Honda RA302 -Wikipedia


Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Auto da corsa di Formula Uno prodotta dalla Honda

IL Honda RA302 era un Formula Uno macchina da corsa prodotto da Honda Racinge presentato da Honda Racing France(1) durante Stagione di Formula 1 1968.(1) L’auto è stata costruita sulla base di un ordine di Soichiro Honda per sviluppare un raffreddato ad aria Motore di Formula Uno.(2) L’auto con la carrozzeria in magnesio partecipò alla gara di Formula 1 insieme a quella con carrozzeria in alluminio, raffreddata ad acqua RA301 che era stato sviluppato dal team Honda esistente e dagli inglesi Lola auto.

Apparirebbe solo in una gara,(3) IL Gran Premio di Francia 1968 A Rouen-Les-Essarts,(3) guidata da Jo Schlesser.(3) Schlesser è stato scelto per guidare la RA302 perché normale pilota Honda John Surtees (chi era il 1964 campione del mondo e sarebbe arrivato secondo in quella gara) si rifiutò di guidarla poiché la riteneva pericolosa e la etichettò come una “potenziale trappola mortale”.(3) Ciò è stato dimostrato nel secondo giro del Gran Premio; Schlesser si è schiantato al Virage des Six Frères tratto del circuito e l’auto si è fermata lateralmente contro una sponda.(4) IL magnesioHonda e 58 giri di carburante si sono accesi all’istante, uccidendo Schlesser(3) e distruggendo l’RA302 originale.(4)

Fu costruito un secondo RA302, con lievi modifiche, destinato a Surtees da guidare al Gran Premio d’Italia 1968, ma si rifiutò nuovamente di guidarla. La Honda ha deciso di ritirarsi dai Gran Premi(3) e non è tornato come costruttore fino al Stagione di Formula Uno 2006 con il Honda RA106.(5) Nel 2012 la RA302 destinata a Surtees al Gran Premio d’Italia era esposta al Sala della Collezione Honda.(6)

La Honda RA302 con carrozzeria in magnesio Jo Schlesser si schianta e si brucia durante il Gran Premio di Francia 1968. Schlesser è stato ucciso.

Risultati del Campionato del Mondo di Formula Uno(modificare)

(chiave) (risulta grassetto indicare la pole position; risultati in corsivo indicare il giro più veloce)

Riferimenti(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto