EPOCH (chemioterapia) – Wikipedia


Regime chemioterapico intensivo

EPOCA è un intensivo regime chemioterapico destinato trattamento di aggressivo linfoma non-Hodgkin.(1)(2)

È spesso combinato con rituximab. In questo caso si chiama R-EPOCA O EPOCH-R.Il regime R-EPOCH è composto da:

  1. Rituximab: un anti-CD20 monoclonale anticorpoche ha la capacità di uccidere Cellule Bsiano essi normali o maligno;
  2. Etoposide: UN inibitore della topoisomerasi dal gruppo delle epipodofillotossine;
  3. Prednisolone: UN glucocorticoidi ormone che può causare apoptosi E lisi sia normali che maligni linfociti;
  4. Oncovinaconosciuto anche come vincristina: un alcaloide della vinca che si lega al proteina tubulinaimpedendo così la formazione di microtubuli E mitosi;
  5. Ciclofosfamide: UN agente antineoplastico alchilante;
  6. Idrossidaunorubicinaconosciuto anche come doxorubicina: un antibiotico antraciclinico in grado di farlo intercalare DNAdanneggiandolo e prevenendolo divisione cellulare.

Regime di dosaggio(modificare)

Questo regime richiede l’uso della profilassi antibiotici impedire contagioso complicazioni, così come l’uso di fattori stimolanti le colonie (G-CSF) dal primo giorno dopo la fine della chemioterapia al giorno del ripristino dell’emocromo completo (ANC > 1000/μL).

Esiste anche una versione migliorata del regime. In questa versione la dose di chemioterapia varia da ciclo a ciclo a seconda della capacità del paziente di tollerare la chemioterapia e del grado di neutropenia E trombocitopenia osservato in questo paziente dopo ogni ciclo. Questo approccio è chiamato “EPOCH a dose aggiustata” o “DA-EPOCH” (DA-EPOCH-R, DA-R-EPOCH o R-DA-EPOCH vengono utilizzati quando è incluso rituximab).

Le regole per la modifica della dose sono le seguenti:(citazione necessaria)

Due volte alla settimana viene effettuato un esame emocromocitometrico completo con conta differenziale dei globuli bianchi (WBC).

L’incremento della dose rispetto alle dosi iniziali in caso di buona tollerabilità della chemioterapia da parte del paziente si applica contemporaneamente a etoposide, doxorubicina e ciclofosfamide.

La riduzione della dose al di sotto delle dosi iniziali in caso di scarsa tollerabilità della chemioterapia da parte del paziente si applica solo alla ciclofosfamide.

Se il nadir ANC > 500/μL, le dosi di etoposide, doxorubicina e ciclofosfamide per il ciclo successivo vengono tutte aumentate del 20% rispetto alle dosi utilizzate nel ciclo precedente.

Se il nadir ANC è < 500/μL in uno o due controlli del sangue, ma l'ANC supera 500 al momento del terzo controllo (ovvero la durata del agranulocitosi è inferiore a nove giorni) e il nadir di piastrina è > 25.000/μL, la dose per il ciclo successivo rimarrà la stessa.

Se l’ANC al nadir è < 500/μL per 10 giorni o più, o se la conta piastrinica al nadir scende ogni volta al di sotto di 25.000/μL, le dosi di etoposide, doxorubicina e ciclofosfamide vengono ridotte del 20% rispetto alle dosi utilizzate nel precedente test. ciclo, ma la doxorubicina e l’etoposide non devono essere ridotte al di sotto della dose iniziale (dose del primo ciclo).(3)

Riferimenti(modificare)

  1. ^ WH Wilson, G Bryant, S Bates, A Fojo, RE Wittes, SM Steinberg, DR Kohler, ES Jaffe, J Herdt, BD Cheson (1 agosto 1993). “Chemioterapia EPOCH: tossicità ed efficacia nel linfoma non Hodgkin recidivante e refrattario”. Giornale di oncologia clinica. 11 (8): 1573–1582. doi:10.1200/JCO.1993.11.8.1573. PMID 7687667. Estratto 24 ottobre 2020.{{cite journal}}: Manutenzione CS1: più nomi: elenco autori (collegamento)
  2. ^ Martin Gutierrez, Bruce A. Chabner, Debra Pearson, Seth M. Steinberg, Elaine S. Jaffe, Bruce D. Cheson, Antonio Fojo, Wyndham H. Wilson (1 novembre 2000). “Ruolo di un regime contenente doxorubicina nei linfomi recidivanti e resistenti: uno studio di follow-up di 8 anni di EPOCH”. Giornale di oncologia clinica. 18 (21): 3633–3642. doi:10.1200/JCO.2000.18.21.3633. PMID 11054436. Estratto 24 ottobre 2020.{{cite journal}}: Manutenzione CS1: più nomi: elenco autori (collegamento)
  3. ^ Wyndham H. Wilson, Michael L. Grossbard, Stefania Pittaluga, Diane Cole, Deborah Pearson, Nicole Drbohlav, Seth M. Steinberg, Richard F. Little, John Janik, Martin Gutierrez, Mark Raffeld, Louis Staudt, Bruce D. Cheson, Dan L. Longo, Nancy Harris, Elaine S. Jaffe, Bruce A. Chabner, Robert Wittes, Frank Balis (15 aprile 2002). “Chemioterapia EPOCH a dose aggiustata per linfomi a grandi cellule B non trattati: un approccio farmacodinamico ad alta efficacia”. Sangue. 99 (8): 2685–2693. doi:10.1182/sangue.V99.8.2685. PMID 11929754. Estratto 24 ottobre 2020.{{cite journal}}: Manutenzione CS1: più nomi: elenco autori (collegamento)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto