Minzione: cos’è, rilascio di urina dalla vescica

La minzione, nota anche come minzione, è il rilascio di urina dalla vescica urinaria attraverso l’ uretra verso l’esterno del corpo. È la forma di escrezione del sistema urinario. È anche noto dal punto di vista medico come minzioneminzione , uresi o, raramente, emizione, e conosciuto colloquialmente con vari nomi tra cui pipìpipì e pissing.

Negli esseri umani sani (e in molti altri animali), il processo di minzione è sotto controllo volontario. Nei neonati, in alcuni individui anziani e in quelli con lesioni neurologiche, la minzione può verificarsi come riflesso. È normale che gli esseri umani adulti urinino fino a sette volte durante il giorno.

In alcuni animali, oltre a espellere materiale di scarto, la minzione può marcare il territorio o esprimere sottomissione. Fisiologicamente, la minzione implica il coordinamento tra il sistema nervoso centraleautonomo e somatico . I centri cerebrali che regolano la minzione includono il centro della minzione pontino, il grigio periacqueduttale e la corteccia cerebrale. Nei mammiferi placentari, l’urina viene drenata attraverso il meato urinario, un’apertura uretrale nel pene maschile o nel vestibolo vulvare femminile. 

Manneken Pis raffigura un ragazzo che urina (puer mingens) 1618 – 1619 Belgio

Anatomia e fisiologia

Anatomia della vescica e dello sbocco

L’interno della vescica

I principali organi coinvolti nella minzione sono la vescica urinaria e l’uretra. La muscolatura liscia della vescica, nota come detrusore , è innervata dalle fibre del sistema nervoso simpatico del midollo spinale lombare e dalle fibre parasimpatiche del midollo spinale sacrale. Le fibre nei nervi pelvici costituiscono il principale arto afferente del riflesso minzionale; in questi nervi viaggiano anche le fibre parasimpatiche alla vescica che costituiscono l’arto efferente eccitatorio. Parte dell’uretra è circondata dal maschio osfintere uretrale esterno femminile, che è innervato dal nervo pudendo somatico originario del midollo, in un’area denominata nucleo di Onuf.

I fasci muscolari lisci passano su entrambi i lati dell’uretra e queste fibre sono talvolta chiamate sfintere uretrale interno , sebbene non circondino l’uretra. Più avanti lungo l’uretra c’è uno sfintere del muscolo scheletrico, lo sfintere dell’uretra membranosa (sfintere uretrale esterno). L’epitelio della vescica è chiamato epitelio di transizione che contiene uno strato superficiale di cellule a cupola e strati multipli di cellule cuboidali stratificate al di sotto quando viene evacuato. Quando la vescica è completamente distesa, le cellule superficiali diventano squamose (piatte) e la stratificazione delle cellule cuboidali si riduce per fornire uno stiramento laterale.

Fisiologia

Un cane che usa l’urina per segnare un punto con il suo profumo.

La fisiologia della minzione e le basi fisiologiche dei suoi disturbi sono argomenti su cui c’è molta confusione, soprattutto a livello sovraspinale. La minzione è fondamentalmente un riflesso spinobulbospinale facilitato e inibito da centri cerebrali superiori come il centro minzionale pontino e, come la defecazione, soggetto a facilitazione e inibizione volontaria.

Negli individui sani, il tratto urinario inferiore ha due distinte fasi di attività: la fase di immagazzinamento (o di guardia), quando l’urina viene immagazzinata nella vescica; e la fase di svuotamento, quando l’urina viene rilasciata attraverso l’uretra. Lo stato del sistema riflesso dipende sia da un segnale cosciente proveniente dal cervello sia dalla velocità di attivazione delle fibre sensoriali dalla vescica e dall’uretra. A bassi volumi della vescica, l’attivazione afferente è bassa, con conseguente eccitazione dello sbocco (lo sfintere e l’uretra) e il rilassamento della vescica. A volumi vescicali elevati, l’attivazione afferente aumenta, provocando una sensazione cosciente di bisogno urinario. L’individuo pronto a urinare avvia consapevolmente lo svuotamento, provocando la contrazione della vescica e il rilassamento dello sbocco. Lo svuotamento continua fino a quando la vescica si svuota completamente, a quel punto la vescica si rilassa e l’uscita si contrae per ricominciare lo stoccaggio. I muscoli che controllano la minzione sono controllati dal sistema nervoso autonomo e somatico. Durante la fase di immagazzinamento, lo sfintere uretrale interno rimane teso e il muscolo detrusore rilassato dalla stimolazione simpatica. Durante la minzione, parasimpaticola stimolazione provoca la contrazione del muscolo detrusore e il rilassamento dello sfintere uretrale interno. Lo sfintere uretrale esterno (sfintere uretrale) è sotto controllo somatico ed è coscientemente rilassato durante la minzione.

Nei neonati, lo svuotamento avviene involontariamente (come riflesso). La capacità di inibire volontariamente la minzione si sviluppa all’età di 2-3 anni, man mano che si sviluppa il controllo a livelli più alti del sistema nervoso centrale. Nell’adulto, il volume di urina nella vescica che normalmente avvia una contrazione riflessa è di circa 300-400 millilitri (11-14 imp fl oz; 10-14 US fl oz).

Fase di conservazione

Durante lo stoccaggio, la pressione della vescica rimane bassa, a causa della natura altamente cedevole della vescica. Un grafico della pressione della vescica (intravescicale) contro la depressione del fluido nella vescica (chiamato cistometrogramma ), mostrerà un lievissimo aumento man mano che la vescica si riempie. Questo fenomeno è una manifestazione della legge di Laplace, che afferma che la pressione in un viscere sferico è pari al doppio della tensione di parete divisa per il raggio. Nel caso della vescica, la tensione aumenta man mano che l’organo si riempie, ma anche il radio. Pertanto, l’aumento della pressione è lieve fino a quando l’organo è relativamente pieno. La muscolatura liscia della vescica ha un’attività contrattile intrinseca; tuttavia, quando la sua irrorazione nervosa è intatta, i recettori di stiramento nella parete della vescica avviano una contrazione riflessa che ha una soglia inferiore rispetto alla risposta contrattile intrinseca del muscolo.

I potenziali d’azione trasportati dai neuroni sensoriali dai recettori di stiramento nella parete della vescica urinaria viaggiano verso i segmenti sacrali del midollo spinale attraverso i nervi pelvici. Poiché l’allungamento della parete della vescica è basso durante la fase di immagazzinamento, questi neuroni afferenti si attivano a basse frequenze. I segnali afferenti a bassa frequenza causano il rilassamento della vescica inibendo i neuroni pregangliari parasimpatici sacrali ed eccitando i neuroni pregangliari simpatici lombari. Al contrario, l’input afferente provoca la contrazione dello sfintere attraverso l’eccitazione del nucleo di Onuf e la contrazione del collo vescicale e dell’uretra attraverso l’eccitazione dei neuroni pregangliari simpatici.

La diuresi (produzione di urina da parte del rene) si verifica costantemente e, man mano che la vescica si riempie, l’attività afferente aumenta, tuttavia il riflesso della minzione può essere volontariamente inibito fino a quando non è opportuno iniziare la minzione.

Fase di svuotamento

Donna che urina

Urinare uomo

Jeanneke Pis

Lo svuotamento inizia quando viene inviato un segnale volontario dal cervello per iniziare la minzione e continua fino a quando la vescica è vuota.

I segnali afferenti della vescica risalgono il midollo spinale al grigio periacqueduttale , dove proiettano sia al centro minzionale pontino che al cervello. A un certo livello di attività afferente, il bisogno cosciente di urinare o l’ urgenza di urinare , diventa difficile da ignorare. Una volta emesso il segnale volontario per iniziare la minzione, i neuroni nel centro di minzione pontino si attivano al massimo, provocando l’eccitazione dei neuroni pregangliari sacrali. L’attivazione di questi neuroni provoca la contrazione della parete della vescica; di conseguenza, si verifica un improvviso e brusco aumento della pressione intravescicale. Il centro di minzione pontino provoca anche l’inibizione del nucleo di Onuf, con conseguente rilassamento dello sfintere urinario esterno. Quando lo sfintere urinario esterno è rilassato, l’urina viene rilasciata dalla vescica urinaria quando la pressione è abbastanza grande da costringere l’urina a fuoriuscire dall’uretra. Il riflesso della minzione normalmente produce una serie di contrazioni della vescica urinaria.

Il flusso di urina attraverso l’uretra ha un ruolo generale eccitatorio nella minzione, che aiuta a sostenere lo svuotamento fino a quando la vescica è vuota.

Molti uomini, e alcune donne, a volte possono rabbrividire brevemente dopo o durante la minzione.

Dopo la minzione, l’uretra femminile si svuota parzialmente per gravità, con l’assistenza dei muscoli. L’urina che rimane nell’uretra maschile viene espulsa da diverse contrazioni del muscolo bulbospongioso e, da alcuni uomini, dalla spremitura manuale lungo la lunghezza del pene per espellere il resto dell’urina.

Per i mammiferi terrestri di peso superiore a 1 chilogrammo, la durata della minzione non varia con la massa corporea, essendo dispersa in media intorno a 21 secondi (deviazione standard 13 secondi), nonostante una differenza di 4 ordini di grandezza (1000 ×) nel volume della vescica. Ciò è dovuto all’aumento della lunghezza dell’uretra di animali di grandi dimensioni, che amplifica la forza gravitazionale (quindi la portata) e all’aumento della larghezza dell’uretra, che aumenta la portata. Per i mammiferi più piccoli si verifica un fenomeno diverso, in cui l’urina viene scaricata come goccioline e la minzione nei mammiferi più piccoli, come topi e ratti, può avvenire in meno di un secondo. I vantaggi ipotizzati di una minzione più rapida sono un minor rischio di predazione (durante la minzione) e un minor rischio di infezione del tratto urinario.

Controllo volontario

Il meccanismo con cui viene avviata la minzione volontaria rimane incerto. Una possibilità è che il rilassamento volontario dei muscoli del pavimento pelvico causi una trazione verso il basso sufficiente sul muscolo detrusore per iniziare la sua contrazione. Un’altra possibilità è l’eccitazione o la disinibizione dei neuroni nel centro di minzione pontino, che provoca la contrazione concomitante della vescica e il rilassamento dello sfintere.

C’è un’area inibitoria per la minzione nel mesencefalo. Dopo la transezione del tronco encefalico appena sopra il ponte, la soglia si abbassa ed è necessario un minore riempimento della vescica per attivarla, mentre dopo la transezione nella parte superiore del mesencefalo, la soglia per il riflesso è essenzialmente normale. C’è un’altra area facilitatoria nell’ipotalamo posteriore. Negli esseri umani con lesioni nel giro frontale superiore, il desiderio di urinare è ridotto e c’è anche difficoltà a fermare la minzione una volta iniziata. Tuttavia, gli esperimenti di stimolazione sugli animali indicano che anche altre aree corticali influenzano il processo.

La vescica può contrarsi per facilitazione volontaria del riflesso di svuotamento spinale quando contiene solo pochi millilitri di urina. La contrazione volontaria dei muscoli addominali aiuta l’espulsione dell’urina aumentando la pressione applicata alla parete della vescica urinaria, ma lo svuotamento può essere avviato senza sforzo anche quando la vescica è quasi vuota.

La minzione può anche essere coscientemente interrotta una volta iniziata, attraverso una contrazione dei muscoli perineali. Lo sfintere esterno può essere contratto volontariamente, il che impedirà all’urina di passare nell’uretra.

Esperienza di minzione

Il bisogno di urinare è vissuto come una sensazione di disagio e pienezza. È altamente correlato con la pienezza della vescica. In molti maschi la sensazione del bisogno di urinare può essere percepita alla base del pene oltre che della vescica, anche se l’attività neurale associata a una vescica piena proviene dalla vescica stessa, e può essere percepita lì come bene. Nelle femmine il bisogno di urinare si avverte nella regione del basso addome quando la vescica è piena. Quando la vescica diventa troppo piena, i muscoli dello sfintere si rilassano involontariamente, permettendo all’urina di passare dalla vescica. Il rilascio di urina è vissuto come una diminuzione del disagio.

Disturbi

Dipinto che mostra il medico Costantino l’Africano che accetta campioni di urina per la diagnosi

Condizioni cliniche

Molte condizioni cliniche possono causare disturbi alla normale minzione, tra cui:

  • Incontinenza urinaria , l’incapacità di trattenere l’urina
    • Incontinenza da stress , incontinenza dovuta a disturbi meccanici esterni
    • Incontinenza da urgenza , incontinenza che si verifica a causa della voglia incontrollabile di urinare
    • Incontinenza mista, una combinazione dei due tipi di incontinenza
  • Ritenzione urinaria , l’incapacità di iniziare la minzione
  • Vescica iperattiva , un forte bisogno di urinare, solitamente accompagnato da iperattività detrusoriale
  • Cistite interstiziale , una condizione caratterizzata da frequenza urinaria, urgenza e dolore
  • Prostatite , un’infiammazione della ghiandola prostatica che può causare frequenza urinaria, urgenza e dolore
  • Iperplasia prostatica benigna , un ingrossamento della prostata che può causare frequenza urinaria, urgenza, ritenzione e gocciolamento di urina
  • Infezione del tratto urinario , che può causare frequenza urinaria e disuria
  • Poliuria , produzione anormalmente elevata di urina, associata, in particolare, a diabete mellito (tipi 1 e 2 ) e diabete insipido
  • Oliguria , bassa produzione di urina, di solito a causa di un problema con il tratto urinario superiore
  • Anuria si riferisce alla produzione di urina assente o quasi assente.
  • Sincope della minzione , una risposta vasovagale che può causare svenimento.
  • Paruresis , l’incapacità di urinare in presenza di altri, come in un bagno pubblico.
  • Dissinergia dello sfintere vescicale , una discordanza tra la vescica e lo sfintere uretrale esterno a seguito di lesioni cerebrali o del midollo spinale

Un farmaco che aumenta la minzione è chiamato diuretico , mentre gli antidiuretici diminuiscono la produzione di urina da parte dei reni.

Disturbi indotti sperimentalmente

Esistono tre tipi principali di disfunzione vescicale dovuta a lesioni neurali: (1) il tipo dovuto all’interruzione dei nervi afferenti dalla vescica; (2) il tipo dovuto all’interruzione dei nervi afferenti ed efferenti; e (3) il tipo dovuto all’interruzione dei percorsi facilitatori e inibitori che discendono dal cervello. In tutti e tre i tipi la vescica si contrae, ma le contrazioni generalmente non sono sufficienti a svuotare completamente i visceri, e nella vescica rimane dell’urina residua. Paruresis, nota anche come sindrome della vescica timida, è un esempio di interruzione della vescica dal cervello che spesso causa un’interruzione totale fino a quando la persona non ha lasciato un’area pubblica. Queste persone (maschi) possono avere difficoltà a urinare in presenza di altri e di conseguenza eviteranno di usare orinatoi senza divisori o quelli direttamente adiacenti ad un’altra persona. In alternativa, possono optare per la privacy di una stalla o semplicemente evitare del tutto i bagni pubblici.

Deafferentazione

Quando le radici dorsali sacrali vengono tagliate negli animali da esperimento o interrotte da malattie delle radici dorsali come la tabe dorsale negli esseri umani, tutte le contrazioni riflesse della vescica vengono abolite. La vescica diventa distesa, con pareti sottili e ipotonica, ma ci sono alcune contrazioni a causa della risposta intrinseca della muscolatura liscia all’allungamento.

Denervazione

Quando i nervi afferenti ed efferenti sono entrambi distrutti, come può accadere a causa di tumori della cauda equina o del filum terminale , la vescica è flaccida e distesa per un po’. A poco a poco, però, il muscolo della “vescica decentrata” si attiva, con molte onde di contrazione che espellono fuoriuscite di urina dall’uretra. La vescica si restringe e la parete della vescica si ipertrofizza. Non è noto il motivo della differenza tra la piccola vescica ipertrofica osservata in questa condizione e la vescica ipotonica dilatata osservata quando vengono interrotti solo i nervi afferenti. Lo stato iperattivo nella prima condizione suggerisce lo sviluppo di ipersensibilizzazione da denervazione anche se i neuroni interrotti sono pregangliari piuttosto chepostgangliare .

Lesioni del midollo spinale

Durante lo shock spinale , la vescica è flaccida e non risponde. Si riempie eccessivamente e l’urina gocciola attraverso gli sfinteri ( incontinenza da tracimazione ). Dopo che lo shock spinale è passato, ne consegue un riflesso di svuotamento mediato dalla spina dorsale, sebbene non vi sia alcun controllo volontario e nessuna inibizione o facilitazione da parte dei centri superiori. Alcuni pazienti paraplegici si allenano a iniziare la minzione pizzicandosi o accarezzandosi le cosce, provocando un lieve riflesso di massa. In alcuni casi, il riflesso minzionale diventa iperattivo. La capacità della vescica è ridotta e la parete diventa ipertrofica. Questo tipo di vescica è talvolta chiamato vescica neurogena spastica. L’iperattività riflessa peggiora e può essere causata da un’infezione della parete vescicale.

Tecniche

Posizione dell’orifizio uretrale esterno nel maschio umano adulto

A causa delle posizioni in cui l’ uretra esce dal corpo, maschi e femmine usano spesso tecniche diverse per la minzione.

Minzione maschile

La maggior parte dei maschi preferisce urinare in piedi mentre altri preferiscono urinare seduti o accovacciati . I maschi anziani con ingrossamento della ghiandola prostatica possono trarre beneficio dallo stare seduti mentre nei maschi sani non si riscontra alcuna differenza nella capacità di urinare. [18] [19] Per gli uomini musulmani praticanti , la modestia genitale dello squat è anche associata a requisiti di pulizia adeguati o awrah.

 

Minzione femminile

Posizione della vescica e dell’uretra nella femmina umana adulta ( sezione sagittale )

Nelle femmine umane, l’uretra si apre direttamente nella vulva . Quindi, la minzione può avvenire stando seduti o accovacciati per la defecazione. È anche possibile per le femmine urinare stando in piedi e mentre sono vestite. È comune per le donne in varie regioni dell’Africa utilizzare questo metodo quando urinano, così come le donne in Laos. Erodoto descrisse un’usanza simile nell’antico Egitto. Un metodo alternativo per le donne di urinare in piedi consiste nell’utilizzare uno strumento noto come dispositivo di minzione femminile per assistere.

Bambini piccoli

Una tecnica comune utilizzata in molte nazioni in via di sviluppo prevede di tenere il bambino per la parte posteriore delle cosce, sopra il terreno, rivolto verso l’esterno, per urinare.

Minzione fetale

Ecografia della minzione fetale maschile a 19 settimane di gravidanza

Il feto urina ogni ora e produce la maggior parte del liquido amniotico nel secondo e terzo trimestre di gravidanza. Il liquido amniotico viene quindi riciclato dalla deglutizione fetale.

Minzione dopo l’infortunio

Occasionalmente, se il pene di un maschio viene danneggiato o rimosso, o i genitali /tratto urinario di una donna sono danneggiati, devono essere utilizzate altre tecniche di minzione. Molto spesso in questi casi, i medici riposizionano l’uretra in una posizione in cui è ancora possibile urinare, di solito in una posizione che favorirebbe la minzione solo da seduti/accovacciati, sebbene in rari casi possa essere utilizzato un catetere urinario permanente.

Strumenti alternativi per la minzione

A volte la minzione viene eseguita in un contenitore come una bottiglia, un orinatoio , una padella o un vaso da notte (noto anche come gazunder ). Un contenitore o un dispositivo indossabile per la raccolta delle urine può essere utilizzato in modo che l’urina possa essere esaminata per motivi medici o per un test antidroga , per un paziente costretto a letto , quando non è disponibile il bagno o non vi è altra possibilità di smaltire immediatamente l’urina.

Una soluzione alternativa (per viaggi, appostamenti , ecc.) è una speciale sacca usa e getta contenente materiale assorbente che solidifica l’urina in pochi secondi, rendendola comoda e sicura da conservare e smaltire successivamente.

È possibile per entrambi i sessi urinare in bottiglie in caso di emergenza. La tecnica può aiutare i bambini a urinare discretamente all’interno delle auto e in altri luoghi senza essere visti dagli altri. Un dispositivo per la minzione femminile può aiutare le donne nelle ragazze a urinare stando in piedi o in una bottiglia.

Aspetti sociali e culturali

Arte

Xilografia di un puer mingens , dall’Hypnerotomachia Poliphili , 1499

Un puer mingens è una figura in un’opera d’arte raffigurata come un ragazzo in età prepuberale nell’atto di urinare, reale o simulato. I puer mingens potevano rappresentare qualsiasi cosa, dall’innocenza stravagante e fanciullesca a simboli erotici di virilità e spavalderia maschile.

Addestramento alla toilette

I bambini hanno poco controllo socializzato sulla minzione all’interno di tradizioni o famiglie che non praticano la comunicazione di eliminazione e usano invece i pannoliniL’ addestramento alla toilette è il processo di apprendimento per limitare la minzione a tempi e situazioni socialmente approvati. Di conseguenza, i bambini piccoli a volte sviluppano enuresi notturna.

Strutture

Servizi igienici pubblici al di fuori del municipio di Filadelfia

È socialmente più accettato e più igienico dal punto di vista ambientale per coloro che sono in grado, soprattutto al chiuso e all’aperto in aree urbane o suburbane, di urinare in un gabinetto . I bagni pubblici possono avere orinatoi , solitamente per uomini, sebbene esistano orinatoi femminili , progettati per essere utilizzati in vari modi.

Minzione senza strutture

Indecenza, 1799 di Isaac Cruikshank

Donna che urina, acquaforte, Rembrandt van Rijn , 1631

L’accettabilità della minzione all’aperto in un luogo pubblico diverso da un orinatoio pubblico varia a seconda della situazione e delle abitudini. I potenziali svantaggi includono un’avversione per l’odore di urina e una certa esposizione dei genitali. Questi ultimi possono essere sgradevoli per chi li espone (pudore, mancanza di privacy) e/o per chi li può vedere; può essere evitato o mitigato andando in un luogo tranquillo e/o di fronte a un albero o a un muro se si urina in piedi, o mentre si è accovacciati, nascondendo la schiena dietro muri, cespugli o un albero.

I bagni portatili (port-a-potties) sono spesso collocati in situazioni all’aperto dove non è disponibile alcuna struttura immediata. Questi devono essere revisionati (puliti) su base regolare. La minzione in un’area boscosa è generalmente innocua, in realtà fa risparmiare acqua e può essere condonata per i maschi (e meno comunemente, le femmine) in determinate situazioni, purché si usi il buon senso. Gli esempi (a seconda delle circostanze) includono attività come il campeggio, l’escursionismo, la consegna in auto, la corsa campestre, la pesca rurale, il baseball amatoriale, il golf, ecc.

Più un luogo è sviluppato e affollato, più la minzione pubblica tende a essere discutibile. In campagna è più accettabile che in una strada di città, dove può essere una trasgressione comune. Spesso questo viene fatto dopo il consumo di bevande alcoliche , che provoca la produzione di urina aggiuntiva e una riduzione delle inibizioni . Un modo proposto per inibire la minzione pubblica a causa dell’ubriachezza è l’ Urilift , che di giorno è camuffato da normale tombino ma si solleva dal terreno di notte per fornire un bagno pubblico per i frequentatori di bar.

In molti luoghi, la minzione pubblica è punibile con multe, anche se gli atteggiamenti variano ampiamente da paese a paese. In generale, le femmine hanno meno probabilità di urinare in pubblico rispetto ai maschi. Le donne e le ragazze, a differenza di uomini e ragazzi, sono limitate dove possono urinare comodamente e con discrezione.

Lo storico del V secolo a.C. Erodoto , scrivendo sulla cultura degli antichi persiani e sottolineando le differenze con quelle dei greci , notò che urinare in presenza di altri era proibito tra i persiani.

C’è stato una credenza popolare nel Regno Unito, secondo cui era legale per un uomo urinare in pubblico fintanto che si verificava sulla ruota posteriore del suo veicolo e aveva la mano destra sul veicolo, ma questo non è vero. La minzione pubblica rimane ancora più accettata dai maschi nel Regno Unito, sebbene la stessa tradizione culturale britannica sembri trovare tali pratiche discutibili.

Nell’etichetta della toilette islamica , è haram urinare di fronte alla Qibla, o voltare le spalle ad essa quando si urina o si allevia l’intestino, ma i requisiti di modestia per le donne rendono impossibile per le ragazze fare i propri bisogni senza strutture. Quando i servizi igienici non sono disponibili, le donne possono fare i propri bisogni in Laos , Russia e Mongolia in caso di emergenza, ma rimane meno accettato per le donne in India anche quando le circostanze rendono questa opzione altamente desiderabile.

Le donne generalmente hanno bisogno di urinare più frequentemente degli uomini, ma contrariamente all’idea sbagliata comune, non è dovuto ad avere vesciche più piccole. Resistere all’impulso di urinare a causa della mancanza di strutture può promuovere infezioni del tratto urinario che possono portare a infezioni più gravi e, in rare situazioni, possono causare danni renali nelle donne. Sono disponibili dispositivi per la minzione femminile per aiutare le donne a urinare in modo discreto, nonché per aiutarle a urinare stando in piedi.

In piedi contro seduto o accovacciato

Un uomo usa un orinatoio mentre urina in posizione eretta.

Maschi

Nella cultura occidentale, la posizione in piedi è considerata da alcuni più comoda e più maschile rispetto all’opzione seduta o accovacciata. Tuttavia, nei bagni pubblici senza orinatoi e talvolta a casa, gli uomini possono essere invitati a utilizzare la posizione seduta per diminuire gli schizzi di urina. Una meta-analisi di revisione sistematica dell’effetto della posizione di svuotamento sulla qualità della minzione ha rilevato che nei maschi anziani con iperplasia prostatica benigna , la posizione seduta era superiore rispetto a quella in piedi. I maschi sani non sono stati influenzati dalla posizione di svuotamento.

Una revisione della letteratura ha rilevato differenze culturali nelle posizioni di svuotamento socialmente accettate in tutto il mondo e ha riscontrato differenze nella posizione preferita: in Medio Oriente e in Asia, la posizione accovacciata era più diffusa, mentre nel mondo occidentale le posizioni in piedi e sedute erano più comuni.

Femmine

Posizione del corpo assunta da una donna per urinare in molti orinatoi femminili: mezzo squat fluttuante o “posizione dello sciatore”.

Le femmine di solito si siedono o si accovacciano per la minzione, a seconda del tipo di toilette che usano: una toilette alla turca viene utilizzata per la minzione in posizione accovacciata. Se non ci sono servizi igienici disponibili, è comune una posizione accovacciata o mezzo squat. Una posizione accovacciata parziale (o “in bilico”) viene assunta durante la minzione da alcune donne per evitare di sedersi su un sedile del water potenzialmente contaminato o quando si utilizza un orinatoio femminile . Tuttavia, questo può lasciare l’urina nella vescica . [48] ​​Può anche causare l’atterraggio di urina sul sedile del water .

Antica Kylix attica greca a figure rosse raffigurante un’etera che urina in uno skyphos. Collezione di antichità di Berlino, Altes Museum. intorno al 480 a.C

Parlando di minzione

In molte società e in molte classi sociali, anche solo menzionare il bisogno di urinare è visto come una trasgressione sociale, nonostante sia un bisogno universale. Ancora oggi molti adulti evitano di dichiarare di aver bisogno di urinare.

Esistono molte espressioni, alcune eufemiste e altre volgari. Ad esempio, secoli fa la parola inglese standard (sia sostantivo che verbo, per il prodotto e l’attività) era ” piss “, ma successivamente “pee”, precedentemente associata ai bambini, è diventata più comune nel discorso pubblico in generale. Poiché l’eliminazione delle scorie corporee è, necessariamente, un argomento di cui si parla con i più piccoli durante l’ addestramento alla toilette , esistono altre espressioni ritenute adatte all’uso da parte e con i bambini, e alcune continuano ad essere utilizzate dagli adulti, ad esempio “pipì”, “fare/avere a wee-wee”, “tintinnare”, ” fare il vasino “.

Altre espressioni includono “schizzare” e “fare pipì” e, prevalentemente da persone più giovani per la minzione femminile all’aperto, “fare uno squat”, riferendosi alla posizione che molte donne adottano in tali circostanze. Le varietà nazionali dell’inglese mostrano creatività. L’inglese americano usa “to whiz”. L’inglese australiano ha coniato “Vado a prendere una lezione di canto cinese “, derivato dal tintinnio della minzione contro la porcellana cinese di un water. L’inglese britannico usa “going to see my aunt”, “going to see a man about a dog “, “to piddle”, “to splash (one’s) boots”, così come “per una grande spruzzata di liquido. Uno degli eufemismi più comuni, anche se antiquati, nell’inglese britannico è “to spend a penny”, un riferimento ai servizi igienici a pagamento a gettoni , che usavano ( pre-decimalizzazione ) per addebitare quella somma.

Uso in lingua

Ragazzo che piscia in un paesaggio. Disegno, piuma, carta brunastra. Artista anonimo. Museo dell’Albertina

I riferimenti alla minzione sono comunemente usati nel gergo . L’uso in inglese include:

  • Piss (qualcuno) off (per far arrabbiare qualcuno; in alternativa, per andarsene da qualche parte in fretta)
  • Piscia fuori! (per esprimere disprezzo; vedi sopra)
  • Pissing down (per riferirsi a forti piogge)
  • Pissing contest (una battaglia improduttiva guidata dall’ego)
  • Pisshead (modo volgare per riferirsi a qualcuno che beve troppo alcol )
  • Piss ant (una persona senza valore; nell’uso non gergale il termine si riferisce a diverse specie di formiche le cui colonie hanno un odore simile all’urina)
  • Fare pipì su un’asta della bandiera (per partecipare a un’attività futile)
  • Pisciare nel vento (agire in modi che causano autolesionismo)
  • Pisciare via (per sperperare o usare in modo dispendioso)
  • Prendere per il culo (per prendersi delle libertà, essere irragionevole o prendere in giro un’altra persona)
  • Pieno di piscio e aceto (energico o ambizioso tardo adolescente o giovane maschio adulto)
  • Piss up (espressione britannica per bere per ubriacarsi)
  • Pissed (ubriaco in inglese britannico o arrabbiato in inglese americano)

Minzione e attività sessuale

Urolagnia , una parafilia , è un’inclinazione a ottenere piacere sessuale guardando o pensando all’urina o alla minzione. L’urina può essere consumata o la persona può fare il bagno in essa. Bere urina è noto come urofagia , sebbene l’urafagia si riferisca al consumo di urina indipendentemente dal fatto che il contesto sia sessuale. La minzione involontaria durante i rapporti sessuali è comune, ma raramente riconosciuta. In un sondaggio, il 24% delle donne ha riferito di aver urinato involontariamente durante i rapporti sessuali; nel 66% dei pazienti la minzione si è verificata durante la penetrazione , mentre nel 33% la perdita di urina è stata limitata all’orgasmo. Capo femminapuò mostrare urolagnia durante il sesso; una femmina urina mentre l’altra infila il naso nel ruscello.

Un mara della Patagonia maschio , un tipo di roditore, starà sulle zampe posteriori e urinerà sulla groppa di una femmina, a cui la femmina può rispondere spruzzando un getto di urina all’indietro nella faccia del maschio. La minzione del maschio ha lo scopo di respingere altri maschi dal suo partner mentre la minzione della femmina è un rifiuto di qualsiasi maschio che si avvicina quando non è ricettiva. Sia lo scavo anale che la minzione sono più frequenti durante la stagione riproduttiva e sono più comunemente eseguiti dai maschi.

Un porcospino maschio urina su una femmina di porcospino prima dell’accoppiamento, spruzzando l’urina ad alta velocità.

 

Ferite da scosse elettriche e morti

Nel 2010 nello stato di Washington una persona che era morta aveva riportato ustioni sul corpo correlate a una scossa elettrica. Si pensa che una corrente elettrica abbia viaggiato attraverso il loro flusso di urina e nel loro corpo. Si pensa che la persona abbia urinato in un fosso lungo la strada e che un filo sotto tensione che giaceva nel fosso abbia provocato alla persona una scossa elettrica.

Nel 2014 in Spagna una persona è morta mentre stava urinando su un lampione e ha ricevuto una scossa elettrica. È stato riferito che si ritiene possibile che la persona abbia ricevuto la scossa elettrica quando una corrente elettrica ha viaggiato attraverso il flusso di urina e nel corpo della persona.

Altre specie

Un cavallo che urina mentre è in formazione con le Queens Guards

Sebbene lo scopo principale della minzione sia lo stesso in tutto il regno animale , la minzione spesso ha uno scopo sociale oltre all’espulsione di materiale di scarto. Nei cani e in altri animali, la minzione può marcare il territorio o esprimere sottomissione. Nei piccoli roditori come ratti e topi, segna percorsi familiari.

L’urina di animali di diversa fisiologia o sesso a volte ha caratteristiche diverse. Ad esempio, l’urina di uccelli e rettili è biancastra, costituita da una sospensione pastosa di cristalli di acido urico, e scaricata con le feci dell’animale attraverso la cloaca , mentre l’urina dei mammiferi è di colore giallastro, con principalmente urea invece di acido urico e viene scaricato attraverso l’uretra, separatamente dalle feci . L’urina di alcuni animali (esempio: carnivori ) possiede un forte odore, specialmente quando è usata per contrassegnare il territorio o comunicare in altri modi.

Gli stalloni a volte mostrano la risposta di Flehmen annusando l’urina di una giumenta in calore. Uno stallone a volte l’ odore segna i suoi punti di minzione per rendere chiara la sua posizione di stallone da mandria. Il pene di un cavallo maschio è protetto da una guaina quando non è utilizzato per la minzione.

È stato anche dimostrato che i lemuri dalla coda ad anelli segnano usando l’urina. Dal punto di vista comportamentale, c’è una differenza tra la minzione regolare, in cui la coda è leggermente sollevata e viene prodotto un flusso di urina, e il comportamento di marcatura, in cui la coda è tenuta in mostra e vengono utilizzate solo poche gocce. Il comportamento di marcatura con l’urina è tipicamente utilizzato dalle femmine per contrassegnare il territorio ed è stato osservato principalmente ai margini del territorio delle truppe e in aree frequentate da altre truppe. Anche il comportamento di marcatura delle urine è più frequente durante la stagione degli amori e può svolgere un ruolo nella comunicazione riproduttiva tra i gruppi. Molte specie di loris usano anche l’urina per la marcatura olfattiva. Il cappuccino dalla testa bianca a volte si impegna in una pratica nota come “lavaggio delle urine”, in cui la scimmia si strofina l’urina sui piedi. Il lavaggio delle urine, in cui l’urina viene strofinata su mani e piedi, è utilizzato anche dalla scimmia notturna panamense. In alcuni casi, le strepsirrine possono anche ungersi con l’urina.

Le iene non alzano le zampe come fanno i canidi quando urinano, poiché per loro la minzione non ha alcuna funzione territoriale. Invece, le iene segnano i loro territori usando le loro ghiandole anali, un tratto che si trova anche nei viverridi e nei mustelidi , ma non nei canidi e nei feliniA differenza di altri mammiferi femmine, le iene maculate femmine urinano, si accoppiano e partoriscono attraverso un organo chiamato pseudo-pene.

I giovani bovini possono essere addestrati a urinare in una “latrina” dove la loro urina può essere raccolta per il trattamento delle acque reflue, che potrebbe essere utilizzata per ridurre le emissioni di gas serra dall’urina degli animali in paesi come i Paesi Bassi , Stati Uniti e Nuova Zelanda.

 

Mammiferi simili a cani ( Canidae )

Un lupo dalla criniera che urina su un albero per marcare il suo territorio

Tutti i canidi (con la possibile eccezione dei dhole) usano l’urina (in combinazione con le secrezioni delle ghiandole prepuziali ) per marcare i loro territori. Molte specie di canidi, comprese le volpi canute, le volpi del mantellogli sciacalli dorati, usano una postura con le gambe sollevate durante la minzione. L’odore della loro urina è solitamente più forte in inverno, prima della stagione degli amori.

I cani domestici segnano i loro territori urinando su superfici verticali (di solito all’altezza del naso), a volte segnando sopra l’urina di altri cani. Quando un cane segna sull’urina di un altro cane, questo è noto come “contromarcatura” o “sovramarcatura”. I cani maschi segnano l’urina più frequentemente rispetto alle femmine, tipicamente a partire dall’inizio della maturità sessuale. I cani maschi, così come i lupi, a volte sollevano una zampa e tentano di urinare anche quando le loro vesciche sono vuote – questo è noto come “esibizione della gamba sollevata”, “minzione dell’ombra”, o “ In genere segnano il loro territorio a causa della presenza di nuovi stimoli o fattori scatenanti sociali nell’ambiente di un cane, oltre che per ansia. Il comportamento di marcatura è presente sia nei maschi che nelle femmine, ed è particolarmente pronunciato nei maschi che non sono stati castrati.

La minzione con le zampe sollevate è la forma più significativa di marcatura olfattiva nei lupi ed è più frequente durante la stagione riproduttiva. I lupi segnano l’urina più frequentemente quando rilevano l’odore di altri lupi o di altre specie di canidi. Il sollevamento delle gambe è più comune nei lupi maschi rispetto alle femmine, sebbene anche le femmine dominanti utilizzino la postura della gamba sollevata. Altri tipi di marcatura urinaria nei lupi sono FLU (minzione a gambe flesse), STU (minzione in piedi) e SQU (minzione accovacciata). Le coppie riproduttive di lupi a volte urinano nello stesso punto: questo è noto come “doppio segno”. La doppia marcatura è praticata sia dai coyote che dai lupi., e anche dalle volpi.

I coyote segnano i loro territori urinando su cespugli, alberi o rocce. I coyote maschi di solito sollevano le zampe quando segnano l’odore. Tuttavia, a volte anche le femmine alzano le gambe e talvolta i maschi si accovacciano. La marcatura delle urine è anche associata al legame di coppia nei coyote. I coyote a volte urinano sul loro cibo, forse per rivendicarne la proprietà.

Le volpi rosse usano la loro urina per marcare i loro territori. Un maschio di volpe solleva una zampa posteriore e la sua urina viene spruzzata in avanti davanti a lui, mentre una femmina di volpe si accovaccia in modo che l’urina venga spruzzata nel terreno tra le zampe posteriori. L’urina è anche usata per contrassegnare i siti di cache vuoti, come promemoria per non perdere tempo a investigarli. Le volpi rosse usano varie posture per urinare, a seconda di dove stanno lasciando un segno olfattivo. 

Come nella maggior parte degli altri canidi, i cani selvatici maschi sollevano le zampe posteriori durante la minzione. Tuttavia, le femmine di bush dog usano una sorta di postura verticale, che è meno comune negli altri canidi. Quando i cani selvatici maschi urinano, creano uno spruzzo invece di un ruscello.

Sia i maschi che le femmine di lupo dalla criniera usano la loro urina per comunicare, ad esempio segnare i loro percorsi di caccia o i luoghi in cui hanno seppellito la preda cacciata. L’urina ha un odore molto particolare, che alcune persone paragonano al luppolo o alla cannabis . La sostanza responsabile è molto probabilmente una pirazina , presente in entrambe le piante. (Allo zoo di Rotterdam , questo odore una volta mise la polizia a caccia di fumatori di cannabis.)

 

Gatti ( Felidi )

All’interno dei Felidae , i maschi possono urinare all’indietro curvando all’indietro la punta del glande. La marcatura delle urine da parte dei felidi è anche nota come “urinazione a spruzzo” o “marcatura a spruzzo”. Per identificare i loro territori, le tigri maschi contrassegnano gli alberi spruzzando urina e secrezioni delle ghiandole anali , oltre a segnare tracce con scat . I maschi mostrano una faccia smorfia, chiamata risposta di Flehmen , quando identificano le condizioni riproduttive di una femmina annusando i loro segni di urina.

I leoni usano l’urina per marcare i loro territori. Spesso raschiano il terreno durante la minzione e l’urina spesso scorre a brevi spruzzi, invece di scorrere continuamente. Spesso urinano sulla vegetazione, o su tronchi d’albero alti almeno un metro. I leoni maschi spruzzano da 1 a 20 getti di urina con un angolo di 20-30 gradi verso l’alto, a una distanza massima di 4 metri dietro di loro.

I ghepardi maschi segnano il loro territorio urinando su oggetti che risaltano, come alberi, tronchi o termitai. L’intera coalizione contribuisce al profumo. I maschi cercheranno di uccidere qualsiasi intruso e i combattimenti provocheranno gravi lesioni o la morte. Quando i ghepardi maschi segnano con l’urina i loro territori, si trovano a un metro di distanza da un albero o da una superficie rocciosa con la coda sollevata, puntando il pene orizzontalmente all’indietro o di 60 ° verso l’alto. L’odore dell’urina di ghepardo (a differenza di quello di altri grandi felini) non può essere facilmente rilevato dall’uomo.

I gatti dai piedi neri usano la marcatura del profumo in tutto il loro areale, con i maschi che spruzzano urina fino a 12 volte all’ora.

Un ghepardo che segna un albero con l’urina

https://en.wikipedia.org/wiki/Urination

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *