Gruppo BHF Kleinwort Benson – Wikipedia

[ad_1]

Gruppo BHF Kleinwort Benson (ex RHJ International) era a servizi finanziari gruppo, già quotato alla borsa valori Euronext in Belgio,[2] con le principali attività di wealth management, asset management e merchant banking. È stato acquisito da Oddo & Cie nel 2016 ed è stato successivamente venduto nel corso dell’anno a Amundi e Società Generale.[3][4]

In linea con la sua strategia di trasformarsi in un gruppo di servizi finanziari focalizzato, RHJI ha anche effettuato una serie di disinvestimenti dal suo portafoglio industriale legacy e acquisti di società di servizi finanziari negli anni 2010.

Indice dei contenuti

Storia[edit]

Prima di essere inserito nel Euronext l’azienda era a fondo di private equity gestito da Partecipazioni di Ripplewood. Timothy C. Collins, il fondatore di Ripplewood, è stato uno dei maggiori azionisti dell’azienda e un amministratore dell’azienda. Nell’ottobre 2009, la società ha annunciato l’acquisizione Kleinwort Benson da Commerzbank AG per £ 225 milioni. Questa transazione si è conclusa nel luglio 2010. All’inizio della sua carriera, il CEO di RHJI, Leonhard Fischer, aveva lavorato in posizioni di rilievo per Banca Dresdner AG, il precedente proprietario di Kleinwort Benson.[5]

Fischer e il suo team dirigenziale hanno trasformato RHJI in un gruppo focalizzato di servizi finanziari sfruttando il forte marchio di Kleinwort Benson e facendo crescere la sua ben capitalizzata Banca privata e gestione degli investimenti imprese. In linea con questa strategia di trasformazione, RHJI ha acquisito KBC Asset Management Ltd nell’ottobre 2010 per 24 milioni di euro, ribattezzandola Kleinwort Benson Investors,[6] e Close Offshore Group nel giugno 2011 per 29 milioni di sterline, riunendo entrambe queste acquisizioni sotto il marchio Kleinwort Benson.[7]

Nel luglio 2011, RHJI ha annunciato che la sua controllata del gruppo Kleinwort Benson era in trattative esclusive con Deutsche Bank in merito a una potenziale acquisizione di Banca BHF, uno dei marchi bancari più forti della Germania, con operazioni nel private banking, nella gestione patrimoniale, nei mercati finanziari e nel corporate banking. Nel giugno 2012, RHJI ha annunciato di essersi assicurata il supporto di co-investitori per finanziare l’acquisizione e, nel settembre 2012, ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Deutsche Bank per acquisire BHF-Bank per 384 milioni di euro.[8]

In linea con la sua strategia di trasformarsi in un gruppo di servizi finanziari focalizzato, RHJI ha anche effettuato una serie di disinvestimenti dal suo portafoglio industriale legacy. Questi includevano la vendita di Niles Co. Ltd per $ 188 milioni nel giugno 2011 e di Asahi Tec per € 142 milioni e Phoenix Seagaia per € 3,7 milioni all’inizio del 2012.[9]

Nel marzo 2015, gli azionisti hanno approvato un cambio di nome in “BHF Kleinwort Benson Group”.[10] È stato acquisito da Oddo & Cie all’inizio del 2016[11] ed è stato poi venduto nel corso dell’anno a Amundi e Società Generale.[12][13]

Guarda anche[edit]


[ad_2]
Source link

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: