Missile comune congiunto AGM-169 – Wikipedia


Missile aria-superficie americano

IL Missile comune congiunto AGM-169 (JCM) era una tattica missile aria-superficie programma (2002-2007) sviluppato da Lockheed Martin società per la Militare degli Stati Uniti aerei, come ad es attacco E elicotteri utilitari, combattenti in sciopero E cacciabombardieri.

Panoramica(modificare)

Il missile è stato progettato per sostituire il AGM-114 Fuoco dell’Inferno E AGM-65 Maverick. La sua testa di ricerca utilizzava una combinazione di laser semi-attivo, onde millimetriche e guida IR simile a quella trovata sul Giavellotto FGM-148 missile anticarro. Ciò consente al missile di avere una maggiore fuoco e dimentica capacità e di operare su tutte le attuali piattaforme aeree. Il missile ha una portata più lunga, una testata più potente e un sistema di “sicurezza”, che consente agli aerei navali di tornare sulla nave senza gettare a mare le munizioni.

Questo missile condivide anche somiglianze con l’MBDA Missile di zolfo.

Sviluppo(modificare)

Originariamente noto come CMM (Common Modular Missile), il JCM (Joint Common Missile) doveva essere anche un sostituto del BGM-71 TOW, ma questo requisito fu successivamente abbandonato. Il programma è iniziato nel 2002 e alla fine del 2003 è stata inviata all’industria una RFP (Request For Proposals) formale. Tra i concorrenti figuravano Boeing in collaborazione con Northrop Grumman, Lockheed Martin e Raytheon. Tra la fine del 2003 e l’inizio del 2004, i concorrenti hanno testato i componenti (motore del razzo, guida, spolette, interfaccia di sistema, ecc.) delle loro proposte JCM. Ciò includeva lanci di prova di prototipi di missili. Nel maggio 2004, Lockheed Martin è stata dichiarata vincitrice del concorso JCM e ha ricevuto il contratto principale per una fase SDD (System Development and Demonstration) della durata di quattro anni. Nel dicembre dello stesso anno, la designazione ufficiale AGM-169 fu assegnata a JCM.

Lo sviluppo del missile è stato interrotto per la prima volta nel dicembre 2004. Secondo Lockheed Martin, a quel tempo il programma era nei tempi previsti e nel budget. Tuttavia, a causa dei vincoli posti dalla guerra in Iraq, i finanziamenti sono stati tagliati. Nel 2005 e nel 2006, il Congresso iniziò a esaminare la possibilità di rilanciare il programma quando si scoprì che la modernizzazione dell’Hellfire avrebbe comportato costi più elevati e capacità ridotte.

Il JCM è stato testato in volo sull’AH-64D in una configurazione di prova vincolata.

Nel maggio 2007 il Esercito degli Stati Uniti ha formalmente concluso il programma e ha chiesto a Lockheed Martin di cessare tutto il lavoro di sviluppo. Si prevede che un programma successivo, il Missile aria-terra congiunto (JAGM) sarà aperta a gara d’appalto.(1)

Stato del programma(modificare)

  • Dicembre 2004 – Il Pentagono annuncia la cancellazione del JCM.(2)
  • Marzo 2005 – Attività di lobbying da parte del Congresso per mantenere in vita il programma.(3)
  • Settembre 2005 – Il pacchetto di test Captive JCM è decollato AH-64D Apache.(4)
  • Gennaio 2006 – Il Congresso ripristina 30 milioni di dollari per mantenere il programma in naftalina.(5)(6)
  • Settembre 2006 – Esercito degli Stati Uniti include 150 milioni di dollari per JCM nella richiesta di budget per l’anno fiscale 2008.(7)
  • Maggio 2007 – Il Comando dell’Aviazione e della Gestione del Ciclo di Vita dei Missili dell’Esercito degli Stati Uniti dà formalmente istruzione alla Lockheed Martin di cessare il lavoro sul programma e di chiudere il contratto entro il 15 giugno 2007.

Guarda anche(modificare)

Riferimenti(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto