Esperimento UA6 – Wikipedia


Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Esperimento UA6 al CERN

IL Zona sotterranea 6 (UA6), noto anche come FOTONI, l’esperimento era a fisica delle alte energie esperimento al Collisore protone-antiprotone (SpPS), una modifica del Sincrotrone superprotonico (SPS), A CERN. L’esperimento si è svolto dal 1984 al 1990, con l’obiettivo di uno studio inclusivo elettromagnetico stati finali e lambda produzione di protoniantiprotone E protone-interazioni protoniche.(1)(2) Verso la fine della sua corsa si è concentrato maggiormente sulla diretta-fotone E J/ψ produzione.(3) L’esperimento è complementare al UA1, UA2 E CDF esperimenti.(4)

Diagramma schematico dell’esperimento UA6

UA6 è un esperimento con bersaglio fisso in cui un interno H2 grappolo Jet viene inviato tramite il collisore travi. IL luminosit si misura con quattro rilevatore di silicio che contano i protoni di rinculo dal dispersione.(5) Questo è seguito da un doppio braccio spettrometrocon ciascun braccio composto da cinque multiparole camere proporzionali (PC) distanziati dietro e davanti a a magnete dipolareUN camera di ionizzazioneUN rilevatore di radiazioni di transizionee un calorimetro elettromagnetico. Lo spettrometro è posizionato sull’altro lato del bersaglio del getto per le collisioni pp.(4) I segnali per il grilletto le decisioni sono fornite dal calorimetro e da un hodoscope di sette contatori a scintillazione tra i primi due moduli del calorimetro.(5)(6)

Sala computer per l’esperimento UA6

Durante il funzionamento di UA6, la configurazione del rivelatore è stata progressivamente aggiornata, con conseguente aumento della luminosità dell’antiprotone disponibile, interazioni di fondo ridotte al minimo e logica di trigger migliorata.(3)

I risultati preliminari dell’esperimento hanno mostrato chiari picchi nei dati dei decadimenti a due fotoni del π0 e mesoni η.(7) I risultati dell’esperimento sono stati utilizzati per pubblicare sezioni trasversali per π0 e η produzione, fotone diretto produzione, dispersione elasticae la produzione di J/ψ.(2)(8)(9)(10)(5)

Guarda anche(modificare)

link esterno(modificare)

Riferimenti(modificare)

  1. ^ “Libro grigio”. greybook.cern.ch. Estratto 2023-08-04.
  2. ^ UN B Para, Adamo; Anderson, DF; Derrick, M.; Fisk, LUI; Sazama, Cynthia (08 agosto 1991). Calorimetria nella fisica delle alte energie – Atti della conferenza internazionale. #N / A. ISBN 978-981-4556-54-5.
  3. ^ UN B “Studi sperimentali sulle interazioni delle particelle elementari alle alte energie” (PDF). L’Università Rockefeller. 31 marzo 1992.
  4. ^ UN B Neve, Gregory R (16 novembre 1988). “Fisica dei fotoni diretti dall’esperimento UA6 del CERN” (PDF). Collaborazione UA6.
  5. ^ UN B C Morel, C.; Bernasconi, A.; Breedon, RE; Camilleri, L.; Fantastico, RL; Cox, PT; Cushman, P.; Dick, L.; Duchi, CE; Gabioud, B.; Gaille, F.; Giacomelli, P.; Jeanneret, JB; Giuseppe, C.; Kubischta, W. (dicembre 1990). “Misurazione delle sezioni d’urto di produzione J/ψ inclusive nelle collisioni e pp a √s = 24,3 GeV”. Lettere di fisica B. 252 (3): 505–510. doi:10.1016/0370-2693(90)90579-U.
  6. ^ Dobinson, Robert W; Pagine, JL; Vermeulen, JC (1991). “Trasmettitori negli esperimenti di fisica delle particelle” (PDF). Parte. Mondo 2: 39–45.
  7. ^ Duchi, Craig (1986). “RISULTATI PRELIMINARI DELL’ESPERIMENTO UA6 SULLA PRODUZIONE INCLUSIVA di pi0, eta E GAMMA DA COLLISIONI p anti-p A S**1/2 = 24-GeV”. Interazioni Forti e Teorie di Gauge.
  8. ^ Camilleri, Leslie. “CONFRONTO DELLA PRODUZIONE DIRETTA DI y NELLE REAZIONI pp E pp A Vs = 24,3 GeV” (PDF). Fis. Lett. 194B.
  9. ^ Duclos, Jean (19/06/1989). “Esperimenti con bersagli interni negli anelli di accumulazione degli elettroni”. Fisica nucleare A. 497: 77–90. doi:10.1016/0375-9474(89)90456-9. ISSN 0375-9474.
  10. ^ Breedon, RE; Chapin, TJ; Fantastico, RL; Cox, PT; Goulianos, K.; Petersen, PC; Rusack, RW; Neve, GR; Vacghi, A.; Bianco, SN; Camilleri, L.; Dick, L.; Jeanneret, JB; Kubischra, W.; Von Dardel, G. (1989-01-12). “Confronto preciso dello scattering elastico anteriore antiprotone-protone e protone-protone a √s = 24,3 GeV”. Lettere di fisica B. 216 (3): 459–465. doi:10.1016/0370-2693(89)91150-7. ISSN 0370-2693.




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto