Medicina elettrodiagnostica: cos’è, metodo di diagnosi

L’elettrodiagnosi ( EDX ) è un metodo di diagnosi medica che ottiene informazioni sulle registrando passivamente l’attività elettrica di parti del corpo (ovvero la loro elettrofisiologia naturale ) o misurando la loro risposta a stimoli elettrici esterni ( potenziali malattie evocate ). I metodi più utilizzati per registrare l’attività elettrica spontanea sono varie forme di test elettrodiagnostici ( elettrografia ) come l’ elettrocardiografia (ECG), l’elettroencefalografia (EEG) e l’elettromiografia (EMG). Medicina elettrodiagnostica(anche EDX) è una sottospecialità medica di neurologia ,neurofisiologia clinica , cardiologia , medicina fisica e riabilitazione . I medici elettrodiagnostici barriere tecniche elettrofisiologiche , tra cuil’elettromiografia con ago e gli studi sulla conduzione nervosa per diagnosticare , valutare e trattare le persone con menomazioni del sistema neurologico, neuromuscolare e/o muscolare. La fornitura di una valutazione medica elettrodiagnostica di qualità richiede una vasta conoscenza scientifica che include l’ anatomia e la fisiologia dei nervi periferici e muscoli , la fisica e la biologia dei segnali elettrici generati da muscoli e nervi, la strumentazione utilizzata per elaborare questi segnali e le tecniche per la valutazione clinica delle malattie dei nervi periferici e delle vie sensoriali.

Formazione

Negli Stati Uniti, i neurologi ricevono una formazione nell’esecuzione di elettromiografia con ago e studi sulla conduzione nervosa durante una borsa di studio in neurofisiologia clinica o medicina neuromuscolare. I medici di medicina fisica e riabilitazione ricevono questa formazione durante la loro residenza. e può ottenere ulteriore formazione in una borsa di studio neuromuscolare. L’American Board of Electrodiagnostic Medicine certifica i medici statunitensi in medicina elettrodiagnostica. In Europa, gli studi sulla conduzione nervosa e la formazione sull’elettromiografia possono far parte della formazione in neurologia, medicina fisica e riabilitazione o neurofisiologia clinica. Negli Stati Uniti esiste anche una certificazione in medicina neuromuscolare.Questa certificazione è aperta solo ai neurologi e agli specialisti di medicina fisica e riabilitazione che hanno completato una borsa di studio in medicina neuromuscolare. L’esame di medicina neuromuscolare include test elettrodiagnostici come parte dell’esame di certificazione, ma include anche argomenti più ampi come la genetica, la biopsia e la riabilitazione. I tecnologi a volte esistono nell’esecuzione delle NCS ma non nell’interpretazione.Negli Stati Uniti, il Current Procedural Terminology code dell’American Medical Association, afferma “”Le forme d’onda devono essere esaminate in loco in tempo reale…” Inoltre, afferma che “I referti devono essere preparati in loco dall’esaminatore e consistono del lavoro prodotto dall’interpretazione di numerosi risultati di test…insieme al riepilogo dei dati clinici ed elettrodiagnostici e all’interpretazione del medico o di altro professionista sanitario qualificato.

I pazienti verranno generalmente indirizzati a uno specialista in medicina elettrodiagnostica se presentano intorpidimento, formicolio, dolore, debolezza o spasmi. I comuni disturbi muscolari e nervosi osservati da questo tipo di specialisti includono nervi schiacciati nel collo o nella schiena ( radicolopatia ), sindrome del tunnel carpale e neuropatie. Malattie più rare includono la SLA , la miastenia grave e la polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica. Utilizzando la loro formazione più ampia, i medici in medicina elettrodiagnostica, spesso eseguono valutazioni più dettagliate che possono includere test di laboratorio, scansioni TC o MRI, valutazione genetica, biopsia di nervi, pelle o muscoli o eseguire ecografia neuromuscolare. Un elenco più completo dei disturbi e dei test può essere trovato in medicina neuromuscolare .

Relazione con la neurofisiologia

La neurofisiologia clinica , è un campo più ampio che comprende EEG , monitoraggio intraoperatorio , studi di conduzione nervosa , EMG e potenziali evocati . L’American Board of Psychiatry and Neurology fornisce l’esame di certificazione in neurofisiologia clinica. L’American Board of Electrodiagnostic Medicine fornisce la certificazione nei farmaci EDX. L’American Board of Clinical Neurophysiology certifica in elettroencefalografia (EEG), potenziali evocati (EP), polisonnografia (PSG), monitoraggio dell’epilessia e monitoraggio intraoperatorio neurologico (NIOM). Negli Stati Uniti i medici sono tipicamente specializzati in medicina EEG o EDX, ma non in entrambi.

Storia

La medicina elettrodiagnostica fa risalire la sua origine ad un esperimento del 1791 di Luigi Galvani . Galvani ha depolarizzato i muscoli delle zampe di rana utilizzando aste di metallo per entrare in contatto con i muscoli delle gambe. Lo sviluppo dell’oscilloscopionel 1897 ha notevolmente migliorato la capacità degli scienziati di registrare segnali da nervi e muscoli. Tuttavia, sono state le esigenze di coloro che hanno subito gravi lesioni durante la seconda guerra mondiale a creare il campo della moderna medicina elettrodiagnostica. All’inizio degli anni ’50, la prima società dedicata allo sviluppo di questo campo, l’AAEE, fu fondata a Chicago da un gruppo di specialisti interessati in neurologia e medicina fisica e riabilitazione. James Golseth è stato determinante nella creazione di questa organizzazione. Nel corso del tempo, tecniche più recenti, come i potenziali evocati somatosensoriali, l’elettromiografia a fibra singola, i test autonomici e l’ecografia neuromuscolare si sono evolute come utili tecniche complementari agli studi di conduzione nervosa e all’elettromiografia, che rimangono il fulcro della medicina elettrodiagnostica.


https://en.wikipedia.org/wiki/Electrodiagnostic_medicine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *