MA-31 -Wikipedia


Drone bersaglio

MA-31
Tipo Drone bersaglio
Luogo d’origine Russia
stati Uniti
In servizio 1996-2007
Usato da Marina degli Stati Uniti
Produttore Boeing, Zvezda-Strela
NO. costruito 47
Massa 1.300 libbre (590 kg)
Lunghezza 15 piedi (4,7 m)
Diametro 14,2 pollici (360 mm)
Apertura alare 3,8 piedi (1,15 m)

Motore Razzo a combustibile solido nella fase iniziale, statoreattore per il resto della traiettoria

Operativo
allineare

27 miglia nautiche (50 km; 31 mi)
Mach 2,5 (3.060 chilometri all’ora; 1.900 mph) livello del mareMach 3.1 (3.800 chilometri all’ora; 2.360 mph) alta altitudine

Lancio
piattaforma

QF-4Phantom II

IL MA-31 era una conversione del Kh-31un missile antinave sviluppato dalla Unione Sovietica negli anni ’80, per essere utilizzato come a drone bersaglio dal Marina degli Stati Uniti. Sebbene il missile si sia rivelato vincente in questo ruolo, complicazioni politiche hanno fatto sì che il tipo fosse solo una soluzione provvisoria e solo un piccolo numero di missili è stato acquisito.

Sviluppo Kh-31(modificare)

Il missile Kh-31 è stato sviluppato da Zvezda-Strela nell’Unione Sovietica a partire dal 1977 per il servizio a lungo raggio missile antinave E missile anti-radiazionivolato per la prima volta nel 1982.(1) Derivato da P-270 Moskit missile,(1) il Kh-31 ha una forma convenzionale e ha alette cruciformi in titanio,(2) con un razzo-reattore sistema di propulsione che fornisce la spinta.(1)

Storia del MA-31(modificare)

A seguito della cancellazione del AQM-127 DOGA programma droni bersaglio, un requisito per un nuovo bersaglio ad alta velocità per sostituire il MQM-8 Vandalo esisteva ancora.(3) In una svolta insolita degli eventi, la Marina degli Stati Uniti scelse di acquisire esemplari di Kh-31 missile: la minaccia effettiva che il drone intendeva simulare(3) – come soluzione provvisoria in attesa dello sviluppo di un design completamente nuovo.(4) Nel 1995 è stato aggiudicato un contratto a McDonnell Douglas per la valutazione del Kh-31 nel ruolo Supersonic Sea-Skimming Target.(1)

Fu acquisito un primo piccolo lotto di missili,(5) forniti dal produttore come gusci “verdi”, senza elettronica,(6) A Boeingche aveva acquisito la McDonnell Douglas, negli Stati Uniti, per la modifica e la conversione agli standard della US Navy, compresa l’installazione di sistemi di localizzazione, telemetria e sicurezza a distanza.(7) L’MA-31 era attrezzato per il lancio da QF-4Phantom II aereo, ed è stato proposto di sviluppare un lanciatore compatibile per il F-16N Falcon da combattimento.(2)

Designato MA-31 in servizio negli Stati Uniti, il primo lancio del missile ebbe luogo nell’agosto 1996.(7) Valutato rispetto a un MQM-8 migliorato, l’MA-31 si dimostrò superiore e nel 1999 fu stipulato un contratto per la produzione di 34 missili.(8)

A questo punto, nel processo è intervenuta la politica, con la Duma russa rifiutando l’autorizzazione all’esportazione per i missili.(5) Boeing ha proposto una versione ulteriormente modificata del missile, con un sistema di navigazione e guida migliorato basato su GPS e una portata più lunga,(7)(9) tuttavia il programma MA-31 non andò oltre e gli ultimi missili nell’inventario della Marina americana furono esauriti nel 2007.(10)

La Marina riceverebbe finalmente un bersaglio supersonico definitivo per lo skimming del mare, in sostituzione dell’MA-31 e dell’MQM-8, sotto forma di GQM-163 Coyoteentrato in servizio nel 2007.(11)

Diversi missili MA-31, incluso uno in preparazione per l’uso

Era alimentato da un integrato razzo a propellente solido/ramjet sistema di propulsione. Dopo l’esaurimento del razzo, i coperchi delle quattro prese dello statoreattore furono gettati in mare e la custodia vuota del razzo fungeva da camera di combustione dello statoreattore. Il missile potrebbe raggiungere velocità di Mach 3,1 (3.800 km/h; 2.360 mph) ad alta quota e Mach 2,5 (3.060 km/h; 1.900 mph) al livello del mare. (9)

Riferimenti(modificare)

Appunti(modificare)

  1. ^ UN B C D Friedman 2006, pp.534
  2. ^ UN B Braucksick 2004
  3. ^ UN B Parsch e Caston 2006
  4. ^ Goebel 2010
  5. ^ UN B Rapporto della Task Force del Defense Science Board sugli bersagli aereiUfficio del Sottosegretario alla Difesa per gli Acquisizioni, la Tecnologia e la Logistica, pp. 10, 56, archiviato da l’originale il 03-03-2016recuperato 2011-01-05
  6. ^ Smith 2004, p.61.
  7. ^ UN B C Parsch 2008
  8. ^ Contratti per giovedì 16 dicembre 1999Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, 16-12-1999
  9. ^ UN B “Boeing/Zvezda-Strela MA-31”. www.designation-systems.net.
  10. ^ Buckley 2007
  11. ^ Parsch 2007

Bibliografia(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto