Finanza: cos’è, studio e la disciplina del denaro

La finanza è lo studio ela disciplina deldenaro,della valuta edei beni capitali.

È correlata ma distinta dall’economia, che è lo studio dellaproduzione,distribuzione econsumo dibeni e servizi.

In base alla portata delle attività finanziarie neisistemi finanziari, la disciplina può essere suddivisa in finanzapersonale,aziendale epubblica.

Commercianti di petrolio, Houston, 2009
Commercianti di petrolio, Houston, 2009

In questi sistemi finanziari, le attività vengono acquistate, vendute o scambiate comestrumenti finanziari, comevalute,prestiti,obbligazioni,azioni,azioni,opzioni,futuri, ecc.

Le attività possono anche esseredepositare,investire eassicurare per massimizzare il valore e minimizzare perdita. In pratica,i rischi sono sempre presenti in qualsiasi azione ed entità finanziaria.

A causa della sua ampia portata, all’interno della finanza esiste un’ampia gamma di sottocampi.

La gestione dirisorsa,denaro,rischio einvestimenti mira a massimizzare il valore e ridurre al minimola volatilit.

L’analisi finanziaria valuta la fattibilità, la stabilità e la redditività di un’azione o entità.

Alcuni campi sono multidisciplinari, comela finanza matematica,il diritto finanziario,l’economia finanziaria,l’ingegneria finanziaria ela tecnologia finanziaria.

Questi campi sono il fondamento delAttività commerciale edella contabilit.

In alcuni casi,le teorie finanziarie possono essere testate utilizzando ilmetodo scientifico, coperto dallafinanza sperimentale.

La storia antica della finanza è parallela allastoria antica del denaro , che èpreistorico.

Le civiltà antiche e medievali incorporavano nelle loro economie le funzioni fondamentali della finanza, come quelle bancarie, commerciali e contabili. Alla fine del XIX secolo si formò ilsistema finanziario globale.

A metà del XX secolo, la finanza emerse come disciplina accademica distinta,separata dall’economia.

I primi programmi di dottorato in finanza furono istituiti negli anni ’60 e ’70.Oggi, la finanza èampiamente studiata anche attraverso programmi universitari e master incentrati sullacarriera.

Il sistema finanziario

Come delineato, il sistema finanziario è costituito dai flussi di capitale che avvengono tra individui e famiglie (finanza personale ), governi (finanza pubblica ) e imprese (finanza aziendale ).

La “finanza” studia quindi il processo di convogliamento del denaro dai risparmiatori e dagli investitori verso le entità che ne hanno bisogno.

I risparmiatori e gli investitori hanno denaro a disposizione che potrebbe fruttare interessi o dividendi se utilizzato in modo produttivo.

Individui, aziende e governi devono ottenere denaro da fonti esterne, come prestiti o crediti, quando non dispongono di fondi sufficienti per gestire le proprie operazioni.

In generale, un’entità il cui reddito supera le propriespese può prestare o investire l’eccedenza, con l’intenzione di ottenere un giusto rendimento.

Allo stesso modo, un’entità in cui il reddito è inferiore alla spesa può raccogliere capitale solitamente in due modi: (i) prendendo a prestito sotto forma di prestito (privati) o vendendo titolidi stato o obbligazioni societarie;

(ii) da una società che vendeazioni, chiamate anche azioni o azioni (che possono assumere varie forme:azioni privilegiate oazioni ordinarie ).

I proprietari sia delle obbligazioni che delle azioni possono essereinvestitori istituzionali – istituzioni finanziarie come banche di investimento efondi pensione – o individui privati, chiamatiinvestitori privati ​​oinvestitori al dettaglio. (VediPartecipanti ai mercati finanziari).

Ilprestito è spesso indiretto, attraverso unintermediario finanziario come unabanca , o tramite l’acquisto di note oobbligazioni (obbligazioni societarie ,titoli di stato o obbligazioni mutue) sulmercato obbligazionario.

Il creditore riceve interessi, ilmutuatario paga un interesse maggiore di quello che riceve il creditore e l’intermediario finanziario guadagna la differenza per organizzare il prestito.

Una banca aggrega le attività di molti mutuatari e prestatori. Una banca accetta depositi dai finanziatori, sui quali paga gli interessi. La banca poi presta questi depositi ai mutuatari.

Le banche consentono a mutuatari e finanziatori, di diverse dimensioni, di coordinare la propria attività.

Investire in genere comporta l’acquisto diazioni, ad esempio singoli titoli o tramite unfondo comune.

Le azioni vengono solitamente vendute dalle società agli investitori in modo da raccogliere il capitale richiesto sotto forma di ”finanziamento azionario “, distinto dalfinanziamento con debito sopra descritto. Gli intermediari finanziari qui sono lebanche di investimento.

Le banche d’investimentoTrovano gli investitori iniziali e facilitano la quotazione dei titoli, tipicamente azioni e obbligazioni.

Inoltre, facilitano leborse valori , che ne consentono successivamente il commercio, nonché i vari fornitori di servizi che gestiscono la performance o il rischio di questi investimenti.

Questi ultimi includonofondi comuni di investimento,fondi pensione,gestori patrimoniali eintermediari azionari, in genere al serviziodegli investitori al dettaglio (privati).

Il commercio e gli investimenti interistituzionali ela gestione dei fondi su questa scala vengono definiti “finanza all’ingrosso”.

Le istituzioni quiestendono i prodotti offerti, con il relativo trading, per includereopzioni su misura,scambio eprodotti strutturati,

nonchéfinanziamenti specializzati ; questa “ingegneria finanziaria ” èintrinsecamente matematica, e queste istituzioni sono quindi i principali datori di lavoro dei“quanti” (vedisotto ).

In queste istituzioni,la gestione del rischio,il capitale regolamentare ela conformit svolgono un ruolo importante.

Wiki it

Wiki en

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto