siano disponibili spedito dal più vicino caserma dei pompieri, indipendentemente da quale parte del confine giurisdizionale si trova l’incidente. Gli accordi che inviano le risorse più vicine vengono regolarmente definiti “accordi di aiuto automatico”.

L’aiuto reciproco può anche estendersi oltre la risposta locale. Diversi stati hanno sistemi di mutuo soccorso a livello statale. Gli esempi includono Washington e Oregon in tutto lo stato mobilitazione programmi. MABA (Mutual Aid Box Alarm System) è un sistema di mutuo soccorso regionale, con sede in Illinois, con 1500 vigili del fuoco membri in Illinois, Indiana, Wisconsin, Iowa, Michigan e Missouri.

Società di servizi pubblici di solito hanno anche accordi di mutuo soccorso.(1)

Esempi(modificare)

I grandi comuni in genere hanno abbastanza fuoco e servizi medici di emergenza risorse per gestire grandi incidenti locali. Tuttavia, nel caso di incendi con allarme multiplo, incidenti con vittime di massa (MCI) o materiale pericoloso su larga scala (materiale pericoloso), quel comune può richiedere risorse dalle città circostanti per rispondere direttamente sulla scena dell’incidente o prendere alloggio nelle proprie stazioni dei vigili del fuoco e di pronto soccorso e rispondere ad altri incidenti in quella città o paese quando le squadre locali stanno gestendo un incidente di lunga durata. Inoltre, se le risorse di un comune sono in chiamata attiva e non sono in grado di rispondere a una richiesta di servizio simultanea, è possibile inviare un comune vicino.

Altri accordi sono comuni nelle piccole città che non hanno risorse o hanno risorse limitate. In questi casi, le squadre locali sono in grado di gestire da sole piccoli incidenti, ma nel caso di incidenti più grandi, i comuni circostanti verranno chiamati insieme alle risorse locali al momento dell’invio iniziale. Ad esempio, i dipartimenti locali dei vigili del fuoco e dei servizi di emergenza sanitaria gestiranno in genere le attivazioni degli allarmi antincendio e gli incidenti automobilistici, mentre le segnalazioni di incendi strutturali causeranno l’invio automatico (soccorso automatico) delle città circostanti.

Laddove una città non disponga di risorse proprie, può stipulare un contratto con una o più città circostanti per fornire tutta la copertura.

Tali richieste di aiuto reciproco sono il risultato dell’escalation dell’incidente come determinato dal comandante dell’incidente. Le risposte richieste da altre città sono predefinite, quindi tutto ciò che un centralinista deve fare è chiamare le risorse appropriate come determinato dalla “carta di esecuzione” per un simile incidente.

L’aiuto reciproco internazionale è comune anche nelle comunità di confine in luoghi come Maine, New Hampshire, Vermont, New York e altri.

Guarda anche(modificare)

Riferimenti(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto