Figure geometriche, cosa sono: ente astratto intorno…

Le Figure geometriche


Figura (geometria)

La figura geometrica o forma geometrica è l’ente astratto intorno al quale è articolata la geometria ed altri rami affini della matematica, come la trigonometria. Elementarmente, la figura geometrica può definirsi come un insieme continuo di punti e di relazioni tra gli stessi punti, caratterizzato da pertinenze quantitative e da pertinenze dimensionali.

Figure geometriche piane
Figure geometriche piane

3-sfera

La 3-sfera è una figura geometrica nello spazio euclideo 4-dimensionale, in particolare è l’analogo in questo spazio della sfera. È definita come il luogo dei punti equidistanti da un punto fissato.

Proiezione stereografica degli elementi della 3-sfera: paralleli (in rosso), meridiani (in blu) e ipermeridiani (in verde). Tutte le curve sono cerchi (alcuni di raggio infinito, quindi rette), e in proiezione appaiono intersecarsi sempre ad angolo retto.
Proiezione stereografica degli elementi della 3-sfera: paralleli (in rosso), meridiani (in blu) e ipermeridiani (in verde). Tutte le curve sono cerchi (alcuni di raggio infinito, quindi rette), e in proiezione appaiono intersecarsi sempre ad angolo retto.

Arbelo

In geometria l’arbelo è una figura geometrica piana delimitata da tre semicirconferenze. Il termine arbelo deriva dal greco e indica il “trincetto da calzolaio”. Sembrerebbe essere la prima figura che prende il nome da oggetti di uso quotidiano, in particolare da attrezzi artigianali o contadini. Probabilmente un’arma persiana aveva la stessa forma. L’arbelo è stata oggetto di studio da parte di Archimede ed è la base per la costruzione dei cerchi gemelli di Archimede.

Arbelo
Arbelo

Chiralità (matematica)

In matematica, un oggetto geometrico è chirale se è differente dalla sua immagine riflessa. Più precisamente, per “differente” si intende che non è possibile sovrapporre l’immagine riflessa con l’oggetto originario tramite traslazioni e rotazioni.

Come vengono trasformati alcuni oggetti planari a seguito di una riflessione lungo una retta: il poligono rosso differisce sostanzialmente dalla sua immagine riflessa, e quindi è chirale. Il cerchio giallo e l'esagono regolare blu invece non cambiano e quindi non sono chirali.
Come vengono trasformati alcuni oggetti planari a seguito di una riflessione lungo una retta: il poligono rosso differisce sostanzialmente dalla sua immagine riflessa, e quindi è chirale. Il cerchio giallo e l’esagono regolare blu invece non cambiano e quindi non sono chirali.

Corona sferica

In geometria, la corona sferica è un solido di rotazione formato dalla differenza di due sfere concentriche di diverso raggio.

Ellissoide astroidale

L’ellissoide astroidale è una figura geometrica definita dalla seguente equazione parametrica:

Ellissoide astroidale
Ellissoide astroidale

Iperrettangolo

In geometria, un iperrettangolo è una forma geometrica immersa in quattro o più dimensioni che generalizza il concetto di rettangolo. Formalmente, è definito come un prodotto cartesiano di intervalli.

Lente (geometria)

In geometria piana, una lente è un insieme convesso delimitato da 2 archi circolari uniti tra di loro sulle rispettive estremità. Affinché tale forma sia convessa, entrambi gli archi devono tendere verso l’esterno. La lente può essere originata dall’intersezione di 2 dischi circolari, oppure dall’unione di 2 segmenti circolari, uniti lungo una corda comune.

Pelecoide

Il pelecoide è una figura geometrica formata da quattro semicerchi nel seguente modo:

  • sul diametro A-B si segnano due punti a caso C e D
  • da un lato del diametro si tracciano due semicerchi, uno da A a C e uno da A a D
  • dall’altro lato del diametro si fa l’opposto, tracciando due semicerchi, uno da B a C e uno da B a D
Esempio di pelecoide
Esempio di pelecoide

Primitiva (geometria)

Una primitiva, nella geometria, è la più semplice delle figure geometriche. Tutte le altre figure più complesse sono costruite combinando più primitive

Quinconce

Il quinconce è la disposizione di cinque unità nel modo in cui è tipicamente raffigurato il numero cinque sulla faccia di un dado o su una carta da gioco. Il nome deriva dal Quincunx della monetazione romana.

Quinconce
Quinconce

Salinon

Il salinon è una figura geometrica composta da quattro semicirconferenze, introdotta per la prima volta nel Libro dei lemmi del matematico siceliota Archimede.

Il salinon (in rosso) e il cerchio (in blu) hanno la stessa area.
Il salinon (in rosso) e il cerchio (in blu) hanno la stessa area.

Settonce

Il settonce è la disposizione di sette unità nel modo in cui sei di queste vadano ad occupare gli spigoli di un esagono, e la settima ne occupi il centro. Il nome deriva dal nome dei 7 dodicesimi della monetazione romana.

Triedro

Il triedro è una figura solida convessa illimitata determinata da tre semirette uscenti da un punto.


Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: