Geometria

Geometria: tutto sull’argomento

51-XX

51-XX è la sigla della sezione primaria dello schema di classificazione MSC dedicata alla geometria.

Geometria

La geometria è quella parte della scienza matematica che si occupa delle forme nel piano e nello spazio e delle loro mutue relazioni.

Altezza media ponderale

Data la proiezione sul piano orizzontale (xy) di un complesso volumetrico costituito da più solidi elementari, l’altezza media ponderale è la misura sull’asse z di quel valore che moltiplicato per la superficie proiettata equivale al volum

Amplituedro

Un amplituedro è una struttura geometrica introdotta nel 2013 da Nima Arkani-Hamed e Jaroslav Trnka che consente di semplificare i calcoli delle interazioni fra particelle in alcune varianti di teorie quantistiche dei campi.

Baricentro (geometria)

In geometria, il baricentro o centroide o centro geometrico di una figura bidimensionale è la “posizione media” di tutti i suoi punti, ovvero la media aritmetica delle posizioni di ciascuno di essi. La definizione si estende a qualunque figura -dimensionale in uno spazio euclideo n-dimensionale: il suo centroide è la posizione media di tutti i punti in tutte le direzioni coordinate. Se la figura presenta un iperpiano di simmetria, il centroide giace su di esso; se sono presenti più iperpiani di simmetria, il centroide giace sulla loro intersezione.

Bounding box

In geometria, una bounding box per un insieme di punti (S) in N dimensioni, è la scatola con la misura più piccola entro cui sono contenuti tutti i punti. Quando sono impiegati altri tipi di misure, la bounding box è spesso chiamata, per esempio “minimum-perimeter bounding box

Caso degenere

In geometria, il caso degenere è un caso limite in cui una caratteristica di un oggetto viene estremizzata fino a farlo coincidere ad un elemento di un’altra classe.

Centro (geometria)

In geometria il centro di una figura è genericamente un punto particolare ben distinto dai suoi estremi. La definizione esatta dipende dal tipo di figura ed eventualmente dal tipo di centro considerati.

Direzione (geometria)

In geometria la direzione è la giacitura di una retta, ovvero la retta ad essa parallela e passante per l’origine del sistema di riferimento. A differenza del significato usuale del termine la direzione è priva di verso, cioè di orientamento. Ad esempio ognuna delle coppie destra-sinistraalto-bassoavanti-indietro individua una direzione.

Ellisse del giardiniere

L’ellisse del giardiniere è una metodica di costruzione dell’ellisse che utilizza due pioli, una funicella ed un punteruolo. Essa viene usata dai giardinieri per tracciare delle aiuole ellittiche.

Geometria architettonica

La geometria architettonica è un’area di ricerca che combina geometria applicata e architettura, che guarda ai processi di progettazione, analisi e fabbricazione. Si trova al centro della progettazione architettonica e sfida fortemente la pratica contemporanea, la cosiddetta pratica architettonica dell’era digitale.

Geometria computazionale

La geometria computazionale è la branca della geometria che studia gli algoritmi efficienti per la soluzione di problemi di natura geometrica, e la loro implementazione informatica al calcolatore.

Geometria delle trasformazioni

In matematica, la geometria delle trasformazioni è un approccio matematico e pedagogico allo studio della geometria che si focalizza sui gruppi di trasformazioni geometriche e sulle proprietà delle figure che sono invarianti rispetto a tali gruppi. Si contrappone all’approccio classico della geometria euclidea, basato sulla geometria sintetica, che si incentra sulle costruzioni geometriche.

Geometria senza punti

Sotto il nome di geometria senza punti, in inglese point-free geometry, vengono indicate ricerche tendenti a fondare la geometria assumendo come nozione primitiva quella di regione per poi giungere a definire quella di punto. Per pervenire a tale definizione viene proposta una formalizzazione del processo di astrazione che conduce dalle regioni agli enti geometrici astratti. Una descrizione dei vari tentativi in tale direzione si può trovare in Gerla.

Legge del cubo quadrato

La legge del cubo quadrato è un principio matematico, applicabile in diversi campi scientifici, che descrive il rapporto tra il volume e l’area di un corpo in base alla crescita o alla diminuzione delle sue dimensioni. È stato descritto per la prima volta nel 1638 da Galileo Galilei nel Discorsi e dimostrazioni matematiche intorno a due nuove scienze.

Linea

Si chiama generalmente linea un qualsiasi oggetto o traccia, curvo o no, congiungente due punti, il suo inizio e la sua fine, detti estremi; proprio a causa del suo significato molto esteso, sono numerosissimi i campi in cui si possono individuare delle linee di vario genere.

Luogo (geometria)

In matematica, ed in particolare in geometria e in geometria analitica, un luogo geometrico, o più semplicemente un luogo, è l’insieme di tutti e soli i punti di uno spazio che godono di una determinata proprietà. Di solito questa proprietà riguarda nozioni geometriche ed è espressa con formule matematiche, ed il luogo geometrico forma una o più figure continue nell’ambiente del quale fa parte.

Ottante (geometria)

Come suggerisce il nome, l’ottante è, in geometria, l’ottava parte di uno spazio euclideo. A seconda dei casi, ovvero se lo spazio in considerazione è il piano, lo spazio o un generico spazio -dimensionale, la definizione di ottante è leggermente diversa.

Parallelismo (geometria)

Nella geometria euclidea due o più enti sono mutuamente paralleli se tutti i punti dell’uno hanno la stessa distanza minima dall’altro, o dal prolungamento di questo. Inoltre ogni ente geometrico si considera parallelo a sé stesso. La relazione così definita si dice parallelismo ed è una relazione di equivalenza.

Pattern

Pattern è un termine inglese, di uso diffuso, che significa “disposizione”. Tuttavia viene utilizzato per descrivere, a seconda del contesto, un “disegno, modello, schema, schema ricorrente, struttura ripetitiva” e, in generale, può essere utilizzato per indicare la ripetizione di una determinata sequenza all’interno di un insieme di dati grezzi oppure la regolarità che si osserva nello spazio e/o nel tempo.

Perpendicolarità

La perpendicolarità è un concetto geometrico che indica la presenza di un angolo retto tra due entità geometriche. Queste possono essere ad esempio due rette in un piano, oppure una retta ed un piano o due piani incidenti

Programma di Erlangen

Il programma di Erlangen è un metodo per classificare e caratterizzare le geometrie basandosi sulla geometria proiettiva e la teoria dei gruppi. Il manifesto del programma fu pubblicato nel 1872 da Felix Klein con il nome di Vergleichende Betrachtungen über neuere geometrische Forschungen. Prende il nome dall’università di Erlangen, dove Klein lavorava.

Punto medio

In geometria, il punto medio è il punto equidistante da due altri punti presi a riferimento e allineato con essi; solitamente lo si associa a un segmento, i cui punti di riferimento sono gli estremi, che divide in due parti congruenti.

Raggio (geometria)

Secondo la definizione moderna della geometria, il raggio di un cerchio o di una sfera è un segmento di retta avente un estremo sulla circonferenza o superficie sferica e l’altro estremo nel centro della figura. Per estensione si definisce raggio di un cerchio o di una sfera anche la lunghezza di un tale segmento. Il raggio misura la metà del diametro.

Sagitta (geometria)

Si consideri una circonferenza di raggio  ed un poligono regolare di  lati inscritto ad essa. Si definisce sagitta la differenza  in cui  è l’apotema del poligono data da  dove  è il lato del poligono.

Scalare (matematica)

In matematica, uno scalare è un elemento di un campo che è stato usato per definire uno spazio vettoriale. Una quantità descritta da molti scalari è detta vettore.

Spirale di Teodoro

In geometria, la spirale di Teodoro è una spirale formata da triangoli rettangoli posti ognuno con l’ipotenusa sovrapposta al cateto maggiore del seguente. È nominata in onore di Teodoro di Cirene.

Stelle (Escher)

Stelle è una xilografia di testa dell’incisore e grafico olandese Maurits Cornelis Escher, ultimata nel 1948. Considerata tra le opere di maggior rilievo dell’artista grazie al profondo connubio tra filosofia e geometria, Stelle, come spesso accade con i lavori di Escher, è emblema dell’ambiguità dell’universo e della ricerca di una trama di perfezione e ordine sottostante un mondo apparentemente caotico.


Tratto da Wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Geometria

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: