Giacimento petrolifero del Brent: cos’è, situato nel bacino orientale

Il giacimento di Brent era un giacimento di petrolio e gas situato nel bacino orientale delle Shetland del Mare del Nord , 186 chilometri (116 miglia) a nord-est di Lerwick nelle Isole Shetland , in Scozia, a una profondità d’acqua di 140 metri (460 piedi). Il giacimento gestito da Shell UK Limited è stato scoperto nel 1971 e una volta era una delle parti più produttive delle attività offshore del Regno Unito, ma ha raggiunto la fase in cui la produzione non è più economicamente sostenibile. La dismissione del giacimento di Brent è completata ad eccezione del Brent C, che sta producendo da un altro giacimento. Il pozzo di scoperta 211/26-1 è stato perforato nel 1971 dalla perforatrice semisommergibile “Staflo”. Questa è stata una grande sorpresa all’epoca poiché la terra più vicina in Scozia e Norvegia è composta da granito e altre rocce metamorfiche non di riserva.

Nome

La Shell inizialmente chiamò tutti i suoi giacimenti petroliferi nel Regno Unito con il nome di uccelli marini in ordine alfabetico per scoperta: Auk, Brent, Cormorant, Dunlin, Eider, Fulmar e così via. Brent si riferisce all’oca brent e, a sua volta, ha dato le sue iniziali alle suddivisioni geologiche del gruppo Brent del Giurassico medio che compongono il campo: formazioni Broom, Rannoch, Etive, Ness e Tarbert, con ciascun nome che rappresenta un lago negli altopiani scozzesi .

Geologia

Situato nell’East Shetland Basin , il Brent è l’archetipo di molti dei campi della zona, costituito da un blocco di faglia inclinato che espone l’omonima formazione del Brent , accanto a faglie di delimitazione che consentivano la migrazione da aree “cucina” adiacenti più profonde dove il Kimmeridge La formazione di argilla diventa completamente matura e rilascia idrocarburi . Insolitamente su scala mondiale (ma comune in questo bacino), il sigillo o la roccia di copertura del giacimento (che impedisce agli idrocarburi di migrare ulteriormente verso la superficie) è anche la Kimmeridge Clay, o tecnicamente la formazione di erica immediatamente sottostante.

La profondità del serbatoio è di 2.651 metri (8.698 piedi).

Produzione

Piattaforme petrolifere Bravo e Alpha (a destra) presso il giacimento Brent.

La produzione iniziò l’11 novembre 1976 e il 13 dicembre 1976 fu caricata la prima autocisterna. Il petrolio del campo Brent è stato estratto da quattro piattaforme in una linea irregolare SSW-NNE. Il primo posto è stato il Brent Bravo “Condeep” con gambe in cemento, costruito da Norwegian Contractors a Stavanger, nell’agosto 1975. Questo è stato seguito dal Brent Alpha con rivestimento in acciaio costruito da Redpath Dorman Long a Methil e installato nel maggio 1976; il Brent Delta con le gambe in cemento, sempre costruito da Norwegian Contractors a Stavanger, nel luglio 1976; e il Brent Charlie con base in cemento, costruito da McAlpine/Sea Tank ad Ardyne Point, installato nel giugno 1978. Nel 2004, il giacimento produceva ancora petrolio attraverso un collettore (tutti i fluidi Brent Alpha sono prodotti attraverso Brent Bravo). Una quinta installazione, il galleggiante Brent Spar, fungeva da boa di stoccaggio e caricamento di autocisterne ed è stato installato all’inizio della costruzione del campo. Il design “spar” di questa installazione ha portato al nome con cui è diventata la più nota delle installazioni Brent (al di fuori dell’industria petrolifera). Il giacimento comprendeva anche una torcia a distanza, la “Brent Flare”, che è stata utilizzata per bruciare il gas in eccesso prima che nel campo fossero installate strutture per la movimentazione e l’esportazione del gas, utilizzata anche come sfiato nell’inverno 1995-96. Questa unità è stata dismessa e rimossa utilizzando una chiatta per il sollevamento di carichi pesanti nel 2005.

Le parti superiori di Brent Charlie sono state progettate da Matthew Hall Engineering, che si è aggiudicata l’appalto nel gennaio 1974. Inizialmente c’erano strutture per 19 pozzi di produzione di petrolio, nove pozzi di iniezione di acqua, sei pozzi di iniezione di gas e tre slot di riserva. La capacità produttiva era di 150.000 barili (24.000  m3 ) al giorno e 8,5 milioni di metri cubi standard di gas al giorno. C’erano tre treni di produzione ciascuno con quattro stadi di separazione con i separatori di primo stadio funzionanti ad una pressione di 9,6 bar . Le 14 celle di stoccaggio sottomarine avevano una capacità di 400.000 barili (64.000 m 3 ). La produzione di elettricità è stata alimentata da tre Rolls Royce Avon da 12 MWturbine a gas. La sistemazione in superficie era per 120 persone. C’erano 14 moduli di opera morta e il peso di opera morta era di 34.000 tonnellate.

I parametri iniziali di progettazione degli impianti Brent sono riassunti nella tabella.

Installazione Brent A Brent B Brent C Brent D Brent Spar Torre di segnalazione
Coordinate 61°02’06”N 01°42’19”E 61°03’21”N 01°42’47”E 61°05’46”N 01°43’18”E 61°07’57”N 01°44’10”E 61°03’15”N 01°40’04”E 61°02’46”N 01°45’26”E
Profondità dell’acqua, metri 140 139 141 142 140 140
Fabbricazione RDL Metil Gruppo Condeep, Stavanger Dordrecht Paesi Bassi Gruppo Condeep, Stavanger Rotterdam Dunquerque
Peso dell’opera morta, tonnellate 14.762 23.194 21.330 22.433 60.000 (spostamento) 1.250
Funzione Perforazione, alloggio di produzione Perforazione, produzione, alloggio di stoccaggio Perforazione, produzione, alloggio di stoccaggio Perforazione, produzione, alloggio di stoccaggio Carico grezzo Bagliore di gas a distanza
Struttura ricettiva 133 171 200 186 30
Tipo Giacca in acciaio Gravità concreta Gravità concreta Gravità concreta Longarone Reticolo ormeggiato
Gambe 6 3 4 3 1
Bene slot 28 38 40 48
Produzione di olio, bpd 100.000 150.000 150.000 150.000 100.000 spar, 250.000 dalle piattaforme
Gas di portata, MMSCFD 200 320 350 350 54
Capacità di stoccaggio dell’olio, barili Zero 1.100.000 600.000 1.100.000 300.000
Installato maggio 1976 agosto 1975 giugno 1978 luglio 1976 giugno 1976 agosto 1975
Inizio della produzione giugno 1978 novembre 1976 giugno 1981 novembre 1977 dicembre 1976 1976
Produzione olio a Spar 209 km 16 pollici Spar 2,4 km 6 polliciBrent C 4,6 km 24 pollici Cormorano 33,6 km 30 pollici Brent C 4,2 km 20 pollici Autocisterna
Produzione gas a Gasdotto St Fergus 448 km da 36 pollici Brent A 2,4 km 36 pollici Brent B 4,5 km 30 pollici Brent C 4,6 km 24 pollici

Il giacimento forniva petrolio attraverso l’ oleodotto Brent System al terminale di Sullom Voe , mentre il gas veniva convogliato attraverso l’ oleodotto FLAGS a terra a St Fergus , sulla costa nord-orientale della Scozia. La produzione di olio dal giacimento (in barili da 1000) è stata:

Il giacimento è stato sottoposto a un progetto di aggiornamento da 1,3 miliardi di sterline a metà degli anni ’90, che ha comportato la depressurizzazione dell’intero serbatoio e l’apporto di ampie modifiche a tre delle quattro piattaforme Brent. Questo li ha convertiti al funzionamento a bassa pressione, che ha sbloccato quantità significative di gas naturale dal giacimento e ha esteso la vita del campo oltre il 2010.

La capacità massima di produzione del giacimento ha raggiunto i 504.000 barili di petrolio al giorno (bopd) nel 1982 e ha prodotto un totale di circa tre miliardi di barili di petrolio equivalente nel 2008.

Il progetto di smantellamento del campo Brent è stato avviato nel 2006. Brent Delta è stata la prima piattaforma a cessare la produzione nel dicembre 2011, mentre le piattaforme Brent Alpha e Bravo hanno interrotto la produzione nel novembre 2014, Brent Charlie nel marzo 2021.

Disattivazione

fare riferimento alla didascalia

La parte superiore dismessa del delta del Brent a Hartlepool

Il programma di smantellamento del gasdotto Brent è stato approvato dal governo del Regno Unito nel marzo 2020. Secondo il piano di smantellamento, le strutture basate sulla gravità (GBS) delle piattaforme Delta, Charlie e Bravo, i basamenti della giacca della piattaforma Alpha, i tagli di perforazione e il I contenuti delle celle GBS non verranno rimossi dal campo. Le celle di stoccaggio sottomarine GBS sono state utilizzate per immagazzinare temporaneamente il petrolio greggio prima del pompaggio alle petroliere o all’oleodotto.

Il giacimento di Brent è in fase di smantellamento. Il programma di smantellamento della parte superiore del Brent Delta è stato approvato dal governo del Regno Unito nel luglio 2015, mentre quello per le piattaforme Alpha, Bravo e Charlie è stato approvato nell’agosto 2018. un ascensore singolo nell’aprile 2017 e trasportato a Hartlepool per il riciclaggio. La parte superiore è stata completamente smantellata entro febbraio 2019.

La parte superiore della piattaforma Brent Bravo, del peso di circa 25.000 t, è stata rimossa in un unico sollevamento nel giugno 2019. La parte superiore è attualmente in fase di smantellamento e riciclaggio.

Le gambe delle piattaforme Brent Bravo e Delta rimangono al loro posto con le loro celle di stoccaggio sottomarine GBS. Ciò si applicherà anche alla piattaforma Brent Charlie una volta disattivata. È probabile che i contenuti delle celle di stoccaggio del GBS siano idrocarburi residui ed elementi tossici radioattivi.

Incidenti aerei che coinvolgono i lavoratori

Il 31 luglio 1979, un aereo ad ala fissa Dan Air si schiantò nel tentativo di decollare dall’aeroporto di Sumburgh . Il volo stava riportando i lavoratori della Brent Field ad Aberdeen. Ci sono stati 17 morti. L’aereo era un ex Aerolineas Argentinas HS 748 fabbricato nel 1962. La causa principale è stata individuata in un blocco di raffica difettoso. Si è scoperto che il copilota aveva tranquillanti nel suo sistema. Non è noto se avesse il controllo poiché aveva meno di 100 ore su questo tipo di aereo.

Il 6 novembre 1986, un elicottero Boeing Vertol BV234 Chinook G-BWFC si schiantò durante l’avvicinamento all’aeroporto di Sumburgh. Il volo stava tornando dal Brent Field. Ci sono stati 45 morti e 2 sopravvissuti uno dei quali era il pilota. Si è scoperto che la causa era una trasmissione difettosa, che ha causato la collisione delle pale del rotore gemello.

Il 25 luglio 1990, un elicottero Sikorsky S61-N G-BEWL si schiantò mentre tentava di atterrare su Brent Spar. Ci sono state 6 vittime tra cui entrambi i piloti. Si è scoperto che la causa era un errore del pilota e la progettazione dell’eliporto.


https://en.wikipedia.org/wiki/Brent_oilfield

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *