Do bemolle maggiore – Wikipedia


Scala maggiore basata su C♭

Do bemolle maggiore (o il chiave di do bemolle) è un scala maggiore basato su Ccomposta dalle falde C, D, E, F, G, UNE B. Suo armatura di chiave ne ha sette appartamenti. (1) Suo relativo minore È La bemolle minore (o enarmonico Sol diesis minore). Suo minore paralleloDo bemolle minore, è solitamente sostituito da Si minorepoiché tre di do bemolle minore doppi appartamenti renderlo poco pratico da usare. L’equivalente enarmonico diretto del do bemolle maggiore è Si maggioreUN armatura di chiave con cinque diesis.

La scala di Do bemolle maggiore è:

{ \override Score.TimeSignature #'stencil = ##f \relative c' { \clef treble \key ces \major \time 7/4 ces4 des es fes ges aes bes ces bes aes ges fes es des ces2 \clef bass \ tasto ces \major } }

Do bemolle maggiore è l’unica tonalità maggiore o minore, diversa da chiavi teoricheche ha “bemolle” o “diesis” nel nome, ma la cui nota tonica è la equivalente enarmonico di un naturale nota (un tasto bianco su uno strumento a tastiera).

Accordi di grado in scala(modificare)

Utilizzare nella musica per arpa(modificare)

Do bemolle maggiore è la tonalità di casa del arpa, con tutti i pedali nella posizione più alta, ed è considerata la chiave più risonante per lo strumento. Quindi, dentro Richard Strauss‘S Ein Heldenlebenla prima battuta per le arpe è scritta in do bemolle maggiore anche se il resto dell’orchestra, avendo precedentemente suonato in Mi bemolle maggioreconserva un’indicazione di tonalità in 3 bemolle e ora viene riprodotto Si maggiorecontrassegnati con i diesis e i naturali necessari come alterazioni.

Questo uso del do bemolle maggiore nelle parti per arpa quando il resto dell’orchestra suona in si maggiore non è eccezionale: è pratica standard nella musica orchestrale scritta in si maggiore che le parti per arpa siano annotate in do bemolle maggiore. In Arnold Baxil poema sinfonico Tintagel, la tonalità è Si maggiore e anche in questo caso la parte dell’arpa è sempre scritta in Do bemolle maggiore; ma in questo caso la tonalità dell’arpa contiene solo 6 bemolle e il necessario FaLe s sono notate con alterazioni. In Claude DebussyNella Sonata per flauto, viola e arpa, il secondo movimento ha una sezione centrale in si maggiore, per la quale la parte dell’arpa è scritta in do bemolle maggiore con sette bemolle. In Reinhold Glière‘S Concerto per arpa In Mi bemolle maggiore, il movimento centrale è un insieme di variazioni in do bemolle maggiore. A volte sono scritte anche parti di arpa Sol bemolle maggiore quando viene annotato il resto dell’orchestra Fa diesis maggiore. È anche possibile scrivere parti di arpa La bemolle minore quando viene annotato il resto dell’orchestra Sol diesis minore.

Musica in do bemolle maggiore(modificare)

La maggior parte dei compositori preferisce utilizzare l’equivalente enarmonico si maggiore, poiché contiene solo cinque diesis rispetto ai sette bemolle di do bemolle maggiore. Tuttavia, la sezione centrale di Federico Chopin‘S Contraddanza in sol bemolle maggiore è scritto in do bemolle maggiore, così come le sezioni centrali (trio) di due di Ernesto NazarethI tanghi brasiliani per pianoforte, “Chave de Ouro” e “Labirinto” (entrambi con la tonalità casalinga di sol bemolle maggiore), così come la metà finale (gli ultimi due temi) di Guglielmo Bolcomper pianoforte, “Seabiscuits”.

C’è un breve passaggio nel primo movimento, “Evocación”, di Iberia di Isaac Albeniz che suggerisce la tonalità di do bemolle minore aggiungendo i tre doppi bemolle necessari come alterazioni. I passaggi circostanti sono in do bemolle maggiore, con una tonalità di 7 bemolle. Il movimento è dentro forma sonatanella chiave di La bemolle minorequindi questo colloca il secondo tema nella tonalità maggiore relativa ortodossa (e nella tonalità maggiore tonica anch’essa ortodossa di La bemolle maggiore quando riappare verso la fine del pezzo).

Il movimento lento di Ludwig van Beethoven‘S Sonata per pianoforte n. 12 ha un tema principale che modula da La bemolle minore a do bemolle maggiore, prima di passare a quello che teoricamente sarebbe do bemolle minore, ma è indicato come Si minore (ogni nota in questo passaggio richiede un’alterazione, a causa dell’armatura di sette bemolle). Alcune altre opere di Beethoven hanno passaggi significativi in ​​do bemolle maggiore, anche se di solito lo notano con alterazioni in qualche altra tonalità, perché i sette bemolle di do bemolle maggiore lo rendono una tonalità difficile da usare; Per esempio:

Viene utilizzato il do bemolle maggiore Benjamin Britten‘S Interludio in do bemolle maggiore per arpa, diversi Max ReggerCanoni in tutte le tonalità maggiori e minori (Libro 1 n. 62 e 63 e Libro 2 n. 48) e n. 29 dal Trenta preludi in tutte le tonalità maggiori e minori di Christian Heinrich Rinck.

In alcune partiture, la tonalità di Do bemolle maggiore nella chiave di basso è scritta con il bemolle del Fa sulla seconda riga dall’alto. Ciò può essere visto, ad esempio, nell’esempio di Albéniz riportato sopra: Iberia, 1° movimento: “Evocación”, di cui circa due terzi è in 7 bemolle, e ogni rigo di chiave di basso del quale mostra questa variante. Ciò si vede anche nel secondo movimento del Bellissimo valzer del Danubio nel Boosey e Hawkes edizione per banda da concerto.

Riferimenti(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto