Kaatsu -Wikipedia


Metodo di esercizio fisico basato sulla moderazione del flusso sanguigno

Kaatsu (giapponese: 加圧spesso designato come KAATSU O KUNUNTSU(1)) è un brevetto esercizio metodo sviluppato dal Dr. Yoshiaki Sato su cui si basa esercizio di moderazione del flusso sanguigno (O allenamento sulla moderazione dell’occlusione vascolare) che comporta la compressione del vascolarizzazione prossimale all’esercizio muscoli dal dispositivo Kaatsu Master.

Invenzione(modificare)

Nel 1966, all’età di 18 anni, mentre Yoshiaki Sato stava partecipando a una cerimonia buddista nel suo nativo Giappone, le sue gambe divennero insensibili mentre era seduto in la postura tradizionale giapponese sul pavimento.(2) In preda alla disperazione, ha iniziato a massaggiarsi i polpacci nel tentativo di alleviare il disagio durante la lunga cerimonia. Si rese conto che la circolazione sanguigna nei suoi polpacci era bloccata.(2) La sensazione era simile al “pump” che sperimentava come bodybuilder, riferendosi al gonfiore dei muscoli durante un allenamento.(2)(3) Fu allora che concepì l’idea originale dell’allenamento per la moderazione del flusso sanguigno.

Nei successivi 7 anni, ha sperimentato su se stesso applicando diversi tubi, corde e fasce per bicicletta a pressioni diverse su varie parti del suo corpo.(2) Dopo aver documentato i suoi esperimenti personali, imparando cosa ha funzionato e cosa no, ha sviluppato protocolli efficaci per modificare in modo sicuro il flusso sanguigno allo scopo di consentire la crescita muscolare.(2)

Il “momento della prova” per Sato è arrivato all’età di 25 anni. Ha riportato una grave frattura alla caviglia e uno strappo ai legamenti del ginocchio durante un incidente sugli sci. Il padre di Sato, un medico locale, gli ha detto che le sue ferite avrebbero impiegato sei mesi per guarire. Durante il recupero, Sato ha eseguito esercizi isometrici con la gamba infortunata mentre utilizzava le sue fasce KAATSU. Quando il gesso fu rimosso dopo 6 settimane, i medici rimasero scioccati. Non solo le sue ferite erano guarite completamente, ma non c’era alcuna atrofia muscolare.(2) Si è trattato di un recupero inaudito per un infortunio del genere e ha attirato molta attenzione da parte di altre persone che hanno chiesto a Sato se KAATSU sarebbe stato efficace per i loro problemi di salute. In risposta, Sato aprì una clinica nel 1973 (la Sato Sports Plaza), che gestì tra il 1973 e il 1982, curando migliaia di persone di tutte le età e con una varietà di condizioni di salute.(2)

Brevetti(modificare)

Nel 1994, Sato ha richiesto i suoi primi brevetti in Giappone (brevetto n. 2670421), USA (brevetto n. 6149618) ed Europa (Regno Unito, Germania, Francia, Italia con 94206403.0) mentre produceva le prime fasce da allenamento Kaatsu. Nel 1997, Sato ha introdotto il programma educativo Kaatsu Instructor in cui i suoi protocolli definiti venivano condivisi con allenatori, preparatori atletici, fisioterapisti e medici in tutto il Giappone. Sono stati certificati oltre 3.000 istruttori Kaatsu.

Ricerca(modificare)

Kaatsu Training è stato nominato uno dei progetti di collaborazione del 22nd Century Medical and Research Center dell’Ospedale dell’Università di Tokyo. Sato iniziò anche a offrire un corso di fisiologia circolatoria ischemica presso l’Ospedale dell’Università di Tokyo e condusse un lavoro di sviluppo congiunto con la Japan Manned Space Systems Corporation.(2)

Negli anni ’90, Sato iniziò una ricerca congiunta con la professoressa Naokata Ishii del Dipartimento di scienze della vita, Graduate School of Arts and Sciences, presso l’Università di Tokyo. Altri ricercatori in Giappone iniziarono a esplorare i benefici del Kaatsu e vari risultati della ricerca furono sottoposti a pubblicazioni sottoposte a revisione paritaria.(2) Nel 2014, il dottor Sato ha fondato la Kaatsu Research Foundation.(2) Ricerche sul KAATSU sono state condotte negli Stati Uniti presso la Harvard Medical School e l’Università del Missouri, in Giappone presso l’Ospedale dell’Università di Tokyo e l’Università di Osaka, in Cina presso l’Università di Pechino e l’Università di Jilin, in Brasile presso l’Ospedale Israelita Albert Einstein di San Paolo e molti altri istituti di ricerca accademica.(4)

Presidente del Dipartimento di Scienze Motorie dell’A Università della Carolina del SudShawn M. Arent, sta studiando gli effetti del metodo per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.(5)

Come funziona Kaatsu(modificare)

Secondo il fisioterapista Nicholas Rolnick, se qualcuno si esercita limitando il flusso sanguigno, il sangue e i sottoprodotti metabolici rimangono “bloccati nel muscolo, incapaci di uscire”. A causa della presenza dei metaboliti, i muscoli si “affaticano”, costringendoli a lavorare più duramente del normale, per produrre contrazioni sotto carichi leggeri. Lo sforzo extra creato insieme alla restrizione del flusso sanguigno, accelera il processo di costruzione della massa muscolare, aumentando la forza.(6)(7)

Attrezzatura(modificare)

La seconda generazione di attrezzature KAATSU è stata lanciata nel 2004 con l’introduzione del KAATSU Master e delle KAATSU Air Bands. Il dispositivo KAATSU Master ha quantificato e monitorato la pressione precisa applicata alle gambe e alle braccia degli utenti.

Nel 2005, il KAATSU Master Mini è stato rilasciato in Giappone.(8)

Un’unità KAATSU Master rivista e una nuova KAATSU Nano sono state rilasciate negli Stati Uniti nel settembre 2014.(8)

La prossima generazione di KAATSU Master 2.0 è stata lanciata negli Stati Uniti, in Europa e nel Medio Oriente a luglio 2019.(8)

Successore del Nano, il KAATSU Cycle 2.0 è stato rilasciato negli Stati Uniti, in Europa e nel Medio Oriente nell’ottobre 2020.(8)

Il KAATSU C3 (successore del Cycle 2.0) è stato rilasciato nell’aprile 2021.(9)

Il KAATSU B1, dotato di compressori controllati tramite Bluetooth montati sulle KAATSU Air Band, è stato rilasciato a settembre 2022.(10)

Studi(modificare)

Riferimenti(modificare)

  1. ^ “Immagine fotografica del logo dell’allenamento Kaatsu” (JPG). Par-golf.co.jp. Estratto 2016-12-03.
  2. ^ UN B C D e F G H io J Munatones, Steven (2016). “L’evoluzione del KAATSU” (PDF). Rivista KAATSU. 1 (3): 10 – tramite KAATSU Global.
  3. ^ Eitel, Giuseppe. “Che cosa fa espandere i tuoi muscoli quando ti alleni?”. Il nido. Estratto 14 gennaio 2023.
  4. ^ Munatones, Steven (20 ottobre 2015). “Attività di ricerca KAATSU”. Blog globale KAATSU. Estratto 14 gennaio 2023.
  5. ^ Futterman, Matteo (21-07-2021). “Una tendenza del fitness tra gli olimpionici: la restrizione del flusso sanguigno”. Il New York Times. ISSN 0362-4331. Estratto 2021-08-01.
  6. ^ Kristen Rogers. “Perché il kaatsu, una tendenza del fitness riscontrata ai Giochi, non è solo per gli olimpionici”. CNN. Estratto 2021-08-01.
  7. ^ “Gli atleti olimpici si dedicano all’allenamento per la limitazione del flusso sanguigno | Salute quotidiana”. EverydayHealth.com. Estratto 2021-08-01.
  8. ^ UN B C D Munatones, Steven (28 marzo 2020). “La storia, il meccanismo e la rilevanza del KAATSU”. Blog globale KAATSU. Estratto 14 gennaio 2023.
  9. ^ Munatones, Steven (aprile 2021). “KAATSU C3” (PDF). Rivista KAATSU. 3 (2): 49 – tramite KAATSU Global.
  10. ^ Munatones, Steven (12 settembre 2022). “Vantaggi e benefici del KAATSU B1 + Disimballaggio del B1 e download dell’app”. Blog globale KAATSU. Estratto 14 gennaio 2023.
  11. ^ Centner, Christoph; Lauber, Benedikt; Seynnes, Olivier R.; Jerger, Simone; Sohnius, Tim; Gollhofer, Alberto; König, Daniel (14-11-2019). “L’allenamento con restrizione del flusso sanguigno a basso carico induce adattamenti morfologici e meccanici del tendine d’Achille simili rispetto all’allenamento di resistenza ad alto carico”. Giornale di fisiologia applicata. 127 (6): 1660–1667. doi:10.1152/japplfisiol.00602.2019. ISSN 8750-7587. PMID 31725362. S2CID 208041090.
  12. ^ Rolnick, Nicola; Schoenfeld, Brad (ottobre 2020). “Allenamento per la limitazione del flusso sanguigno e fisico dell’atleta: una guida pratica basata sulla ricerca per massimizzare la dimensione muscolare”. Diario di forza e condizionamento. 42 (5): 22–36. doi:10.1519/SSC.0000000000000553. S2CID 219095278.
  13. ^ Patterson, Stefano; Testa, Paolo; Hughes, Luca; Warmington, Stuart; Brandner, Christopher (giugno 2017). “Formazione sulla restrizione del flusso sanguigno: un nuovo approccio per migliorare la riabilitazione clinica: come farlo”. Giornale britannico di medicina dello sport. 51 (3): 1648–1649. doi:10.1136/bjsports-2017-097738. PMID 28642225. S2CID 206883223 – tramite Portale della Ricerca.

Ulteriori letture(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto