Farmaci

Farmaci: cosa sono, tutto sull’argomento

Alfa-2 agonisti

Con α2-agonisti si intendono una classe di farmaci agenti sui recettori α2 adrenergici, agonisti di noradrenalina e adrenalina.

Allegato III bis

L’Allegato III bis al Testo unico degli stupefacenti è un apposito elenco di farmaci con forte attività analgesica che godono di particolari facilitazioni prescrittive. Esso comprende:

Dispensario farmaceutico

Nel diritto italiano, il dispensario farmaceutico è una struttura, diversa da una farmacia, destinata alla distribuzione di medicinali di uso comune e di pronto soccorso già confezionati.

I dispensari possono essere classificati in «annuali» e «stagionali».

Farmaco

Un farmaco è un prodotto di origine naturale o di sintesi che è in grado di provocare effetti sulle funzioni di un organismo vivente in virtù di determinate proprietà chimiche o fisiche.

La parola farmaco deriva dal greco antico φαρμακονpharmakon, «rimedio, medicina», ma anche «veleno».

3-carbamino-4-ossifenilarsinato di trietanolammina

Il 3-carbamino-4-ossifenilarsinato di trietanolammina è un chemioterapico arsenicale pentavalente, affine allo stovarsolo e pertanto particolarmente efficace nella neurolue.

Presenta gli stessi inconvenienti degli altri arsenicali pentavalenti e dà luogo qualche volta a cefalea. In generale è però ben tollerato.

Acido deidrocolico

L’acido deidrocolico è un acido biliare semisintetico che in passato è stato spesso utilizzato in ambito medico per le sue proprietà coleretiche e lassative.

Acido difeniletilacetico

L’acidi difeniletilacetico ha azione anticolesterinemica e questa sua proprietà di far diminuire la concentrazione del colesterolo nel sangue è associata ad un’azione regolatrice sulla quantità dei composti proteici e lipoproteici presenti nel sangue.

È indicato per il trattamento degli stati arteriosclerotici in generale e nella profilassi delle ipercolesterolemie senili e presenili.

Anabolizzante

Un anabolizzante è una sostanza chimica che aumenta l’anabolismo, ossia che stimola la formazione di molecole complesse a partire da molecole semplici.

Busulfan

Il busulfan o busulfano è un farmaco per terapie contro il cancro, in uso sin dal 1959.

Carbarsone

Il carbarsone, conosciuto anche come amebarsone o fenarsone o acido p-carbaminofenilarsinico, è un composto chimico con arsenico pentavalente che in condizioni normali si presenta come una polvere bianca cristallina, stabile all’aria, inodore e con sapore leggermente acidulo.

Cliochinolo

Il cliochinolo è un farmaco ad attività antimicrobica ed antimicotica.

Contaminazione di acque sotterranee da parte di farmaci

La contaminazione di acque sotterranee da parte di farmaci, che sono inclusi nella categoria dei contaminanti emergenti, è stata riconosciuta come un problema scientifico di rilevanza pubblica a partire dalla fine del ventesimo secolo ed è oggetto di studio in discipline quali l’ingegneria ambientale, l’idrologia e la geochimica.

Dirty drug

In farmacologia, un “dirty drug” è un termine informale per i farmaci che possono legarsi a molti bersagli molecolari diversi o recettori nel corpo, e quindi tendono ad avere una vasta gamma di effetti collaterali e reazioni avverse.

Oggi, le aziende farmaceutiche cercano di fare nuovi farmaci selettivi che minimizzino il binding ad altri target e riducano al minimo l’insorgenza di effetti collaterali.

Eccipiente

Un eccipiente è una sostanza, diversa dal principio attivo, usata nella produzione di una forma farmaceutica.

La funzione degli eccipienti è quella di facilitare la produzione del medicinale a diversi livelli, alcuni eccipienti servono per il processo produttivo per esempio se non avessi un diluente non potrei formare la

compressa perché la quota di polvere di principio attivo sarebbe troppo poca; poi ci sono gli eccipienti per la prestazione e allora se prendiamo il disgregante che all’interno dello stomaco inizia a rigonfiare e rompersi e facilita la liberazione del principio attivo dalla compressa.

Inizialmente gli eccipienti venivano considerati sostanze inerti nei confronti del principio attivo e della forma farmaceutica: in realtà, oggi si sa che alcuni materiali usati nella preparazione dei farmaci possono – e spesso sono usati proprio per questo scopo – modificare il rilascio del

principio attivo dalla forma farmaceutica e non sono chimicamente inerti anche perché se pensiamo alle capsule di gelatina non potrebbero reagire chimicamente con la quota di polvere che è inserita all’interno della capsula.

Emina

L’emina è una molecola derivata dall’emoglobina (è una molecola di metaemoglobina (Fe3+) a cui è legato uno ione Cl) che ha un effetto inibitorio

sull’enzima delta-aminolevulinico sintetasi, fondamentale per la sintesi delle porfirine, causato dal feedback negativo dovuto all’aumento dell’eme.

Questo provoca una diminuzione della sintesi di porfirine e precursori tossici dell’eme. Viene utilizzata per trattare un gruppo di rare malattie genetiche del

sangue (chiamate porfiria) che influiscono sugli apparati digerente e circolatorio e sul sistema nervoso.

Farmaci e teratogenesi

Per teratogenesi si intende lo sviluppo anomalo di organi nell’embrione, per cause di varia natura, sia dal punto di vista funzionale che strutturale.

Tra esse i farmaci assunti dalla madre durante la gravidanza hanno una notevole importanza. Risulta perciò importante lo studio del fattore di rischio teratogenico di ogni farmaco, per evitarne l’assunzione durante i periodi in cui esso potrebbe danneggiare l’embrione.

Numerosi enti si sono occupati di trovare una classificazione valida in fasce di rischio relativo, ma non se ne è ancora trovata una che sia accettata universalmente.

Farmaco biologico

farmaci biologici sono una categoria di farmaci complessi a struttura proteica.

Farmaco biosimilare

Un farmaco biosimilare è una versione “alternativa” di un farmaco biologico già autorizzato per uso clinico al quale sia analogo per caratteristiche fisico-chimiche, efficacia clinica e sicurezza sulla base di studi di confronto.

Farmaco da banco

Un farmaco da banco (FdB), anche detto OTC è un farmaco da automedicazione dispensato direttamente dal farmacista al paziente senza obbligo di prescrizione medica.

Farmaco etico

Nella dizione farmaco etico, l’aggettivo “etico” non ha propriamente il significato morale dell’etica filosofica, ma va piuttosto inteso come un sinonimo di professionale, deontologico.

Si tratta cioè di un farmaco prescritto dal medico e si distingue per questo dal cosiddetto farmaco da banco che, per la sua natura e dosaggio, è giudicato tanto sicuro da poter essere pubblicizzato e da non

Farmaco LASA

Con farmaco LASA si fa riferimento ad un farmaco che può essere confuso con altri per la notevole somiglianza grafica e/o fonetica del nome.

Farmacode

Il farmacode è un codice a barre usato dal Ministero della salute italiano per identificare i medicinali.

Fitomenadione

Il fitomenadione, noto anche come vitamina K1 o fillochinone, è un composto chimico, uno dei vitameri della vitamina K, presente negli alimenti e utilizzato come integratore alimentare.

Idroliti

Gli idroliti sono preparazioni farmaceutiche liquide che estraggono di piante delle sostanze attive idrosolubili.

Isoflupredone

L’isoflupredone, conosciuto anche con il nome di deltafludrocortisone o 9α-fluroprednisolone, è un corticosteroide glucocorticoide sintetico mai messo sul mercato.

La molecola ester acetata, l’isoflupredone acetato, è usato come medicinale veterinario.

Lonafarnib

Lonafarnib è un farmaco usato per ridurre il rischio di morte dovuto alla sindrome di Hutchinson-Gilford e per il trattamento di alcune laminopatie progeroidi in persone di età pari o superiore a un anno.

Medicinale equivalente

Un medicinale equivalente è un medicinale che, in seguito a studi clinici appositi, si dimostra bioequivalente rispetto a un altro medicinale.

Medicinali equivalenti di prodotti di cui è venuta meno la copertura brevettuale sono presenti sui principali mercati farmaceutici mondiali, con lo scopo di ridurre la spesa farmaceutica.

Medicinali a RNA

medicinali a RNA sono farmaci a base di acido ribonucleico (RNA). I tipi principali sono quelli basati su RNA messaggero (mRNA), RNA antisenso (asRNA), RNA interference (RNAi) e aptameri dell’RNA.

Nepente (mitologia)

Nella mitologia greca, il nepente è un farmaco che lenisce i dolori, presente in un unico passo dell’Odissea di Omero.

Nonbenzodiazepine

Le nonbenzodiazepine sono una classe di farmaci psicoattivi che sono molto simili alla benzodiazepina.

Particle-size distribution

Particle Size Distribution,, in ambito scientifico e nel contesto industriale rappresenta la curva di distribuzione dimensionale di un materiale.

Esistono differenti tecniche analitiche che permettono una valutazione statistica delle dimensioni, sfruttando principi ottici come la diffrazione di una sorgente laser, il bloccaggio della luce, l’analisi delle immagini e la più comune

Pharmageddon

Pharmageddon è un neologismo che sta a indicare i due problemi tra loro correlati, dell’iperprescrizione di farmaci, che in parte rientra nel campo della cosiddetta medicina difensiva, e dell’utilizzo inutile di sostanze medicinali, per stati patologici o parafisiologici che non richiedono alcun intervento medico.

Prontuario farmaceutico nazionale

Il prontuario farmaceutico nazionale (PFN) è documento pubblicato in Italia, la competenza alla sua formazione e revisione è l’Agenzia italiana del farmaco.

Regime di dispensazione al pubblico dei medicinali

Il regime di dispensazione al pubblico dei medicinali consiste nella modalità in cui un farmaco viene venduto al pubblico.

Soft drug

In farmacologia una soft drug, da non confondere con il termine droga leggera utilizzata in altro ambito, rappresenta una nuova tipologia di farmaci caratterizzata da più alto indice terapeutico se paragonato ad altri farmaci con il medesimo effetto.

Sovradosaggio

Il sovradosaggio è la somministrazione di un dosaggio eccessivo di un farmaco qualsiasi.

Si riferisce alla medesima condizione anche col nome iperdosaggio. Il termine overdose derivato dalla lingua inglese, questi ultimi maggiormente utilizzati in relazione all’uso di sostanze stupefacenti.

Specialità medicinale

Per specialità medicinale si intende una forma farmaceutica preconfezionata, prodotta industrialmente ed autorizzata sulla base di una documentazione contenente i risultati

sperimentali chimici, biologici, farmaceutici, farmaco-tossicologici e clinici relativi al farmaco che viene immesso in commercio con una denominazione speciale. Non sono quindi

Unguento Višnevskij

Unguento Višnevskij, detto anche unguento balsamico, è un medicinale per uso topico che è stato a lungo usato come medicazione nella ex-Unione Sovietica per trattare ferite, scottature, ulcere della pelle e suppurazioni.

Vicks

Vicks è una marca di farmaci da banco di proprietà della compagnia americana Procter & Gamble. Vicks produce il NyQuil e il suo corrispettivo per l’assunzione diurna, DayQuil.

Il marchio produce anche medicinali per la tosse, il noto Vicks VapoRub, e molti altri rimedi per curare malattie al livello respiratorio. Inizialmente, i prodotti Vicks erano prodotti dalla compagnia a gestione familiare Richardson-Vicks, Inc., situata a Greensboro, North Carolina, venduta poi alla Procter & Gamble nel 1985.

Vinilbital

Il vinilbital è un barbiturico con proprietà simili a quelle dell’amobarbital. L’effetto ipnotico si manifesta entro 15-25 minuti dall’assunzione e dura per circa 6-7 ore.

La rapidità d’azione e l’eliminazione della maggior parte del prodotto entro 4-6 ore sono le caratteristiche salienti del farmaco.


Tratto da Wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Farmaci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: