Ipoclorito di calcio – Wikipedia


Ipoclorito di calcio
Ossicloruro di calcio
Nomi
Altri nomi

Sale di calcio dell’acido ipocloroso, polvere decolorante, cloruro di calce

Identificatori
ChEBI
ChEMBL
ChemSpider
Scheda informativa dell’ECHA 100.029.007 Modificalo su Wikidata
Numero CE
KEGG
Numero RTECS
UNII
Numero ONU 1748 2208
  • InChI=1S/Ca.2ClO/c;2*1-2/q+2;2*-1 controlloY
    Chiave: ZKQDCIXGCQPQNV-UHFFFAOYSA-N controlloY
  • InChI=1S/Cacl.ClO/c;1-2/q+2;2*-1

    Legenda: ZKQDCIXGCQPQNV-UHFFFAOYAV

Proprietà
Ca(ClO)2
Massa molare 142,98 g/mol
Aspetto polvere bianca/grigia
Densit 2,35 g/cm3 (20°C)
Punto di fusione 100 °C (212 °F; 373 K)
Punto di ebollizione 175 ° C (347 ° F; 448 K) si decompone
21 g/100 ml a 25 °C
Solubilit reagisce alcol
Pericoli
GHS etichettatura:
GHS03: OssidanteGHS05: CorrosivoGHS07: punto esclamativoGHS09: Pericolo ambientale
Pericolo
H272, H302, H314, H400
P210, P220, P221, P260, P264, P270, P273, P280, P301+P312, P301+P330+P331, P303+P361+P353, P304+P340, P305+P351+P338, P310, P321, P330, P363, P370+P378, P391, P405, P501
NFPA704 (diamante di fuoco)
Diamante quadricolore NFPA 704

Health 3: Short exposure could cause serious temporary or residual injury. E.g. chlorine gas Flammability 0: Will not burn. E.g. water Instability 1: Normally stable, but can become unstable at elevated temperatures and pressures. E.g. calcium Special hazard OX: Oxidizer. E.g. potassium perchlorate
punto d’infiammabilit Non infiammabile
Dose letale o concentrazione (LD, LC):
850 mg/kg (orale, ratto)
Scheda di sicurezza (SDS) ICSC 0638
Composti correlati
Cloruro di calcio
Ipoclorito di sodio
Salvo diversa indicazione, i dati sono forniti per i materiali nei rispettivi stato standard (a 25 °C (77 °F), 100 kPa).

Composto chimico

Ipoclorito di calcio è un composto inorganico con formula Ca(ClO)2. È un solido bianco, anche se i campioni commerciali appaiono gialli. Ha un forte odore di cloro, a causa della sua lentezza decomposizione nell’aria umida. Questo composto è relativamente stabile come solido e soluzione e ha una maggiore disponibilità cloro di ipoclorito di sodio.(1) I campioni “puri” hanno il 99,2% cloro attivo. Data la comune purezza industriale, è tipico un contenuto di cloro attivo del 65-70%.(2) È il principale ingrediente attivo dei prodotti commerciali chiamati polvere decolorante,(UN) usato per trattamento delle acque e come a agente sbiancante.(3)

Storia(modificare)

Carlo Tennant E Carlo Macintosh sviluppò un processo industriale alla fine del XVIII secolo per la produzione del cloruro di calce.(4) Fu brevettato nel 1799 e utilizzato pesantemente durante prima guerra mondiale per disinfettare le trincee e le ferite.(citazione necessaria)

Servizi igienico-sanitari(modificare)

L’ipoclorito di calcio è comunemente usato sanificare le piscine pubbliche E disinfettare l’acqua potabile. Generalmente le sostanze commerciali vengono vendute con una purezza dal 65% al ​​73% con altre sostanze chimiche presenti, come cloruro di calcio e carbonato di calcio, derivanti dal processo di fabbricazione. In soluzione, l’ipoclorito di calcio può essere utilizzato come disinfettante per uso generale,(5) ma a causa dei residui di calcio (making l’acqua più dura), ipoclorito di sodio (candeggina) è solitamente preferita.

Chimica organica(modificare)

L’ipoclorito di calcio è un generale agente ossidante e quindi trova qualche utilità in chimica organica.(6) Ad esempio, il composto è usato per fendersi glicoli, Acidi α-idrossicarbossilici E chetoacidi rendere frammentato aldeidi O acidi carbossilici.(7) È possibile utilizzare anche l’ipoclorito di calcio reazione aloformio fabbricare cloroformio.(8)

L’ipoclorito di calcio può essere utilizzato per ossidare tiolo E solfuro sottoprodotti della sintesi organica e quindi ridurne l’odore e renderli sicuri da smaltire.(9) Il reagente utilizzato in chimica organica è simile al disinfettante con una purezza pari a circa il 70%.(10)

Produzione(modificare)

L’ipoclorito di calcio viene prodotto industrialmente trattando l’abbattimento umido lime (Ca(OH)2) con cloro. La reazione in un unico passaggio è mostrata di seguito:(3)

2cl2 +2Ca(OH)2 → Ca(ClO)2 +CaCl2 + 2 ore2O

Le configurazioni industriali consentono di condurre la reazione in più fasi per ottenere varie composizioni, ciascuna producendo rapporti diversi di ipoclorito di calcio, calce non convertita e Cloruro di calcio.(3) In un processo, l’acqua del primo stadio ricca di cloruri viene scartata, mentre il precipitato solido viene disciolto in una miscela di acqua e liscivia per un altro ciclo di clorazione per raggiungere la purezza target.(2) L’ipoclorito di calcio commerciale è costituito da Ca(ClO) anidro2ipoclorito di calcio bibasico Ca3(ClO)2(OH)4 (scritto anche come Ca(ClO)2·2Ca(OH)2) e cloruro di calcio bibasico Ca3Cl2(OH)4 (scritto anche come CaCl2·2Ca(OH)2).(11)(12)

Reazioni(modificare)

L’ipoclorito di calcio reagisce rapidamente con la produzione di acidi Cloruro di calciogas di cloro e acqua:(citazione necessaria)

Ca(ClO)2 + 4HCl → CaCl2 +2cl2 + 2 ore2O

È un forte agente ossidantepoiché contiene a ipoclorito ione alla valenza +1 (stato redox: Cl+1).(citazione necessaria)

L’ipoclorito di calcio non deve essere conservato umido e caldo, o vicino ad acidi, materiali organici o metalli. La forma non idratata è più sicura da maneggiare.(citazione necessaria)

Guarda anche(modificare)

Riferimenti(modificare)

  1. ^ Anche polvere di cloro, cloruro di calce, calce clorurata“cloro secco”
  1. ^ Gerald F. Connell. “Strategie operative chiave per i sistemi operativi di disinfezione con cloro” (PDF). Estratto 19 ottobre 2014.
  2. ^ UN B “Ipoclorito di Calcio – 3V Tech”. www.3v-tech.com.
  3. ^ UN B C Vogt, H.; Balej, J; Bennett, JE; Winzer, P.; Sceicco, SA; Gallone, P.; Vasudevan, S.; Pelin, K. (2010). “Ossidi di cloro e acidi dell’ossigeno del cloro”. Enciclopedia della chimica industriale di Ullmann. Wiley-VCH. doi:10.1002/14356007.a06_483.pub2. ISBN 978-3527306732. S2CID 96905077.
  4. ^ “Ipoclorito di calcio”. Mondo della chimica.
  5. ^ Sinossi dei prodotti chimici: ipoclorito di calcio (Rapporto tecnico). Asbuiy Park, NJ: Mannsvile Chemical Products. 1987.
  6. ^ Nwaukwa, Stefano; Keehn, Filippo (1982). “L’ossidazione delle aldeidi in acidi con ipoclorito di calcio (Ca(ClO)2)”. Lettere del tetraedro. 23 (31): 3131–3134. doi:10.1016/S0040-4039(00)88577-9.
  7. ^ Nwaukwa, Stefano; Keehn, Filippo (1982). “Scissione ossidativa di α-dioli, α-dioni, α-idrossi-chetoni e α-idrossi- e α-chetoacidi con ipoclorito di calcio (Ca(ClO)2)”. Lettere del tetraedro. 23 (31): 3135–3138. doi:10.1016/S0040-4039(00)88578-0.
  8. ^ Cohen, Giulio (1900). Chimica organica pratica per studenti avanzati. New York: Macmillan & Co. p. 63.
  9. ^ Consiglio Nazionale delle Ricerche (1995). Pratiche prudenti in laboratorio: manipolazione e smaltimento dei prodotti chimici. Washington, DC: The National Academies Press. P. 161. doi:10.17226/4911. ISBN 978-0-309-05229-0.
  10. ^ “8.41799 Ipoclorito di calcio per sintesi”. Sigma-Aldrich. Dosaggio (iodometrico): 67,0 – 75,0 %
  11. ^ WL Smith, Candeggine inorganiche, Produzione di ipoclorito in Manuale dei detersivi, parte F, (2009) Ed. U Zoller e Paul Sosis, CRC Press, ISBN 978-0-8247-0349-3
  12. ^ Alexandrova, MM; Dmitriev, GA; Avojan, RL (1968). “Il modello probabile della struttura cristallina dell’ipoclorito di calcio a due basi”. Armyanskii Khimicheskii Zhurnal. 21: 380-386.{{cite journal}}: Manutenzione CS1: più nomi: elenco autori (collegamento)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto