Cy McLean – Wikipedia

[ad_1]

Cy McLean (1916 – 1986)[1] era un pianista canadese e leader di una band, la cui carriera è andata dagli anni ’40 agli anni ’70. È particolarmente noto per aver guidato l’unica orchestra nera su vasta scala del Canada negli anni ’40.[2][3] Si ritiene che il suo successo come musicista nero canadese abbia influenzato il successo dei successivi musicisti neri canadesi.[1]

Indice dei contenuti

Storia[edit]

Cy McLean è nato a Sydney, Nuova Scoziae trasferito a Toronto, Ontario. Ha formato la sua prima band nel 1937.[2] Era un pianista, che si manteneva come musicista lavorando come messaggero presso la sede centrale di Toronto Campana Canada.[1] Divenne noto come il leader della prima banda da ballo nera di Toronto e, dagli anni ’40, guidò l’unica orchestra nera su vasta scala del Canada.[2] McLean è accreditato di aver formato molti musicisti jazz canadesi del suo tempo.[4] Lui e la sua band hanno sviluppato la loro carriera musicale suonando in strutture non sindacali, a causa dell’impossibilità di entrare a far parte del sindacato dei musicisti locali.[1] La band è diventata piuttosto popolare, e durante seconda guerra mondiale è stato sponsorizzato da Sapone Lifebouy per visitare l’Ontario sudoccidentale.[1] McLean e la sua band hanno suonato in aree dell’Ontario dove una persona di colore non era stata vista prima. A lui e alla sua band a volte veniva vietato l’accesso ai ristoranti, oltre ad essere inizialmente negato l’appartenenza al sindacato. Nonostante questi eventi, McLean ha scelto di esibirsi esclusivamente in Canada, affermando che “le persone (in Canada) non sono come sono negli Stati Uniti. Non ho mai voluto andare laggiù, per questo motivo”.[4]

Nel 1947, la band di Cy McLean fu la prima ad aprire il famoso Toronto’s Taverna Coloniale.[5] Questo è stato considerato un impegno rivoluzionario, dal momento che fino a quel momento ai musicisti neri non era stato permesso di esibirsi in nessuno dei club di Toronto Via Yongeche all’epoca era il fulcro centrale della musica dal vivo a Toronto.[6]

McLean ha avuto un’influenza significativa su altri musicisti, sia in generale che tra i musicisti neri che affrontano barriere di colore, come il batterista Archie Alleyne.[6]

Nella sua carriera successiva, McLean si esibiva cinque sere a settimana al Toronto’s Hotel Warwickprima che le bande da ballo venissero sostituite da altri intrattenimenti.[4]

McLean era il prozio del batterista canadese Mark McLean.[2]

Riferimenti[edit]

  1. ^ un b c d e Club di storia di Earlscourt, Pionieri neri di St. Clair Avenue West Archiviato 23-03-2012 presso il Macchina del ritorno25 gennaio 2009, cit Stella di Toronto Necrologio Cy McLean, 1 novembre 1986, A10: “Il pianista jazz Cy McLean, 70 anni, ha guidato la prima band nera di Toronto”. Estratto il 24-04-2011.
  2. ^ un b c d Marco Miller, “Il suono di un batterista davvero diverso” Archiviato 30-09-2011 al Macchina del ritorno. Il globo e la posta6 gennaio 2005, come ristampato in Mark McLean Archiviato 30-09-2011 al Macchina del ritorno. Estratto 25-04-2011.
  3. ^ Larry LeBlanc (6 giugno 1998). “I marinai mostrano il vantaggio africano”. Tabellone. Nielsen Business Media, Inc.: 70–. ISSN 0006-2510.
  4. ^ un b c Rivista Jet, Il leader della band “Moonlight” preferisce il Canada agli Stati Uniti27 dicembre 1962. Estratto il 26-04-2011.
  5. ^ Società di storia nera dell’Ontario, Profilo di Cy McLean; “Note dalla storia nera”. Estratto 25-04-2011.
  6. ^ un b Con le nostre stesse parole, Archie Alleyne: Passalo[permanent dead link]3 febbraio 2009. Estratto il 26-04-2011.


[ad_2]
Source link

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: