La giustizia come equità: cos’è, saggio di John Rawls

” Justice as Fairness: Political not Metaphysical ” è un saggio di John Rawls, pubblicato nel 1985. In esso descrive la sua concezione della giustizia. Comprende due principi fondamentali di libertà e uguaglianza; la seconda è suddivisa in Equa Parità di Opportunità e Principio di Differenza.

Rawls dispone i principi in “priorità lessicale”, dando priorità nell’ordine del principio di libertà, equa uguaglianza di opportunità e principio di differenza. Questo ordine determina le priorità dei principi se sono in conflitto nella pratica. I principi sono, tuttavia, intesi come un’unica concezione globale della giustizia – “Giustizia come equità” – e non per funzionare individualmente. Questi principi sono sempre applicati in modo da garantire che i “meno avvantaggiati” siano avvantaggiati e non feriti o dimenticati.

Rawls ha originariamente presentato la teoria nel suo libro del 1971 A Theory of Justice , espandendo successivamente molti dei suoi temi nel suo libro successivo intitolato Political Liberalism.

Primo principio: il principio di libertà

Il primo e più importante principio è che tutti hanno gli stessi diritti delle libertà fondamentali. Rawls sostiene che ” alcuni diritti e libertà sono più importanti o fondamentali” di altri diritto alla proprietà privata illimitata non lo è. In quanto libertà fondamentale, questi diritti sono inviolabili. Il governo non deve alterare, violare o rimuovere tali diritti dagli individui. Thomas Mertens afferma che Rawls crede che i principi della società siano scelti da cittadini rappresentativi a condizioni “eque”.

Rawls articola il principio di libertà come la libertà fondamentale più estesa compatibile con una libertà simile per gli altri in A Theory of Justice ; in seguito lo emendò in Liberalismo politico , affermando invece che “ogni persona ha uguale diritto a uno schema pienamente adeguato di uguali diritti e libertà fondamentali”.

Secondo principio: il principio di uguaglianza

Il principio fa parte della giustizia che ha stabilito la giustizia distributiva . Rawls assegna al principio della giusta uguaglianza di opportunità la priorità lessicale rispetto al principio della differenza: la società non può regolare la disuguaglianza per massimizzare la proporzione di coloro che sono più vulnerabili senza fornire posizioni e opportunità necessarie ai peggiori per raggiungerle.

Equa parità di opportunità

Questo principio sostiene che “le cariche e le posizioni” devono essere aperte a tutti, indipendentemente dal loro background sociale, casta o genere. Questo principio è più forte della “parità formale di opportunità”. Rawls sostiene che il potenziale umano non dovrebbe essere solo un “diritto”, ma anche una “effettiva” pari opportunità.

Principio di differenza

Il principio di differenza regola le disuguaglianze: consente solo disuguaglianze che funzionano a vantaggio di chi sta peggio. Questo è spesso interpretato erroneamente come economia a cascata ; L’argomento di Rawls è espresso più accuratamente come un sistema in cui la ricchezza “si diffonde”. Garantendo un trattamento equo ai peggiori della società, Rawls compensa le disuguaglianze che si verificano naturalmente (talenti con cui si nasce, come la capacità di praticare lo sport).

Rawls giustifica il principio di differenza sulla base del fatto che, poiché l’equa uguaglianza di opportunità ha priorità lessicale, la scelta giusta dagli scenari ottimali di Pareto che potrebbero verificarsi sarebbe quella che avvantaggia i peggiori piuttosto che i migliori.

Posizione originaria

Una componente chiave dell’argomentazione di Rawls è la sua affermazione che i suoi Principi di giustizia sarebbero stati scelti dalle parti nella posizione originaria . Questo è un esperimento mentale in cui le parti selezionano i principi che determineranno la struttura di base della società in cui vivranno. Questa scelta viene fatta dietro un velo di ignoranza , che priverebbe i partecipanti di informazioni sulle loro caratteristiche particolari: la sua etnia , stato sociale , genere e, soprattutto, la loro concezione del bene . Ciò costringe i partecipanti a selezionare i principi in modo imparziale e razionale .


https://en.wikipedia.org/wiki/Justice_as_Fairness

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *