File ZAP -Wikipedia


UN File .ZAP (Zero Administration Package) è un file di testo che consente la pubblicazione di un’applicazione per un utente su un file Microsoft Windows sistema (Finestre 2000, XP Professional, Windows VistaO Windows7Professional), per le domande per le quali a .MSI il file non esiste.(1) È usato dentro Directory attiva Domini e viene installato utilizzando a Politica di gruppo.

Un file .ZAP di base(modificare)

Un file .ZAP può essere semplice o complicato a seconda di come l’amministratore di sistema desidera renderlo. Ci sono solo due campi obbligatori in un file .ZAP, un nome dell’applicazione (chiamato nome descrittivo) e una riga di comando di installazione. Altre informazioni sono facoltative.

Il file .ZAP inizia con una riga del titolo composta dalla parola Applicazione interno singolo Parentesi quadre (( )). Sotto ci sono i campi di immissione, i due campi obbligatori sono NomeAmichevole = “Nome E ComandoSetup=”\\Server\condivisione\setupfile. Puoi anche aggiungere voci facoltative, come Versione display = E Editore =. Notare che Versione display E Editore non richiedere Virgolette attorno alle variabili.

Di seguito è riportato un esempio molto semplice di file .ZAP.

(Application)
FriendlyName = "Program"
SetupCommand = "\\FileServer\Share\setup.exe" /q

Restrizioni a un file .ZAP(modificare)

Il file .ZAP è più limitato di un file .MSI in quanto non può essere ripristinato se l’applicazione non viene installata correttamente, non può utilizzare privilegi elevati per installarsi (ovvero l’utente deve avere i diritti per installare il software – solitamente forniti da Criteri di gruppo) e non è possibile installarlo al primo utilizzo o installare una funzionalità separata al primo utilizzo.

Molti file .ZAP richiedono l’intervento dell’utente. Questo può essere superato se l’amministratore di sistema crea un file Archivio batch ed esegue un’installazione silenziosa o invisibile da un comando di file batch. Tuttavia, eseguendo un File eseguibile (ad esempio setup.exe) spesso ignora gli interruttori di installazione silenziosa, passiva o silenziosa, anche se specificato nel SetupCommand.

Inoltre, i file .ZAP non vengono eseguiti automaticamente prima o durante l’accesso dell’utente. L’Utente dovrà invece accedere Aggiungi/Rimuovi programmi dall’interno del Pannello di controllo di WindowsSelezionare Aggiungi nuovi programmi e seleziona l’Installazione da qui. L’Utente deve avere accesso alla posizione in cui si trova il file .ZAP e avere accesso alla posizione dei file di installazione (se queste posizioni sono diverse), altrimenti non sarà in grado di installare l’Applicazione.

I file .ZAP non possono essere assegnati ai computer e devono essere pubblicati per gli utenti. Pertanto quando un Utente si sposta su un altro computer (anche solo temporaneamente) può installare questa applicazione su quella macchina indipendentemente dal fatto che il programma sia presente o meno.

Infine, i file .ZAP non vengono disinstallati automaticamente quando un utente non necessita più del software. Il software rimane invece installato sulla macchina in modo permanente, a differenza dell’installazione .MSI che può essere impostata per la disinstallazione quando il computer viene rimosso dalla relativa unità organizzativa.

Pubblicazione di un file .ZAP(modificare)

Dopo aver creato un file .ZAP e averlo inserito in una condivisione accessibile, in genere creando un gruppo Active Directory con accesso a questa posizione, l’amministratore di sistema deve creare un Oggetto Criteri di gruppo, aprire la schermata di modifica, selezionare Configurazione utente, Impostazioni software e Installazione software e creare un Nuovo pacchetto nella posizione del file .ZAP. Poiché per impostazione predefinita gli oggetti Criteri di gruppo sono .MSI, l’amministratore di sistema deve assicurarsi di cercare file .ZAP anziché file .MSI.

Accettazione del nuovo pacchetto e assegnazione del GPO al pertinente Unità organizzativa (UO) pubblicherà la domanda. Gli utenti dovranno quindi ricaricare i criteri di gruppo dal server che gestisce l’oggetto Criteri di gruppo. Questo può essere fatto disconnettendosi e riaccendendosi oppure eseguendo “gpupdate” tramite una riga di comando.

Riferimenti(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto