Lockheed CP-140 Aurora – Wikipedia

[ad_1]

Velivolo da pattugliamento marittimo basato su P-3 Orion

Il Lockheed CP-140 Aurora è un velivoli da pattugliamento marittimo operato dal Royal Canadian Air Force. L’aereo è basato sul Lockheed P-3 Orione cellula, ma monta la suite elettronica del Lockheed S-3 Vichingo. “Aurora” si riferisce alla dea romana dell’alba che vola nel cielo ogni mattina davanti al sole.[1] Aurora si riferisce anche al Aurora borealele “aurore boreali”, che sono prominenti sul Canada settentrionale e il oceano Artico.

Il CP-140A Arturo era una variante correlata utilizzata principalmente per l’addestramento dei piloti e le missioni di pattugliamento di superficie costiere.

Design e sviluppo[edit]

Il CP-140 Aurora è molto simile esternamente al Lockheed P-3C Orion (pod alari ESM canadesi invece del pod alare ESM americano), ma è diverso internamente, utilizzando due serie di sistemi di missione che furono installati per la prima volta in un altro Lockheed anti -aereo da guerra sottomarino, il vettore S-3A Viking. I sensori del velivolo sono destinati principalmente guerra antisommergibile (ASW) lavorano ma sono anche in grado di svolgere missioni di sorveglianza marittima, antidroga e di ricerca e salvataggio. Il CP-140 è l’unico velivolo strategico di sorveglianza e ricognizione dell’intelligence (ISR) del Canada, che conduce missioni a lungo raggio su terra, acqua e litorale le zone. Queste missioni sono volate a sostegno di Comando delle operazioni congiunte canadesiil RCMPe molti altri dipartimenti del governo federale.

Nel 1991, Lockheed chiudere le sue linee di produzione Burbank, California, per il P-3 Orion, che condivide la stessa cellula del CP-140. Tre cellule in eccedenza a disposizione furono acquistate dall’Air Command, ma consegnate senza l’adattamento anti-sottomarino. Questi tre velivoli sono stati designati il CP-140A Arturo e sono stati utilizzati principalmente per l’addestramento dei piloti e le missioni di pattugliamento di superficie costiere.[2]

Progetto di modernizzazione incrementale Aurora[edit]

L’Aurora Incremental Modernization Project (AIMP), avviato nel 1998 per aggiornare l’elettronica della flotta Aurora, è stato interrotto dal governo il 20 settembre 2007 per valutare se la flotta obsoleta dovesse continuare ad essere aggiornata o sostituita da aeromobili più moderni.[3] Il 18 dicembre 2007 il Dipartimento della Difesa Nazionale ha revocato questa sospensione dei lavori in modo che il progetto potesse continuare. Il lavoro include l’aggiornamento dei sistemi informatici, di navigazione, di comunicazione e radar, nonché il miglioramento strutturale di dieci dei diciotto velivoli. L’intento del progetto di ammodernamento è quello di “mantenere l’aeromobile sicuro e operativamente valido fino al 2020”.[4]

AIMP è attualmente suddiviso in quattro “blocchi”. Il blocco I è completo e concentrato sulla sostituzione di sistemi insopportabili. Il blocco II ha portato una cabina di pilotaggio di vetro con il componente Navigation and Flight Instruments (NFI) fornito da CMC Elettronica,[5] e una sostituzione completa della suite di comunicazione. Il blocco III è attualmente in corso ed è una sostituzione all’ingrosso dei sensori e del computer di missione dell’aereo. Il blocco IV consisterà in ulteriori aggiornamenti al compartimento tattico e ai sistemi di missione.

Una volta che l’AIMP è stato completato, il CP-140 è stato designato come CP-140M.

Programma di estensione della vita strutturale Aurora[edit]

L’Aurora Structural Life Extension Project (ASLEP) sta procedendo con 14 delle 18 Aurora programmate per ricevere nuove ali e la sostituzione di componenti strutturali chiave. La soluzione ASLEP completa sostituisce le ali esterne dell’aereo, la sezione inferiore dell’ala centrale e gli stabilizzatori orizzontali con nuovi componenti di produzione. Tutte le strutture che limitano la vita a fatica sull’aeromobile vengono sostituite con componenti dal design avanzato e materiali resistenti alla corrosione migliorati che ridurranno notevolmente i costi di manutenzione durante la vita utile dell’aeromobile. Si prevede che questo programma prolungherà la vita di servizio dei CP140 di 15.000 ore di volo per cellula.[6]

Storia operativa[edit]

CP-140 Aurora[edit]

L’Aurora è stata acquisita nei primi anni ’80 per sostituire la CP-107 Argo e per sostenere ulteriormente gli obblighi della missione di guerra anti-sottomarino del Canada ai sensi Nato per il settore dell’Atlantico nordoccidentale.[7] Brevi schieramenti in Alaska (Adak), Hawaii (Kaneohe Bay), Islanda (Keflavik), Regno Unito (St Mawgan e Kinloss) e Norvegia (Andoya) erano la norma. Tuttavia, dalla fine del Guerra fredda, sono stati utilizzati principalmente nella sorveglianza costiera e nel pattugliamento della sovranità fornendo una piattaforma di sorveglianza della missione in qualsiasi condizione atmosferica. Sempre più, man mano che il CP-140 si sposta nel 21° secolo, viene impiegato dalla CANCOM per la sorveglianza interna e internazionale per la sicurezza, l’antiterrorismo e il contrabbando, nonché per monitorare le flotte pescherecce straniere al largo delle coste canadesi. I CP-140 sono stati schierati anche in operazioni come Assistenza alle operazioni e Operazione Apollo.

Gli schieramenti hanno incluso OP SHARPGUARD (blocco della Jugoslavia), OP SIRIUS (pattuglie del Mediterraneo), OP APOLLO (regione del Golfo Persico) e pattuglie antidroga nel Golfo del Messico e nel Pacifico.[8] In tutto questo, le pattuglie dell’Artico canadese continuano a sfruttare le capacità uniche della cellula.[9]

Nel 2011-2012, l’aereo CP-140 ha svolto missioni di pattugliamento marittimo nelle acque libiche al fine di aiutare nell’applicazione della no-fly zone sulla Libia sotto Operazione Odissea all’alba e Operazione Protettore unificato.[10]

A gennaio 2017, due CP-140 stavano conducendo missioni di sorveglianza terrestre contro l’ISIL come parte di Impatto dell’operazione. Tuttavia un aereo è stato ritirato nel maggio 2017.[11]

Da ottobre 2018, a sostegno dell’attuazione delle sanzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite imposte alla Corea del Nord, le forze armate canadesi schierano periodicamente una fregata canadese e/o un CP-140 Aurora nell’operazione Neon.[12] Nel giugno 2022 è stato riferito che i jet cinesi avevano ripetutamente intercettato l’Aurora in un modo che l’esercito canadese ha affermato di non aver aderito alle norme internazionali sulla sicurezza aerea.[13][14] Alcune di queste intercettazioni hanno costretto l’Aurora a cambiare la sua traiettoria di volo per evitare la collisione con l’aereo intercettante.[15] Funzionari del governo canadese hanno affermato che gli incidenti si stavano verificando con crescente frequenza e che avevano presentato proteste in più occasioni con le loro controparti cinesi, sebbene un articolo di Global News affermasse che si ritiene che la Cina non abbia risposto ai rimproveri poiché le intercettazioni non avevano smesso di continuare .[16]

CP-140A Arturo[edit]

Privo della costosa, pesante e sensibile guerra anti-sottomarino, nonché degli equipaggiamenti anti-superficie del CP-140 Aurora, l’Arcturus era più efficiente in termini di carburante ed era utilizzato per compiti di addestramento dell’equipaggio (come toccata e fuga pratica di sbarco), ricognizione generale della superficie marittima (rilevamento di operazioni di droga, traffico di clandestini, pattuglie di protezione della pesca, monitoraggio dell’inquinamento, ecc.), cerca e salva assistenza e pattuglie di sovranità artica. L’Arcturus possedeva un radar di ricerca di superficie AN / APS-507 superiore, che incorporava funzioni moderne come traccia durante la scansione che manca il radar AN / APS-506 dell’Aurora ma l’Arcturus non aveva un computer di missione integrato o sistemi di missione. Tuttavia, manteneva la stessa suite di comunicazioni militari del CP-140 Aurora.[citation needed]

Tutti e tre i velivoli erano basati a 14 Wing. Dopo il ritiro dalle operazioni di volo, uno è stato utilizzato per l’addestramento tecnico con 404 Squadrone di pattugliamento e addestramento a lungo raggio sulla base CFB Greenwood, nuova Scozia prima di essere trasferito al Museo dell’aviazione militare di Greenwood sulla base. Gli ultimi due CP-140A sono stati ritirati nel 2011 quando sono stati consegnati al Gruppo di manutenzione e rigenerazione aerospaziale (AMARG) in Tucson, Arizona.[17]

Sostituzione[edit]

Sono state suggerite diverse opzioni per una sostituzione del CP-140M. Questi includono il Boeing P-8 Poseidone e il Sentinella di Raytheon,[18][19] basato sul Bombardier Global Express. I piani sono di ridimensionare la flotta da 18 a 14 aeromobili, tre dei quali già ritirati e un quarto come velivolo di prova che sarà ritirato nel prossimo futuro.

Operatori[edit]

Canada

Aerei in mostra[edit]

Specifiche (CP-140)[edit]

Dati da Jane’s All the World’s Aircraft 1981-82[20]

Caratteristiche generali

  • Equipaggio: Missione minima 8, in genere da 12 a 15
  • Lunghezza: 116 piedi 10 pollici (35,61 m)
  • Apertura alare: 99 piedi 8 pollici (30,38 m)
  • Altezza: 33 piedi 8,5 pollici (10,274 m)
  • Area dell’ala: 1.300 piedi quadrati (120 m2)
  • Proporzioni: 7.5
  • Profilo alare: radice: NACA 0014 (modificato); mancia: NACA 0012 (modificato)
  • Peso lordo: 61.362 libbre (27.833 kg)[citation needed]
  • Capacità carburante: 7.661 imp gal (9.200 US gal; 34.828 l) di carburante utilizzabile in un serbatoio della fusoliera e quattro serbatoi integrali alari
  • Centrale elettrica: 4 × Allison T56-A-14-LFE turboelica motori, 4.909 CV (3.661 kW) ciascuno
  • Eliche: 4 lame Standard di Hamilton 54H60, eliche a passo reversibile completamente piumate con diametro di 13 piedi e 6 pollici (4,11 m)

Prestazione

  • Velocità massima: 375 nodi (432 mph, 694 km/h) sotto il tetto di crociera
  • Velocità massima di transito: 395 nodi (455 mph; 732 km/h) ad altitudine ottimale
  • Gamma: 5.000 nmi (5.800 mi, 9.300 km)[citation needed]
  • Resistenza: 8 ore e 12 minuti in stazione a un raggio di 1.000 nmi (1.151 mi; 1.852 km)
  • Massimale di servizio: 35.100 piedi (10.700 m)[citation needed]
  • Lunghezza del campo bilanciato FAR: 7.900 piedi (2.408 m)
  • Distanza di decollo a 50 piedi (15 m): 6.000 piedi (1.829 m)
  • Distanza di atterraggio da 50 piedi (15 m): 3.200 piedi (975 m) a 114.000 libbre (51.710 kg) di peso all’atterraggio

Armamento

  • Punti di forza: 8 nel vano armi; 10 sotto-ala da 611 a 2.450 libbre (da 277 a 1.111 kg) con una capacità di 4.800 libbre (2.177 kg) in totale nel vano armi, con disposizioni per trasportare combinazioni di:
    • Altro: caricatori di segnale, segnalatori di fumo, razzi di illuminazione
  • Razzi: i razzi aria-superficie possono essere montati dopo un piccolo retrofit.
  • Bombe: Mk 46 Mod V siluri, bombe convenzionali

avionica

  • Computer di navigazione/attacco Univac AN/AYK-502
  • Registratori digitali a nastro magnetico e videoregistratori
  • Radar di ricerca AN/APS-116
  • OR-5004/AA (modificato) FLIR
  • AN/ASN505 doppio INS
  • AN/APN-510 Doppler
  • AN/ARN-511 Sistema di navigazione Omega
  • Comunicazioni HF/UHF/VHF
  • Aiuti alla navigazione di Airways
  • AN/ASW-502 AFCS
  • AN/ASQ-502 MAD
  • KA-501A telecamera giorno/notte con illuminatore notturno
  • Sonoboe
  • Wescam MX-20 suite elettro-ottico/infrarossi (EO/IR).
  • Misure di supporto elettronico (MES)
  • Applanix DSS-439 Fotocamera di mappatura digitale (DSS)
  • fotocamera digitale portatile
  • binocolo girostabilizzato
  • 3 AN/ARC-210 Radio V/UHF
  • 1 AN/ARC-234 Radio SATCOM V/UHF.

Guarda anche[edit]

Sviluppo correlato

Velivoli di ruolo, configurazione ed epoca comparabili

Elenchi correlati

Riferimenti[edit]

Appunti
Bibliografia
  • Donald, David. L’Enciclopedia degli aerei mondiali. Etobicoke, Ontario: Prospero Books, 1997. ISBN 1-85605-375-X.
  • Pickler, Ron e Mirtillo, Larry. Canadair: i primi 50 anni. Toronto: CANAV Books, 1995. ISBN 0-921022-07-7.
  • Winchester, Jim, ed. “Lockheed CP-140 Aurora.” Aerei militari moderni (Aviation Factfile). Rochester, Kent, Regno Unito: Grange Books plc, 2004. ISBN 1-84013-640-5.

link esterno[edit]


[ad_2]
Source link

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: