Iniezioni di massa uretrale: cos’è, procedura ginecologica

Un’iniezione di massa uretrale è una procedura ginecologica e un trattamento medico utilizzato per trattare la perdita involontaria di urina: l’incontinenza urinaria nelle donne. I materiali iniettabili vengono utilizzati per controllare l’incontinenza da stress. Gli agenti volumizzanti vengono iniettati nella mucosa che circonda il collo vescicale e l’uretra prossimale. Ciò riduce il diametro dell’uretra e crea resistenza alla fuoriuscita di urina. Dopo la procedura, la pressione che forza l’urina dalla vescica attraverso l’uretra viene contrastata dall’aggiunta dell’agente di carica nel tessuto che circonda l’uretra prossimale. Il più delle volte questa procedura previene l’incontinenza urinaria da stress nelle donne.

Usa

Un’iniezione di massa uretrale è un tipo di trattamento per l’ incontinenza nelle donne. Le iniezioni di massa uretrale sono premurose da un medico quando la donna ha disfunzione dello sfintere urinario ,ipermobilità uretrale , incontinenza urinaria da sforzo persistente dopo un’imbracatura uretrale o uretropessi o incontinenza urinaria da sforzo nelle donne che non possono sottoporsi a intervento chirurgico a causa di altre malattie o condizioni. Ripristina la capacità di trattenere l’urina durante la scossa, il riso e altri eventi normali che estendono la pressione inter-addominale Alcune donne scelgono di sottoporsi a iniezioni di massa uretrale perché desiderano evitare un intervento chirurgico o l’uso di materiale a rete. Un altro motivo per cui non è possibile scegliere altri trattamenti è il desiderio di mantenere la fertilità.Le donne che beneficiano maggiormente di questo trattamento sono quelle che hanno un collo vescicale stabile e una forza muscolare inadeguata dei muscoli delle sfintere che chiudono l’uretra. L’instabilità uretrale è identificata dall’angolo dell’uretra. Questo può essere valutato quando la donna è sdraiata sulla schiena e l’angolo dell’uretra è maggiore di 30° durante la tosse. I test vengono eseguiti per confermare la diagnosi di incontinenza urinaria da sforzo come la capacità della vescica di trattenere l’urina e la forza delle contrazioni muscolari della vescica.

La diagnosi è aiutata prima della procedura da una valutazione approfondita della donna. Le informazioni raccolte prima dell’iniezione includono una storia medica e un esame fisico. La determinazione dell’urina residua, residua postminzionale e l’analisi delle urine e l’urinocoltura aiutano nella diagnosi. Il chirurgo chiederà alla donna di tenere un diario della produzione e della frequenza delle urine. Il medico può ordinare una valutazione urodinamica per stabilire la diagnosi di deficit sfinterico intrinseco. Un diario minzionale e/o un volume svuotato misurato fornisce una stima della capacità della vescica. Un esame uroflussometrico a flusso libero fornisce ulteriori informazioni sulla portata, sul tempo e sul volume di svuotamento.Un cistometrogramma valuterà l’iperattività del detrusore, la compliance della vescica, la capacità della vescica e la pressione di perdita addominale (Valsalva). Un altro strumento diagnostico è il profilo della pressione uretrale. Questo misura la massima forza di chiusura uretrale. Il medico utilizzerà la strumentazione e farà un esame visivo chiamato visualizzazione uretroscopica.

Controindicazioni

Una donna potrebbe non essere una buona candidata per la procedura. Controindicazioni per questo trattamento sono avere un’infezione del tratto urinario in corso, avere difficoltà a svuotare la vescica, avere una stenosi uretrale, avere un’ostruzione uretrale o avere tessuto fragile o sensibile dove devono essere posizionate le iniezioni. In alcune donne, i trattamenti contro il cancro possono aver creato cambiamenti nei muscoli dell’uretra, della vescica e dello sfintere che potrebbero impedire il successo del trattamento.

Agenti di carica disponibili

  • Durasfera
  • Macroplastica
  • Coaptito

Questi sono gli agenti volumizzanti uretrali più popolari negli Stati Uniti ora che Contigen non è più disponibile. Il materiale di massa ideale dovrebbe essere anallergico, delicato sui tessuti, non migrare ed essere di lunga durata. Tuttavia, questo non è stato trovato e, nonostante una ricerca prolungata, nulla di finanziariamente fattibile sembrava essere migliore degli agenti di carica disponibili. Urolastic è un nuovo prodotto iniettabile che sembra essere un buon candidato per diventare il prodotto ideale per un trattamento minimamente invasivo e ambulatoriale dell’incontinenza urinaria da sforzo poiché non viene degradato dall’organismo e mantiene la forma.

Storia

Gli agenti volumizzanti uretrali furono usati per la prima volta nel 1938 e incorporarono sodio morruato come materiale per l’iniezione. L’uso del collagene bovino è iniziato dopo il 1989 ed è stato considerato il miglior esempio di trattamento. Tutti gli studi successivi successivamente sono stati confrontati con questo agente. Il suo uso è stato interrotto nel 2011. Altri agenti di carica sono in uso dagli anni ’90. L’uso di alcuni è stato interrotto a causa di complicazioni, della “spiacevolezza” della procedura e del costo della procedura.


https://en.wikipedia.org/wiki/Urethral_bulking_injections

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *